mercoledì 23 Giugno 2021
mercoledì, Giugno 23, 2021
spot_img

Intervista al Professor Francesco Violi

di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni e You Can Print

Ho il piacere e l’ onore di incontrare e intervistare il Professor Francesco Violi per i lettori diObiettivoNews.

Domanda: Professore, Lei é Direttore della prima Clinica Medica e quindi del Dipartimento di Medicina Interna dell’ Università “La Sapienza” di Roma. Quali sono i risultati e le soddisfazioni che questa Professione le dà?Risposta: Siamo soddisfatti di essere riusciti a fare molto per la prevenzione dell’ infarto, dell’ ictus e della trombosi.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Domanda: Professore, può entrare più nel dettaglio?
Risposta: Noi abbiamo scoperto l’enzima Nox 2, per prevenire la trombosi. Questo ovviamente riguardala parte della ricerca. Ovviamente c’ é ancora molto da fare.

Domanda: Allora ci dica quali sono i vostri prossimi obiettivi.
Risposta: Trovare i nuovi farmaci che prevengano le malattie cardiovascolari. La vera sfida é lavoraresulle arterie. Sperimentiamo farmaci per migliorare l’ elasticità delle arterie, come sono elastiche quelle dei giovani.

Domanda: Professore, ho potuto ascoltare e osservare questo Reparto che lei dirige con grande entusiasmo e ho visto i Medici correre da un Reparto ad un altro, per capire l’esatta patologia o patologie di ciascun degente, un Reparto complesso, il suo.
Risposta: Beh, l’ Internista é il Medico per eccellenza.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Domanda: Professore, ci dica qualcosa di più sulla figura dell’ Internista.
Risposta: L’ intervento dello  specialista é importante, é il Direttore d’orchestra. Noi abbiamomalati di tutti i tipi. C’é anche un risvolto di natura economica. Se va dal violinista, lei non sa che il problema non é il violino.

Domanda: Allora ci vuole dire che dovremmo andare dall’ Internista per tutto?
Risposta: Ovviamente sì. Se uno ha un  problema di battiti del cuore irregolari, si va subito dal Direttore d’orchestra.

Domanda: Ci racconti di qualche caso significativo per lei.
Risposta: Ho fatto una diagnosi di tubercolosi gastrica di un ragazzo somalo. Poi sono intervenuto perun calabrese a cui si stavano paralizzando gli arti fino al progressivo arresto respiratorio. Queste sono grandi soddisfazioni. Uscire dall’ Ospedale in piedi, per noi, é tanto.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Domanda: Professore, visto il suo entusiasmo, ci lasci con una frase o pensiero.
Risposta: “La vita bella é quella che deve venire! ”

Domanda: Professore, di chi é questa frase, giusto per citarne l’ autore? Risposta: Francesco Violi.

Considerato l’ entusiasmo del Professore, posso dire che é una gran bella frase che rispecchia pienamente il suo pensiero.

[rev_slider alias=”urb”]

spot_img
spot_img
spot_img