venerdì 26 Febbraio 2021

MONCALIERI – Si conclude “Organalia sensazioni d’autunno”, un concerto per claviorgano e flauto traversiere

MONCALIERI – L’ultimo concerto del cartellone di “Organalia sensazioni d’autunno 2018” si tiene venerdì 19 ottobre alle 21 nella chiesa Collegiata di Santa Maria della Scala a Moncalieri e ha come protagonisti il flautista Giovanni Miszczyszyn e Danilo Costantini, che siede alla consolle del claviorgano. Il flauto traversiere, o traverso, appartiene alla famiglia dei “legni” ed è utilizzato nella prassi esecutiva della musica barocca.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Il claviorgano è una vera e propria “chimera musicale”, nata dalla combinazione o fusione di un clavicembalo con un piccolo organo e utilizzata soprattutto tra XV e XVIII secolo. Nel concerto in programma a Moncalieri viene utilizzato un claviorgano costruito accoppiando un clavicembalo (copia di uno strumento di Antonio Scotti, cembalaro attivo a Milano nel XVIII secolo) costruito da Carlo Mascheroni di Paina di Giussano (Monza) ad un organo costruito da Walter Chinaglia di Cermenate (Como).Il programma è incentrato su compositori che operarono nella corte sabauda nel XVIII secolo: Felice Giardini (1716-96), Salvatore Lancetti (1710-80), Carlo Ignazio Monza (1685-1739) e Alessandro Besozzi (1702-93). Il concerto è a ingresso con offerta libera ed è organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura della Città di Moncalieri.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

CHIVASSO IN MUSICA DEDICA UN PREMIO ALLA CARRIERA A ROBERTOCOGNAZZO

Sabato 20 ottobre alle 21, con il terzo concerto della stagione 2018-2019, la rassegna “Chivasso in Musica” ritorna nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe Lavoratore nel borgo Blatta. Le associazioni Chivasso in Musica e Organalia e l’Università della Terza Età organizzano una serata nel corso della quale il presidente Piero Tirone consegnerà al celebre concertista e compositore Roberto Cognazzo il Premio Organalia alla carriera, in occasione del 75° compleanno del maestro. Alla consolle dell’organo costruito da Carlo Vegezzi Bossi nel 1894 Roberto Cognazzo proporrà un programma intitolato emblematicamente “Un palco all’opera”, con brani operistici trascritti per organo dal maestro piemontese: di Giacomo Meyerbeer la “Marcia dell’Incoronazione”, di Vincenzo Bellini la celeberrima “Casta diva”, di Pietro Mascagni alcuni brani tratti dalla “Cavalleria Rusticana”, di Giuseppe Verdi le sinfonie dalle opere “Nabucco” e “Giovanna d’Arco”, di Alfredo Catalani la “Danza delle Ondine”, di Giacomo Puccini l’Intermezzo dalla “Manon Lescaut”, di Jules Massenet la “Méditation” dall’opera “Thaïs”, di Gioacchino Rossini la sinfonia dall’opera “L’Italiana in Algeri”. L’ingresso è come di consueto con libera offerta. Per favorire gli spettatori privi di automobile, l’associazione culturale Contatto ha messo a disposizione una navetta gratuita che, partendo alle 20.30 da piazza d’Armi (di fronte all’Oviesse) percorrerà viale Matteotti, viale Vittorio Veneto, viale Cavour, via Regis, via Ivrea e via Blatta. Il ritorno verrà effettuato in senso inverso al termine del concerto.

[su_slider source=”media: 147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

Leggi anche...