sabato 31 Ottobre 2020

BIELLA – Pensionato ucciso nella sua abitazione, identificato il responsabile (VIDEO)

La brillante azione investigativa della Squadra Mobile di Biella ha risolto il caso

BIELLA – Lo scorso 6 ottobre la Polizia aveva scoperto, nella sua abitazione, a Pralungo, la salma del pensionato 90enne Secondo Baglione, e ora ha identificato il presunto assassino. Un amico non lo vedeva da tempo e aveva segnalato l’assenza dell’uomo alla Polizia.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Gli operatori della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica e della Questura di Biella erano entrati con l’ausilio dei Vigili del Fuoco perché l’abitazione era chiusa a chiave. Il corpo esamine si trovava supino sul letto, con il volto coperto da un cuscino intriso di sangue.

L’esame autoptico ha rilevato che le cause del decesso sono riconducibili a colpi alla testa inferti con violenza con un corpo contundente; rilevati anche segni di difesa sulle mani della vittima.

A dirigere l’attività investigativa della Squadra Mobile di Biella, Commissario Capo Marika Viscovo. È emerso che l’uomo, lo scorso 18 settembre, aveva denunciato il furto del bancomat (utilizzato impropriamente per prelevare circa 2mila euro), di monili in oro e di vari altri oggetti e documenti.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

È emerso che i prelievi erano stati effettuati a Biella e a Genova dove erano stati fatti anche degli acquisti, in particolare un profumo, Eau de Cartier. Da qui sono risaliti a O.L. 36 anni nato a Biella, già noto per reati contro il patrimonio, attualmente senza fissa dimora.

Tornati questa mattina, giovedì 18 ottobre, per fare un sopralluogo sulla scena del crimine, effettuato con l’ausilio del personale della Polizia Scientifica del Gabinetto Interregionale di Torino e provinciale di Biella, hanno visto il 36enne all’interno dell’abitazione adiacente, di proprietà dei defunti genitori e disabitata. Con la scusa di chiedere informazioni, il personale della Squadra Mobile è entrato nell’abitazione e ha visto alcuni oggetti corrispondenti alle fotografie relativi a quelli acquistati a Genova con il bancomat di Baglione. All’interno di uno zainetto c’erano due chiavi compatibili con le serrature dell’abitazione della vittima. La Squadra Mobile ha quindi perquisito la casa, trovando anche tracce di sangue. Messo alle strette, O.L. ha confessato sia il furto che l’omicidio, effettuato colpendo la vittima con un piede di porco.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il 36enne ha confessato di essersi introdotto nell’abitazione nella notte del 29 ottobre per un ulteriore furto, convinto che Baglione, dormendo non lo sentisse. L’uomo però si è svegliato e lo ha scoperto e lui lo ha colpito con violenza. O.L. è stato accompagnato al carcere di Biella a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

[rev_slider alias=”urb”]

GUARDA IL VIDEO

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

BIELLA – Soccorsa una escursionista infortunata sul Monte Mars

BIELLA - I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sono stati impegnati ieri, giovedì 20 agosto, nel recupero di un'escursionista...

BIELLA – Soccorsa donna in difficoltà durante una arrampicata

BIELLA - Nel pomeriggio i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sono intervenuti sulla ferrata Nito Staich, sopra Oropa, per...

BIELLA – Recuperati due escursionisti sul Monte Mars

BIELLA - Si è concluso ieri sera un lungo intervento dei tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese sul Monte Mars,...

BIELLA – Recuperato un escursionista perso lungo la discesa tra la bocchetta di Navercio e la diga del Piancone

BIELLA- Si è concluso intorno alle 6 di questa mattina, lunedì 7 ottobre, un complesso intervento di soccorso alpino nel comune...

CANAVESE / BIELLA – Sessantenne canavesano deceduto durante una salita in ferrata nel biellese

CANAVESE / BIELLA - I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno concluso da poco il recupero di un uomo...

Ultime News

IVREA – A.F.I: “Quello del 1 novembre non è un mercato straordinario, ma una Fiera, vietata dal Dpcm”

IVREA – È sul piede di guerra l'Associazione Fieristi Italiani che ha chiesto l'annullamento del “Mercato straordinario” Crocetta in Tour in...

RIVAROLO CANAVESE – Riparte la consegna farmaci e telefono amico del Comitato CRI locale

RIVAROLO CANAVESE - Visto il riacutizzarsi dell'emergenza Covid19 tornano pienamente operativi i servizi di consegna a domicilio di farmaci e di...

ASTI – Identificato l’autore di 15 incendi a mezzi parcheggiati e cassonetti: è un 17enne

ASTI - Dal 5 settembre di quest’anno una serie di incendi di autovetture, furgoni e autobus di linea per il trasporto...

PIEMONTE – Didattica completamente a distanza per le superiori; mezzi pubblici carichi al 50%

PIEMONTE – Nella serata di ieri, venerdì 30 ottobre, il Presidente della Regione Piemonte ha firmato una nuova ordinanza che sarà...

CANAVESE – Covid: 205 persone ricoverate negli ospedali; il 30 ottobre registrati 349 nuovi casi

CANAVESE – Al 30 ottobre risultano ricoverate in Ospedale per Covid, 65 persone a Chivasso, 60 a Ciriè, 12 a Lanzo,...