TORINO – E’emergenza topi nel carcere di Torino. Dopo gli avvistamenti di roditori nei giorni scorsi, è notizia di ieri la presenza di un grosso ratto che si aggirava per i corridoi della Caserma Agenti della Casa Circondariale “Lorusso Cutugno”. Una situazione di degrado e insalubrità, come denuncia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

“Ci si dovrebbe vergognare per si continui a lasciare allo sbando il Personale di Polizia Penitenziaria, in condizioni insalubri, indecenti e vergognose: e invece non sembra fregare a nessuno il degrado nel quale lavorano e vivono gli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di Torino”, denuncia Vicente Santilli, Segretario regionale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE. “Ieri mattina un grosso topo si aggirava nella Caserma: si è poi nascosto ne bagno femminile ed è poi scappato. Una situazione assurda, da tempo ben nota a tutti e che non può essere ulteriormente trascurata”.

Donato Capece, Segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE denuncia che “il degrado del carcere di Torino è vergognoso e il SAPPE, come primo e più rappresentativo Sindacato della Polizia Penitenziaria, rappresenterà oggi stesso ai vertici nazionali e regionali dell’Amministrazione Penitenziaria tutte queste criticità, sollecitando urgenti ed adeguati interventi”,

nfimpiantibanner
coferbanner

Per la giornata di mercoledì 14 novembre è prevista a Torino la visita di Francesco Basentini, da alcuni mesi nuovo Capo dell’Amministrazione Penitenziaria. Santilli auspica di poter incontrare il Capo Dipartimento: “per rappresentare le criticità operative con le quali quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria. Gli chiederemo, come SAPPE, un intervento urgente sulle nostre costanti problematiche, compreso un intervento mirato sulla salubrità dei luoghi di lavoro della Polizia Penitenziaria, a grande rischio come confermano i costanti avvistamenti di topi nelle carceri”.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here