MOSCA – Ieri, giovedì 4 ottobre, il Ministro dell’Energia russo Alexander Novak ha assegnato il prestigioso premio Scienze del Mondo, il Global Energy Prize 2018, all’Accademico russo Sergey Alekseenko e al professore australiano Martin Green. Il premio onora annualmente una ricerca eccezionale che impatta in diretta in tutto il pianeta e fornisce tecnologia per affrontare le sfide energetiche.


Istituito dalla Global Energy Association con il supporto delle principali società energetiche russe Gazprom, FGC UES e Surgutneftegas, il premio è valutato come uno dei 99 maggiori riconoscimenti scientifici del mondo da IREG (osservatorio sul ranking accademico e l’eccellenza) e come un “mega premio” “Con obiettivi lodevoli e pratiche esemplari di ICDA “(congresso internazionale di onorevoli riconoscimenti).

Nel 2018, il premio è stato aggiudicato a Sergey Alekseenko per la ricerca nel settore dell’energetica termica che valorizza il potenziale delle risorse del genere umano e a Martin Green per gli sviluppi nel fotovoltaico che hanno rivoluzionato l’efficienza e i costi delle celle solari. I vincitori sono stati nominati tra 44 contendenti di 14 nazioni. Condividono il premio e il suo premio in denaro di $ 600.000.
“Idealmente, qualsiasi fonte di calore e luce dovrebbe essere” pulita “, ecologica ed economicamente vantaggiosa per la società di generazione, – ha dichiarato Alexander Novak nel suo discorso – oltre che sicura ed economica per il consumatore. L’emergere di tali fonti e in generale la traiettoria dello sviluppo energetico dipende dalle soluzioni tecnologiche fornite dai migliori scienziati, i vincitori del Global Energy Prize. Estendo le mie sincere congratulazioni ai vincitori del 2018 per il loro contributo al mondo della scienza e dell’energia; voi siete leader assoluti nei vostri campi.”

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

La ricerca dell’Istituto Accademico Alekseenko, istituto di Termofisica di Kutateladze consente di creare moderne attrezzature per il risparmio energetico e progettare centrali termiche rispettose dell’ambiente, nonché di sviluppare nuovi tipi di bruciatori, metodi di trattamento termico dei rifiuti solidi domestici e norme di sicurezza per l’energia nucleare piante. Il professor Green, direttore del Centro australiano per il fotovoltaico avanzato di UNSW, è l’inventore della cella solare PERC, che rappresenta almeno un quarto della capacità di produzione mondiale di celle solari e la cui quota di mercato è in rapido aumento perché ha un vantaggio di efficienza altri tipi di cellule. Le celle solari PERC stanno diventando uno standard commerciale in tutto il mondo. Le loro vendite hanno superato $ US10 miliardi alla fine del 2017 e si prevede che supereranno $ US1 trilioni entro il 2040.

Entrambi i vincitori concordano sul fatto che la ricerca di energia affidabile sia globale così come quei cambiamenti che avvengono nella struttura del campo energetico. Sergey Alekseenko mira a creare nuove tecnologie basate su fonti di energia rinnovabili e Martin Green intende migliorare l’efficienza delle celle solari del prossimo 50% e la loro durata di oltre 25 anni.

ilbere
Tritapepe

The prestigious Global Energy Prizeawarded in Moscow

Today, on October 4, Russian Minister of Energy Alexander Novak awarded prestigious and lucrative world science award, the 2018 Global Energy Prize, to Russian Academician Sergey Alekseenko and Australian professor Martin Green. The prize annually honors outstanding research that impacts live across the planet and provides technology addressing energy challenges.

Established by the Global Energy Association with the support of leading Russian energy companies Gazprom, FGC UES and Surgutneftegas, the prize is rated as one of the world’s 99 major science awards by IREG (observatory on academic ranking and excellence) and as a “mega prize” with laudable goals and exemplary practices by ICDA (international congress of distinguished awards).

In 2018, the prize rewards Sergey Alekseenko for thermal power engineering research that enhances resource potential of humankind and Martin Green for developments in photovoltaics that have revolutionized the efficiency and costs of solar cells. The laureates were named among 44 contenders from 14 nations. They share the award and its $600,000 prize money.

“Ideally, any source of heat and light should be “clean”, environmentally friendly and economically profitable for the generating company, as well as safe and cheap for the consumer. The emergence of such sources and in general the trajectory of energy development depends on technological solutions that are provided by best scientists, the laureates of the Global Energy Prize. I extend my sincere congratulations to the laureates of 2018 for their contribution to the world science and energy, you are absolute leaders in your fields,” – Alexander Novak said in his speech.

Research of Academician Alekseenko from Kutateladze institute of Thermophysics allows to create modern energy-saving equipment and to design environmentally friendly thermal power plants, as well as to develop new types of burners, methods of thermal processing of solid household waste and safety standards for nuclear power plants. Professor Green, director of the Australian Centre for Advanced Photovoltaics at UNSW, is the inventor of the PERC solar cell, which accounts for at least a quarter of world solar cell manufacturing capacity and whose market share is rapidly increasing because it has an efficiency advantage on other types of cells. PERC solar cells are now becoming a commercial standard throughout the world. Their sales exceeded $US10 billion at the end of 2017 and are predicted to exceed $US1 trillion by 2040.

Both laureates agree that quest for reliable energy is global as well as those changes happening in the structure of energy field. Sergey Alekseenko aims to create new technologies based on renewable sources of energy and Martin Green plans to improve solar cells efficiency by next 50% and their duration by more than 25 years.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here