CANAVESE – Domenica 30 settembre l’appuntamento per andare in autobus alla scoperta delle bellezze e delle curiosità di Belmonte e Valperga è per le 9 a Porta Susa (di fronte alla vecchia stazione), da dove si partirà alla volta del Santuario di Belmonte, monumento architettonico e testimone della spiritualità nel Canavese inserito nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco (vedi www.sacromonte-belmonte.com).

I partecipanti all’escursione visiteranno il santuario e la galleria in cui sono conservati oltre 750 ex voto tra quadri e altri oggetti votivi. La passeggiata sul Sacro Monte toccherà le settecentesche cappelle della Via Crucis, in un percorso di circa un’ora a piedi su di un agevole sentiero. A seguire il trasferimento in bus per il pranzo al ristorante Da Mauro – Astoria a Cuorgnè e il successivo trasferimento a Valperga, dove, alle 15, si visiterà il castello, un edificio di grande interesse storico e architettonico solitamente chiuso al pubblico. A seguire la visita guidata alla chiesa di San Giorgio, interessante per il suo straordinario ciclo di affreschi realizzati tra il XIII e il XVI secolo. Si visiteranno anche il campanile di Valperga – uno dei più alti del Canavese, dal quale si gode di una splendida vista – e la pinacoteca del pittore Felice Barucco. Il ritorno a Torino è previsto entro le 19,30. La quota di partecipazione è di 33 Euro a persona e comprende i trasporti, gli ingressi, le visite guidate e il pranzo.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Per informazioni e prenotazioni: Ufficio turismo di Ivrea dell’ATL “Turismo Torino e Provincia”, telefono 0125-618131, e-mail info.ivrea@turismotorino.org

ilbere
Tritapepe

Sabato 22 settembre si è invece svolta con successo l’escursione di Strada Gran Paradiso in occasione della Festa della Canapa in Val Soana, eventoinserito nel calendario di Terra Madre – Salone del Gusto, in collaborazione con Slow Food. A Campiglia Soana, al centro visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso “L’Uomo e i Coltivi” l’agronomo Fabrizio Bertoldo ha presentato in campo le varie colture tradizionali del territorio, con approfondimento sulla Canapa sativa, per spiegare la coltivazione e l’utilizzo delle varie parti della pianta, sia per l’ottenimento di fibra (macerazione, battitura, filatura) sia per l’uso alimentare (ottenimento del seme, spremitura olio e produzione farina). Dopo il pranzo alla Locanda Centrale di Ronco Canavese (locale che si fregia del marchio di qualità del Parco Nazionale Gran Paradiso), nel pomeriggio una guida del Parco Nazionale ha condotto i visitatori in una breve escursione dedicata alla biodiversità della Valle Soana e del Parco nazionale. È seguito l’incontro su “I segreti della canapa”, nel corso del quale sono stati approfonditi gli aspetti storici, scientifici, botanici e agricoli, le valenze alimentari e nutrizionali, gli usi nell’artigianato tradizionale con le calzature tradizionali “ahcapin” e nella bioedilizia, nel settore tessile e nella medicina). Lo chef Diego Bianchi della Locanda Centrale ha illustrato alcune ricette con l’utilizzo della canapa. Alcuni stand hanno consentito di approfondire l’utilizzo della canapa, sia tessile che alimentare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here