TORINO – Sono state due le rapine perpetrate da un cittadino marocchino di 35 anni nelle prime ore del mattino in meno di 2 km di distanza l’uno dall’altro.

In corso Principe Oddone angolo via Biella, l’uomo, in compagnia di altri connazionali, dapprima ha avvicinato un giovane, lo ha distratto, poi gli ha sottratto il telefono cellulare dalla tasca anteriore dei pantaloni. Il ragazzo, con l’aiuto di un parente che gli ha fatto squillare il telefonino, si è reso conto che il cellulare gli era stato rubato dal gruppetto e ne chiedeva la restituzione, ma è stato malmenato dagli stranieri ed uno di essi, a bordo di bici, è fuggito col telefono.

Pochi minuti dopo, lo stesso uomo ha aggredito in via Cigna una passante che si stava recando a lavoro. Lo straniero ha bloccato le braccia urlandole di consegnare la borsa. La donna ha chiesto aiuto mettendosi a gridare ed è stata raggiunta da due passanti, che hanno bloccato la violenza dello straniero. Mentre gli agenti della Squadra Volante giungevano sul posto, il rapinatore è riuscito a divincolarsi e scappare, ma gli operatori lo hanno immediatamente rintracciato.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Il trentacinquenne, con diversi precedenti di polizia, è stato trovato in possesso del telefono cellulare sottratto poco prima in corso Principe Oddone, oltre a 1620 euro, probabile provento di altre illecite attività. L’uomo è stato tratto in arresto per i reati di rapina aggravata e tentata rapina.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here