VENARIA REALE – Protesta ieri mattina, domenica 30 settembre, a Venaria Reale, del Comitato spontaneo Parco delle Foibe: un gruppo di residenti che si è unito per manifestare il proprio dissenso circa il progetto comunale del bio frutteto condiviso, il quale dovrà nascere nell’area delle vie don Sapino Calabresi e Moro.

I cittadini residenti avrebbero preferito essere coinvolti.

[rev_slider alias=”paonessa”]

“I bambini di  questa zona – dichiarano i residenti – hanno la sacrosanta esigenza di avere un luogo sicuro dove poter giocare e, viste le cattive condizioni del terreno dell’area, non hanno mai potuto accedervi. Dopo più di 10 anni finalmente qualcosa si muove ma il parco giochi è sparito.

Chiediamo al Comune di rivedere le decisioni prese in modo da inserire nel progetto gli spazi dedicati ai ragazzi e bambini, quindi il posizionamento di giochi e uno spazio multifunzionale  senza ingombranti avvallamenti nel terreno. inoltre chiediamo di avere un incontro con i responsabili del progetto in  modo da poter fare le dovute osservazioni al fine di raggiungere un’obiettivo soddisfacente anche per i residenti prima dell’inizio dei lavori.”

[su_slider source=”media: 162328,150947,143165″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Tra le osservazioni una questione di igiene, in considerazione del fatto che i frutti cadranno a terra e il rischio di un proliferare di insetti. Il Comitato si sta mobilitando per raccogliere le firme; ad oggi ne ha già raccolte 70.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here