lunedì 26 Ottobre 2020

SANITA’ – Nursind: tagliati 10milioni di euro sulle assunzioni, a rischio la continuità assistenziale dei servizi

Nursind: “ La scelta dell'Assessorato, è un pugno nello stomaco a tutti i lavoratori e i cittadini dell'ASLTO4

SANITA’ – Con la DGR 40-7703 del12/10/2018, sono stati approvati i piani di fabbisogno triennale del personale delle varie aziende sanitarie piemontesi, così come previsto dalla normativa nazionale.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Nursind da numerosi anni, contesta le difficili condizioni nelle quali sono costretti a lavorare gli operatori sanitari negli ospedali, a causa dei tagli subiti.

Lo stesso Nursind, aveva contestato in Prefettura, come nel 2016 l’ASLTO4 avesse risparmiato circa 5 milioni di euro di spesa sul personale e come nel 2017 l’Assessorato avesse stanziato 3 milioni di euro in meno rispetto al 2016.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“In data 4/09/2018, i vertici dell’ASLTO4, avevano presentato alle organizzazioni sindacali il piano triennale assunzioni per il triennio 2018-2020 – dichiara Giuseppe Summa- Durante quell’incontro, avevamo espresso le nostre preoccupazioni, ma avevamo dimostrato comunque soddisfazione, dato che nella relazione illustrata, era previsto un incremento di spesa del personale rispetto al 2018, di 7 milioni di euro nel 2019 e 8 nel 2020, rispettando il vincolo previsto dalla normativa nazionale.

Nonostante il piano triennale presentato per tempo e nonostante l’ASLTO4 abbia il bilancio in ordine, l’Assessore ha deciso di tagliare di ben 10 milioni di euro la spesa del personale nel 2019 e 2020. Un taglio che mette a rischio la continuità assistenziale nei servizi – secondo il

Nursind – già in grave sofferenza. Il piano triennale dell’ASLTO4, teneva conto non solo dell’organizzazione della rete ospedaliera, ma puntava fortemente sul territorio.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

A questo punto, tutto deve essere rivisto per il 2019 e 2020. La scelta dell’Assessorato, è un pugno nello stomaco a tutti i lavoratori e i cittadini dell’ASLTO4. La regione Piemonte è uscita fuori dal piano di rientro nel 2017 e ciò permetterebbe alle aziende di poter assumere personale, prendendo come riferimento il vincolo economico nazionale, ma ciò nonostante, anche per il 2018 la Regione ha assegnato un tetto di spesa decisamente inferiore rispetto allo stesso vincolo.

Le scelte dell’Assessorato, sono motivate dalla ridistribuzione economica delle risorse verso altre aziende, ma ci chiediamo se lavoratori e cittadini dell’ASLTO4, sono di serie B rispetto agli altri – prosegue Summa. Non accetteremo in silenzio questa irresponsabile scelta. I debiti delle altre aziende le deve pagare chi li ha fatti e non lavoratori e cittadini. Abbiamo subito scritto all’Assessorato affinché vengano destinate maggiori risorse all’ASLTO4, già fortemente penalizzata in questi ultimi anni. In caso contrario, siamo disposti ad intraprendere numerose azioni di protesta che coinvolgeranno non solo il personale, ma anche i cittadini ricompresi nel territorio aziendale.”

[rev_slider alias=”urb”]

Infine Summa incalza concludendo con una battuta anche sull’ospedale di Ivrea: “Ci chiediamo con quale coraggio l’Assessore Saitta, abbia fatto visita l’altro giorno all’ospedale di Ivrea. Proprio lui che nonostante le numerose richieste, ha messo fine sulla possibilità di poter avere un nuovo ospedale, preferendo altri territori.”

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

CANAVESE – Covid: ospedali periferici al collasso; Nursind: “Non possono reggere accessi da Torino”

CANAVESE - Sono in aumento il numero di pazienti covid positivi che sono costretti a ricorrere alle cure del personale sanitario...

CANAVESE – Si valuta l’attivazione due nuovi Punti di accesso diretto per i tamponi, dedicati alle scuole

CANAVESE - L’ASL TO4 sta valutando per l’attivazione di due nuovi Punti di accesso diretto per l’esecuzione di test rapidi (test...

COVID – Ognissanti: misure congiunte nei cimiteri di Castellamonte, Cuorgnè e Rivarolo

COVID - L’emergenza epidemiologica in atto richiede l’adozione di misure adeguate per prevenire situazioni che possano favorire la trasmissione del contagio...

CANAVESE / PIEMONTE – Oggi 2287 casi in Piemonte; 409 in Canavese

CANAVESE / PIEMONTE – Oggi sono stati registrati dall'Unità di Crisi, in Piemonte, 2287 casi positivi, 11 decessi (di cui 2...

CORONAVIRUS – In bozza un nuovo DPCM che prevede chiusure: e si scatena la protesta

CORONAVIRUS – Si scaldano gli animi tra le attività commerciali. È difatti di qualche ora fa la notizia che è in...

Ultime News

PIEMONTE – Covid: 1625 nuovi casi in Piemonte; 88 nuovi in Canavese

PIEMONTE – Il bollettino dell'Unità di Crisi della Regione Piemonte oggi, lunedì 26 ottobre, ha registrato 1625 persone positive in più...

CASTELLAMONTE – Il Comitato locale di Croce Rossa riattiva il servizio di consegna a domicilio

CASTELLAMONTE - In seguito al sensibile aumento del numero di contagi da SARS-CoV-2 sul territorio, la Croce Rossa Italiana – Comitato...

CANAVESE – Covid: ospedali periferici al collasso; Nursind: “Non possono reggere accessi da Torino”

CANAVESE - Sono in aumento il numero di pazienti covid positivi che sono costretti a ricorrere alle cure del personale sanitario...

CANAVESE – Si valuta l’attivazione due nuovi Punti di accesso diretto per i tamponi, dedicati alle scuole

CANAVESE - L’ASL TO4 sta valutando per l’attivazione di due nuovi Punti di accesso diretto per l’esecuzione di test rapidi (test...

IVREA – Sale sul tetto dell’auto e grida contro il balcone dell’ex titolare poi prende a calci la volante

IVREA – È salito, in piena notte, sul tetto di una vettura parcheggiata e ha iniziato ad inveire verso il balcone...