PIEMONTE – Lunedì 5 novembre si celebra la ventiquattresima edizione della Giornata regionale di Protezione civile.

L’evento, istituito dal Consiglio regionale, intende sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare i giovani, verso le tematiche di Protezione civile. La Giornata regionale della Protezione civile rappresenta anche un’occasione per riflettere sugli aspetti della conoscenza e pianificazione delle attività preventive e di soccorso volte alla tutela, all’incolumità e alla sicurezza della popolazione, dei beni e dell’ambiente.

Rappresenta altresì un evento simbolico che mette in evidenza l’importanza della collaborazione che su questi temi si realizza tra cittadini e istituzioni, come auspicato dal nuovo Codice di Protezione civile. L’impegno commemorativo della Regione Piemonte è incentrato nell’incoraggiare le diverse iniziative che, già nei mesi di settembre e ottobre, si sono svolte sul territorio: esercitazioni, attività formative, incontri con cittadini. Anche quest’anno la Regione ha collaborato attivamente con il Dipartimento della Protezione civile per la promozione della campagna nazionale “Io non rischio 2018”, coinvolgendo numerosi Comuni e rivolta ai cittadini, con l’obiettivo di promuovere, insieme al volontariato, un ruolo attivo nel campo della prevenzione e dell’autoprotezione: la prima salvaguardia infatti, in situazioni di emergenza, è la capacità individuale di farvi fronte in maniera corretta, con comportamenti adeguati.

nfimpiantibanner
coferbanner

“La Regione Piemonte- ricorda l’assessore regionale alla Protezione civile, Alberto Valmaggia – celebrerà quest’anno la Giornata regionale della Protezione civile con particolare impegno a supporto delle attività commemorative per il 50° anniversario della gravissima alluvione del 1968 in Vallemosso, provincia di Biella, evento che ha comportato numerose vittime e danni irreparabili su tutto il territorio”.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here