Usa: indice Pmi manifatturiero a 55,6 punti a settembre, oltre stime

Milano, 21 set. (AdnKronos) – Sale a 55,6 punti l’indice Pmi manifatturiero americano di settembre. Il dato preliminare è stato reso noto da Markit. Si tratta di un dato che supera le attese che indicavano 55 punti e si confronta con 54,7 della precedente rilevazione. Si tratta del livello più altro degli ultimi 4 mesi. cala invece l’attività del settore servizi con l’indice Pmi Markit che casa a 52,9 da 54,8 in agosto, Si tratta del livello più basso degli ultimi 18 mesi e delude le attese.

2018-09-21 16:04
Periferie: Confartigiano, in Veneto perduti 118 mln di euro (2)

(AdnKronos) – “La sospensione del Bando Periferie – sottolinea Bassani – genera inevitabilmente tre effetti negativi: il primo è sui cittadini che vedranno peggiorata la loro qualità della vita con questa brusca interruzione della pianificazione strategica del territorio. Il secondo effetto negativo è sulle imprese: gli interventi previsti sul territorio regionale avrebbero infatti coinvolto numerose piccole medie imprese locali. Terzo risvolto è che ancora una volta rischiamo di dare segnali preoccupanti all’esterno; non è infatti possibile che in un Paese si annulli, dall’oggi al domani, quanto fatto dai predecessori, mettendo in gioco la pianificazione del territorio”.

“Sconforta -conclude il Presidente – con quanta indifferenza si blocchino sviluppo, lavoro ed economia dei territori”.

2018-09-21 15:49
Periferie: Confartigiano, in Veneto perduti 118 mln di euro

Venezia, 21 set. (AdnKronos) – Con 151 voti favorevoli, 93 contrari e due astenuti, il Senato ha approvato stamani il decreto legge milleproroghe. Il provvedimento, convertito dal Senato dopo il passaggio alla Camera, ha ottenuto il semaforo verde definitivo. Il testo contiene, tra le altre, la misura che blocca 1,6 miliardi di euro destinati al cosiddetto “bando periferie”.

“Un dramma per il settore edile, anche quello artigiano – dichiara Paolo Bassani Presidente della federazione di mestiere della Confartigianato Imprese Veneto – In un sol colpo sono stati stralciati, solo in Veneto, 118 milioni di finanziamenti previsti che avrebbero interessato, in misura diversa, tutti e sette tra capoluoghi di provincia e città metropolitane. Il decreto differisce al 2020 (sospendendo la misura per il 2019) l’efficacia delle convenzioni sottoscritte dal governo Gentiloni con 96 sindaci di capoluoghi e Città metropolitane per un investimento complessivo di 1 miliardo e 600 milioni”.

“Condividiamo la preoccupazione dei sindaci coinvolti – prosegue Bassan i-, alcuni dei quali intendono ricorrere alle vie legali. In particolare non si capisce come mai il Governo non abbia tenuto conto dell’accordo raggiunto tra ANCI ed il Premier Conte per salvaguardare i progetti già in fase esecutiva”.

2018-09-21 15:49
Pmi: Fraulo (Crif Ratings), dopo balzo spread rischio credit crunch selettivo (3)

(AdnKronos) – Un problema, invece, che non vivranno le grandi imprese, che dovranno solamente affrontare un aumento dei prezzi in caso di emissioni obbligazionarie o di finanziamenti in pool da parte degli istituti di credito. “Il problema è per chi l’affidamento in banca lo vede sparire o cancellare”, continua Fraulo.

A questo scenario si aggiungono le incognite di una nuova possibile fiammata dello spread, con conseguenze pesanti sull’economia e la fiducia. Il banco di prova sarà la definizione della prossima manovra finanziaria, che potrebbe causare un’impennata o un rientro del differenziale su valori normali. Poi ci saranno le elezioni europee di fine maggio. “La battaglia sulla campagna elettorale per le europee -avverte la direttrice generale Corporate ratings di Crif Ratings- potrebbe innescare tensioni di matrice globale, con investitori americani o asiatici preoccupati più o meno dalla deriva che potrebbe effettivamente comportare un’affermarsi di forze di destra”.

Forze che hanno un’agenda comune anche sulla finanza e sulla politica monetaria, con il presidente della Bce, Mario Draghi, in scadenza a fine 2019. Gli elementi in grado di generare volatilità “sono tanti” e con un calendario serrato. “Si rischia quindi di essere esposti per un motivo o per un altro a una tensione che non fa bene a chi deve fare investimenti di lungo termine o alla famiglia che deve acquistare la casa o rifinanziare un mutuo”, conclude Fraulo.

2018-09-21 15:29
Pmi: Fraulo (Crif Ratings), dopo balzo spread rischio credit crunch selettivo (2)

(AdnKronos) – Ma il vero problema, avverte la direttrice generale Corporate ratings di Crif Ratings, “sarà l’accessibilità al credito. Si chiuderà sempre di più la forchetta e verranno beneficiate quelle imprese con una qualità del credito superiore”, una misura che consente alle banche di “non intaccare ulteriormente la necessità di accantonare patrimonio rispetto agli attivi”. Il problema quindi non sarà il maggior costo dei finanziamenti bancari, “ma il minor accesso da parte di quelle piccole e medie imprese, quelle che poi fanno la differenza in Italia, che non potranno più ampliare la leva dei finanziamenti”, sottolinea.

L’Italia rispetto al 2011 è finanziariamente più stabile e molte banche hanno effettuato aumenti di capitale, ma gli effetti di un allargamento dello spread rispetto ai Bund tedeschi “rimangono pressoché invariati, visto che l’ammontare del debito pubblico è rimasto lo stesso”, e visto che le banche, sempre al centro del finanziamento delle imprese e delle famiglie, “rimangono fortemente esposte e vulnerabili alla volatilità dello spread”.

Fra le imprese più a rischio Fraulo indica “quelle che hanno sofferto di più durante la crisi: quelle delle costruzioni e dell’edilizia. Queste imprese probabilmente saranno le prime a non riprendersi come era auspicabile”. Ma a soffrire potrebbero essere anche le pmi attive nel commercio al dettaglio, nei servizi, nei trasporti e nella logistica.

2018-09-21 15:29
Venezia: Inail, Ente Zona e Porto insieme per la sicurezza e la prevenzione (3)

(AdnKronos) – “A partire dall’esperienza del lavoro comune che ha dato luogo alla pubblicazione ‘Uso eccezionale di attrezzature di sollevamento materiali’ – ha aggiunto Daniela Petrucci Direttore Regionale INAIL del Veneto – l’idea del convegno era quella di valorizzare la collaborazione tra tutti gli attori della prevenzione coinvolti, realizzando un evento che stimolasse una riflessione approfondita su un ambito lavorativo caratterizzato da un’alta incidenza di infortuni e malattie professionali di elevata gravità. Dopo la riflessione comune di oggi, troveremo altri percorsi condivisi sempre finalizzati ad un lavoro più sicuro”.

“Come Ente Zona abbiamo partecipato con entusiasmo al convegno di oggi portando il contributo di esperienza delle nostre Aziende associate sui temi della sicurezza quando si opera in situazioni complesse come spesso avviene in ambito portuale e negli impianti chimici e petrolchimici”, ha dichiarato Sergio Lucchi, Presidente Ente Zona Industria di Porto Marghera.

2018-09-21 15:29
Venezia: Inail, Ente Zona e Porto insieme per la sicurezza e la prevenzione (2)

(AdnKronos) – Infine, una tavola rotonda ha posto l’accento sugli obiettivi della safety in prospettiva, moderata da Paolo Caputo, direttore del SUEM 118 dell’AULSS 3 Serenissima, e ha visto la partecipazione di rappresentanti dell’Autorità di Sistema Portuale, della Capitaneria di Porto, dell’Ente della Zona Industriale di Porto Marghera, del Dipartimento di Innovazione Tecnologica della Direzione Centrale dell’INAIL(Carlo de Petris), del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco(Fabio Dattilo), dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Veneto (Franco Mazzetto), dell’AULSS 3 Serenissima e operatori portuali.

“Abbiamo accolto immediatamente la proposta di INAIL di condividere con loro e con Ente Zona l’organizzazione di questa giornata – commenta il Presidente di ASPMAS Pino Musolino – perché, fin dal mio insediamento, sono stato un convinto sostenitore della sicurezza sul lavoro e della sicurezza del lavoro. Un porto sicuro infatti è anche un porto più efficiente e un porto più efficiente è un porto che crea occupazione. Per questo abbiamo incrementato le ispezioni nei terminal e puntiamo ad una formazione costante del personale”.

“Le attività di prevenzione e verifica nel Porto di Venezia – ha aggiunto l’Ammiraglio Piero Pellizzari, Comandante della Capitaneria di Porto di Venezia – seguono procedure serie e rigorose. E la Capitaneria di Porto di Venezia intende svolgere un ruolo attivo per garantire la sicurezza, in mare, a bordo nave e in banchina. Per questo la nostra presenza, anche a Porto Marghera, intende essere costante e collaborativa”.

2018-09-21 15:29
Venezia: Inail, Ente Zona e Porto insieme per la sicurezza e la prevenzione

Venezia, 21 set. (AdnKronos) – Si è tenuto oggi presso il Porto di Venezia il convegno “Prevenzione e sicurezza in un sistema complesso: le attività portuali”, realizzato a 6 mani dalla Direzione Regionale Veneto di Inail, dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale e dall’Ente della Zona Industriale di Porto Marghera, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Venezia. La giornata trae ispirazione dal documento tecnico elaborato da un gruppo di lavoro inter-istituzionale e pubblicato dall’INAIL lo scorso anno in merito a “Uso eccezionale di attrezzature di sollevamento materiali” e “Modalità operative per l’accesso degli operatori alla stiva delle navi”.

La pubblicazione è il risultato di un approccio interdisciplinare alla materia della prevenzione e safety in ambito portuale, con apporti dei vari operatori che quotidianamente lavorano, o sono comunque presenti nei loro rispettivi ruoli, in un ambiente complesso e dai molteplici rischi, se non affrontato in modo corretto e consapevole.

Il fitto programma della giornata si è sviluppato in tre sessioni: la prima, dedicata alle attrezzature tipicamente utilizzate nelle attività lavorative portuali ed al loro uso in sicurezza, coordinata da Luigi Monica del Dipartimento di Innovazione Tecnologica INAIL; la seconda incentrata sui profili di rischio relativi agli ambienti di lavoro tipici della realtà portuale, coordinata dal prof. Giovanni Finotto dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; mentre la terza ha approfondito la gestione delle emergenze ed è stata moderata dall’ing. Ennio Aquilino, comandante dei Vigili del Fuoco di Venezia.

2018-09-21 15:29
Papa: Alitalia accompagna Francesco a Vilnius

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Papa Francesco decollerà dall’aeroporto di Roma Fiumicino domani mattina alle ore 7.30 con il volo Alitalia AZ 4000 diretto a Vilnius per il Viaggio Apostolico nei Paesi Baltici. L’atterraggio è previsto all’aeroporto lituano alle ore 11.30 locali. Il volo sarà effettuato con un Airbus A320, intitolato ad “Aldo Palazzeschi”. All’aeroporto di Fiumicino, a salutare sottobordo il Santo Padre, ci sarà il commissario straordinario Luigi Gubitosi.

Ad accompagnare Papa Francesco, un equipaggio formato da tre piloti e sei assistenti di volo. Il supervisore delle attività di bordo sarà il comandante Alberto Colautti, capo dei piloti Airbus, 56 anni, friulano, ex elicotterista della Marina Militare, esperto in resilienza e processi cognitivi. Insieme a lui il comandante Francesco Tricomi, 57 anni, catanese, 16.000 ore di volo, ex ufficiale dell’Aeronautica Militare, già pilota delle Frecce Tricolori, coniugato, padre di Arianna, campionessa mondiale di sci free-ride; e il primo ufficiale Gabriele Rocco Arena, 43 anni, romano, oltre 8.000 ore di volo, già pilota della Polizia di Stato, figlio di una concertista, appassionato di musica, suona pianoforte e violino.

Con Papa Francesco, oltre alla delegazione pontificia, viaggeranno i rappresentanti della stampa italiana e internazionale. Presente a bordo anche il team Alitalia dedicato ai voli speciali. Dal 1964, in occasione del viaggio in Terra Santa di Paolo VI, Alitalia è la compagnia di riferimento della Santa Sede per i Viaggi Apostolici all’estero. Quello per Vilnius sarà il 171° volo papale effettuato da Alitalia.

2018-09-21 15:26
Incidenti: sulla A4 camion si intraversa, autostrada chiusa tra Portogruaro e Latisana

Venezia, 21 set. (AdnKronos) – Autostrada A4 chiusa fra Portogruaro e Latisana in direzione Trieste, chiuso anche l’allacciamento a Portogruaro per chi è diretto a Trieste a causa di un incidente accaduto verso le 14,30. Istituita l’uscita obbligatoria a Portogruaro. La dinamica è incerta: un camion, all’altezza dell’area di servizio di Fratta Sud, è finito di traverso occupando la carreggiata, bloccando il traffico. Sul posto sono intervenuti il personale di Autovie Venete, la Polizia Stradale e i soccorsi meccanici. Attualmente (ore 15) ci sono code di due chilometri fra San Stino di Livenza e Portogruaro in direzione Trieste.

2018-09-21 15:22


Rai: Paragone (M5S), cda libero vota Foa, Pd se ne faccia una ragione

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Il Pd, artefice del Patto del Nazareno, fa le pulci sul voto del Cda della Rai. Capiamo che a loro il profilo di Foa non piaccia, ma a un certo punto dovrebbero farsene una ragione”. Così, in una nota, Gianluigi Paragone, capogruppo M5S in Commissione Vigilanza Rai.

“Il Cda della Rai – prosegue – si è espresso liberamente, sfidando tutte le loro minacce. Dopo anni di lottizzazioni e una legge becera fatta nella speranza di perpetuarle evidentemente proprio non va giù che qualcuno possa agire diversamente. Vogliamo una Rai libera e per questo ci batteremo”.

2018-09-21 15:11
Bekaert: Fiom, a giorni decreto cigs, è primo risultato

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Il Governo ha ribadito oggi che la cassa integrazione straordinaria per cessazione di attività sarà reinserita con l’emanazione di un decreto che a giorni verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale”. A riferirlo, a margine dell’incontro che si è svolto oggi al Mise sulla vertenza Bekaert di Figline e Incisa Valdarno, sono la segretaria generale della Fiom-Cgil Francesca Re David e il segretario generale della Fiom-Cgil di Firenze Daniele Calosi. “Questo è un primo risultato costruito e raggiunto grazie alla lotta dei lavoratori della Bekaert che porterà un beneficio per tutti coloro che si trovano nella stessa condizione”, sottolineano.

“Per la Fiom – dicono Re David e Calosi – la cassa integrazione è condizione necessaria per far ripartire la trattativa, senza ammortizzatore non potrà esserci accordo. Il decreto darà anche il via al percorso di re industrializzazione rispetto al quale aspettiamo ancora un’assunzione di responsabilità da parte di Pirelli perché riteniamo paradossale che Bekaert abbia acquisito lo stabilimento da un competitor ma non intenda vendere a un concorrente. Il Governo si è impegnato a riconvocare il tavolo prima del 3 ottobre, giorno in cui scade la procedura. Auspichiamo una convocazione tempestiva e in presenza del decreto”.

2018-09-21 14:32
Autostrade: Toninelli, questione concessioni è vicenda sconvolgente

Torino, 21 set. – (Adnkronos) – “La questione delle concessioni autostradali è forse la cosa più sconvolgente che ho trovato al ministero innanzitutto perché i contratti con cui lo Stato ha dato un bene pubblico ai privati, le strade erano di fatto scritte dai privati e in cui i privati guadagnavano tanto e i rischi sociali e i costi rimanevano in capo allo Stato”. Così, interpellato a margine di un evento a Torino, il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che questa mattina a partecipato nel capoluogo piemontese a un seminario organizzato dall’Authority dei trasporti.

Toninelli ha quindi ribadito che “vanno completamente cambiati, abbiamo iniziato a farlo nel decreto Genova dove l’autorità di regolazione dei trasporti, che ha analisi tecniche sommate le quali esce il costo del pedaggio, interverrà anche sulle concessioni in essere. Nei prossimi mesi e anni, quindi, non solo non ci saranno aumenti ma quasi certamente diminuzioni dei pedaggi”.

2018-09-21 14:32
Bekaert: Fim, subito decreto su cig, a rischio 318 lavoratori (2)

(AdnKronos) – “L’azienda – dice Uliano – si è resa disponibile al momento a dare incentivi per la ricollocazione dei lavoratori del sito. Insistiamo infatti che è altrettanto importante e indispensabile che venga messa a disposizione l’area industriale, in particolare per quelle aziende interessate alla reindustrializzazione. Abbiamo chiesto infatti a Bekaert di dare priorità alle attività già presenti nel sito interessate. L’azienda ha dato finalmente la disponibilità in questo senso per un’attività”.

“Un’apertura importante che apre una prospettiva industriale che riguarda la produzione del Filo tubi e non a quella dell’attività Steell Cord. Abbiamo ottenuto inoltre la disponibilità a mantenere attivo e produttivo il sito sino al 31 dicembre prossimo. Naturalmente tutto questo è vincolato dal decreto sulla cassa integrazione che dovrà essere predisposto nei prossimi giorni. L’obiettivo sindacale – ribadisce Uliano -resta quello che nessun lavoratore rimanga in mezzo alla strada, ogni lavoratore deve avere una risposta positiva in termini di reddito e occupazione. L’accordo e la trattativa sono indispensabili per dare queste risposte che con forza rivendichiamo”.

2018-09-21 14:17
Bekaert: Fim, subito decreto su cig, a rischio 318 lavoratori

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Ci sono a rischio 318 lavoratori che senza il decreto di cassa integrazione per cessazione, promesso dal ministro Di Maio, saranno licenziati il 3 di ottobre prossimo senza alcuna prospettiva”. A lanciare un nuovo allarme sulla vertenza Bekaert, è il segretario nazionale della Fim Cisl, Ferdinando Uliano, al termine della manifestazione dei lavoratori Bekaert sotto il Ministero dello Sviluppo Economico in cui si è tenuto questa mattina il tavolo sulla multinazionale belga.

“Durante l’incontro – riferisce Uliano – il governo si impegnato a convocare le parti nelle prossime ore non appena il decreto verrà emanato dal Consiglio dei Ministri. Nell’incontro abbiamo preteso comunque una convocazione prima del 3 di ottobre, qualora il decreto non venisse emanato nei prossimi giorni”.

“Mentre ai vertici aziendali – prosegue Uliano – abbiamo rivendicato la necessità che Bekaert si impegni a mettere a disposizione gli immobili, oggi di sua proprietà, gratuitamente o comunque con vantaggi economici sostanziosi per le aziende che presenteranno piani di reindustrializzazione dell’area. Un prezzo che la multinazionale deve pagare al territorio dopo l’annuncio improvviso della chiusura e delocalizzazione delle produzioni di Figline in Romania e Romania”.

2018-09-21 14:17
Periferie: P.Chigi, resta impegno governo per interventi già in corso

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Si conferma “la determinazione del Governo a giungere a una soluzione nella direzione già preannunciata, inserendo un emendamento nel corso dell’esame parlamentare di uno dei provvedimenti di urgenza adottati dall’esecutivo”. Così una nota di Palazzo Chigi, interviene sulla questione periferie dopo il confronto con l’Anci delle settimane scorse.

“Con riguardo al cosiddetto Piano periferie e alla sospensione dell’efficacia delle convenzioni in essere per 96 comuni capoluogo di provincia e città metropolitane – si legge nella nota diramata – va rilevato che la conferenza unificata non ha potuto affrontare il nodo del bando periferie per un impedimento tecnico-amministrativo legato ai tempi di approvazione del decreto Milleproroghe, ma resta fermo l’impegno del Governo per fare chiarezza sul quadro costituzionale e finanziario di riferimento e per garantire il finanziamento delle spese relative agli interventi già in corso di attuazione”.

2018-09-21 14:10
Palermo: bimbo picchiato a scuola, preside ‘valuteremo azioni disciplinari’ (2)

(AdnKronos) – Lunedì Cona ha convocato un consiglio di classe straordinario per discutere del caso. “Ascolteremo i due ragazzini e i loro genitori – spiega – e valuteremo eventuali azioni disciplinari per l’aggressore”. Per il 15enne potrebbero scattare i ‘servizi sociali utili’ dentro la scuola oppure la sospensione. Intanto, la scuola ha già attivato la psicopedagogista delll’istituto per avviare “una discussione dentro la classe sul tema della violenza e del rispetto degli altri – spiega il preside che solo dall’inizio dell’anno è alla guida dell’istituto -. Ci riserviamo di avviare anche un percorso con gli assistenti sociali che lavorano con la Procura per coinvolgere tutti i ragazzi. La nostra è una scuola tranquilla – conclude -, dove non si sono mai registrati simili episodi ma è importante coinvolgere gli studenti e lavorare sul rispetto dei diritti di tutti”.

2018-09-21 13:31
Palermo: bimbo picchiato a scuola, preside ‘valuteremo azioni disciplinari’

Palermo, 21 set. (AdnKronos) – “Non credo si possa parlare di bullismo, ma in ogni caso è un deprecabile atto di violenza che va condannato con fermezza”. A dirlo all’Adnkronos è Luigi Cona, dirigente scolastico del ‘Damiani Almeyda Crispi’ di largo Mineo, a Palermo, l’istituto tecnico frequentato dal tredicenne autistico picchiato da un compagno di classe 15enne che ha provocato al bambino ferite giudicate guaribili in sette giorni. L’aggressione è avvenuta fuori dal plesso scolastico ed è stato necessario l’intervento dei carabinieri che hanno fatto scattare la denuncia per il più grande. I due ragazzini, iscritti al primo anno dell’istituto, avevano avuto un battibecco in classe. Il 15enne, nato a Palermo da genitori dello Sri Lanka, aveva spinto il compagno di classe, ma l’intervento dell’insegnante e della docente di sostegno aveva immediatamente riportato l’ordine.

Fuori dalla scuola, però, la lite è continuata e dalle parole i due studenti sono passati rapidamente alle mani. Ad avere la peggio proprio il 13enne che ha dovuto ricorrere alle cure dei medici. “Abbiamo immediatamente convocato il 15enne che si è dimostrato subito dispiaciuto per quanto era accaduto. Si è detto pronto a chiedere scusa al compagno” racconta il preside.

2018-09-21 13:31
Governo: Martina, da Cda Rai a condoni, M5S a servizio Salvini-Cav

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Ormai vertici 5 Stelle al servizio del patto Salvini-Berlusconi. Dalla Rai, ai condoni per gli evasori, alle elezioni amministrative, si decide tutto ad Arcore #ritorni”. Lo scrive su twitter il segretario del Pd, Maurizio Martina.

2018-09-21 13:25
Ryanair: Federconsumatori, Antitrust ci dà ragione su bagagli (2)

(AdnKronos) – “Anche l’Autorità ha rilevato, così come da noi segnalato, che le continue modifiche apportate al regolamento creano confusione negli utenti e aumentano ‘il rischio di incorrere in sovraccosti'”, evidenzia ancora Federconsumatori.

“Naturalmente Federconsumatori accoglie con favore l’intervento dell’Antitrust e, considerando che RyanAir non è nuova a comportamenti non esattamente corretti e trasparenti, esortiamo gli utenti a scegliere con cura il vettore al momento dell’acquisto del biglietto, comparando con la massima attenzione il prezzo finale, e a segnalarci qualsiasi tipo di problematica con la compagnia”, conclude l’associazione dei consumatori.

2018-09-21 13:09
Ryanair: Federconsumatori, Antitrust ci dà ragione su bagagli

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “L’Authority ci dà ragione: la nuova policy è scorretta e ingannevole”. A sottolinearlo è Federconsumatori commentando l’annuncio dell’avvio del procedimento Antitrust contro RyanAir in seguito “alla nostra segnalazione delle scorse settimane sul nuovo regolamento tariffario per il trasporto dei bagagli a mano che sarà in vigore dal 1 novembre”.

“Nel momento in cui è stata annunciata la possibilità di portare a bordo gratuitamente solo una piccola borsa personale e l’obbligo di pagare una cifra compresa tra 8 e 10 euro per il trasporto del classico trolley da cabina, abbiamo richiamato l’attenzione dell’Authority su un comportamento che costituisce a tutti gli effetti una pratica commerciale scorretta e ingannevole”, afferma Federconsumatori.

“L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato – riferisce l’associazione – ha chiesto chiarimenti a RyanAir, prospettando sanzioni pecuniarie e confermando la pressoché inesistente trasparenza tariffaria che caratterizza i prezzi imposti dalla compagnia irlandese: l’Agcm, dandoci pienamente ragione, ha sottolineato che il trasporto del bagaglio a mano è da considerare come un ‘elemento indispensabile del servizio di trasporto passeggeri’, quindi l’imposizione di un sovrapprezzo provoca una “falsa rappresentazione del reale costo del biglietto” che incide sulla comparazione con i prezzi applicati dalle altre compagnie”.

2018-09-21 13:09
Governo: Toninelli, Di Maio in economy è bell’esempio

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Il volo in Cina in classe economica del vicepremier, Luigi Maio, “per me è una non notizia”. Ad affermarlo è il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, parlando a 24Mattino su Radio 24. “Un vicepremier che vola in economy per un importante appuntamento diplomatico è un bell’esempio”, dice Toninelli.

2018-09-21 12:58
Stadio Roma: Pd, infondato finanziamento illecito e fattura a Parnasi

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “In relazione a quanto riportato oggi dai media, il Tesoriere nazionale del Pd Francesco Bonifazi, intende chiarire che, in riferimento al presunto finanziamento illecito al Pd o alla presunta falsità della fattura emessa nei confronti di una società di Parnasi, le ipotesi sono infondate”. Si legge in una nota del Pd.

“La Fondazione Eyu è giuridicamente, economicamente e nella sostanza, totalmente autonoma dal Partito. Le risorse che vengono raccolte con le diverse attività servono alla fondazione, per il pagamento dei suoi collaboratori, per il costo dei prodotti (in primis la rivista trimestrale) e per le tante iniziative che svolge (consultabili sul sito). La fattura in questione esiste ed è relativa ad uno studio consegnato al committente in data 2/5/2018, regolarmente contabilizzata con relativo contratto. La fattura ha un ammontare che corrisponde esattamente a quanto incassato dalla Fondazione per la cessione del citato studio. Su tale fattura è stata versata regolarmente l’IVA e corrisposte tutte le imposte dirette”, si spiega.

“Le risorse raccolte dalla Fondazione attraverso lo svolgimento delle sue attività non sono mai state trasferite al Partito, come si può facilmente verificare sia nei bilanci del Pd, sia in quelli della Fondazione (depositati presso gli uffici di Montecitorio e consultabili on line), sia ancora nel rendiconto elettorale depositato presso la Corte dei Conti, sia infine nei conti correnti del Pd e della Fondazione. Come tutte le altre entrate, anche quelle relative alla fattura in oggetto sono servite alla vita e al funzionamento della Fondazione”, si conclude.

2018-09-21 12:50
Moda: nel primo semestre export Milano di 3,4 mld, +5,4%

Milano, 21 set. (AdnKronos) – Nei primi sei mesi dell’anno l’export del settore della moda della Lombardia ha toccato i 6,6 miliardi di euro, in aumento del 3,4% rispetto al primo semestre del 2017. Milano traina il settore italiano con esportazioni per 3,4 miliardi in sei mesi, in crescita del 5,4%. Seguono Firenze (2,9 miliardi), Vicenza (2,3 miliardi), Treviso (1,2 miliardi) e Prato (1,1 miliardi). Tra le prime 20 città, secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, compaiono anche Como (726 milioni), Bergamo e Varese con mezzo miliardo.

E se l’abbigliamento rappresenta un terzo delle esportazioni totali lombarde e supera i 2 miliardi, sono le borse e le calzature a registrare gli aumenti più forti: rispettivamente del 14,2% e del 12,2%. Per l’Italia la prima meta dell’export è la Francia, seguita da Svizzera, Germania e Stati Uniti. Per la Lombardia prima destinazione sono gli Stati Uniti, seguiti da Francia, Hong Kong, Cina e Germania. E per Milano la prima meta delle esportazioni sono gli Stati Uniti, con 466 milioni di export, seguiti da Hong Kong (380 milioni), Cina (363 milioni) e Giappone (260 milioni).

“Il comparto della moda -spiega Sergio Rossi, direttore di Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi- si conferma uno dei settori prioritari dell’export regionale e nazionale con un trend costantemente positivo. Oltre a consolidare il proprio posizionamento nelle destinazioni tradizionali, i prodotti Made in Italy stanno conquistando importanti fette di mercato anche in paesi fino a qualche anno fa poco ricettivi come Hong Kong, Singapore e Cina”.

2018-09-21 12:48
Salvini: “Con dl sicurezza migranti non faranno i furbetti”

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Sarà più difficile fare i furbetti per gli immigrati che arrivano in Italia. Se fai domanda d’asilo e prendi a pugni un giornalista o un poliziotto, la domanda d’asilo te la strappo e torni nel tuo Paese”. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini oggi a Genova, parlando dell’approdo lunedì in Cdm del decreto Sicurezza. Sui suoi contenuti, ha aggiunto il vicepremier: “Penso che rispetti costituzione, buon senso, trattati e diritti umani. Togliamo alcune furbate che regalavano alcuni permessi a migliaia di immigrati”.

“Questa mattina a Palazzo Chigi – ha aggiunto il ministro, reduce dalla riunione di governo di questa mattina a Palazzo Chigi – ho preso un gradevolissimo caffè col presidente del Consiglio per limare alcuni passaggi del Decreto Sicurezza. Finalmente dopo mesi di lavoro, lunedì ore 10, tornato Di Maio, tornato Conte, arriverà in consiglio dei ministri”.

“Nessuna polemica – ha poi sottolineato -, mi sembra che non ci siano ostacoli né del Quirinale né da M5S. Ci sono alcune correzioni tecniche che ci hanno chiesto di fare, è un decreto con chiara impronta del ‘prima gli italiani'”.

“Abbiamo aperto il portafogli e il cuore: Genova e l’Italia non cercano vendetta ma giustizia. L’importante è ricostruire il ponte bene, seriamente e velocemente”, ha poi affermato il ministro rispondendo ai giornalisti e commentando l’iter di revoca della concessione ad Autostrade. “Ora – ha aggiunto – ci sarà un commissario, che non invidio e che dovrà essere bravo, veloce fortunato e competente per fare quello che tutta Italia si aspetta. Non fatemi dare nomi prima che vengano condivisi con gli enti locali”.

2018-09-21 12:44
Stadio Roma: Di Maio, Bonifazi indagato, legge trasparenza necessaria

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “La nostra legge per la trasparenza sui finanziamenti ai partiti è sempre più necessaria. È ora di smetterla di usare le fondazioni per finanziare occultamente i partiti. Presto non sarà più possibile. E se qualcuno ha sbagliato è giusto che finalmente paghi”. Lo scrive su Facebook il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio commentando la notizia dell’indagine a carico di Francesco Bonifazi, tesoriere del Pd.

2018-09-21 12:25
Ponte Morandi: Toninelli, decreto Genova in Gu in prossime ore

Roma, 21 set. (AdnKronos) – “Il decreto è pronto verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale nelle prossime ore”. Così il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a 24Mattino su Rado 24. “Stiamo dialogando con l’Unione europea perché la ricostruzione del Ponte Morandi di Genova abbia il timbro dello Stato senza una gara che permetterebbe ad Autostrade di ricostruirlo”, ha detto il ministro.

2018-09-21 12:23
M5S: Casaleggio in Sardegna, convention su cittadinanza digitale

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Davide Casaleggio in Sardegna -nel piccolo comune di Calasetta- per parlare di cittadinanza digitale. La convention, organizzata dal figlio del cofondatore del M5S Gianroberto, è aperta a una platea ristretta di una cinquantina di iscritti all’appuntamento.

2018-09-21 12:17
M5S: Casaleggio in Sardegna, convention su cittadinanza digitale

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Davide Casaleggio in Sardegna -nel piccolo comune di Calasetta- per parlare di cittadinanza digitale. La convention, organizzata dal figlio del cofondatore del M5S Gianroberto, è aperta a una platea ristretta di una cinquantina di iscritti all’appuntamento.

2018-09-21 12:17
Veneto: assessore Lanzarin, per Alzheimeir grandi investimenti nel sollievo (2)

(AdnKronos) – Studi specifici su campioni di soggetti affetti da decadimento cognitivo con problematiche nella sfera dell’orientamento spazio/tempo, della memoria e dell’attenzione, hanno dimostrato che le tecniche di assistenza mediante attività di stimolazione cognitiva, musicoterapia, psicomotricità, arteterapia, yoga e fisioterapia di gruppo producono effetti di stabilizzazione della situazione di decadimento e, per alcune funzioni, anche un tendenziale miglioramento: orientamento nello spazio e nel tempo, nella comprensione verbale e nell’umore.

“La prima battaglia da vincere è quella contro l’isolamento e lo scoraggiamento – ha esortato l’assessore – È dimostrato che inattività e solitudine possono comportare un peggioramento complessivo delle funzioni di memoria, orientamento ed equilibrio. I Centri Sollievo sono una prima risposta per rompere il muro del silenzio e per offrire alle famiglie il supporto di persone competenti e di attività che aiutino i loro familiari a mantenere dignità e qualità di vita”.

2018-09-21 12:08


Veneto: assessore Lanzarin, per Alzheimeir grandi investimenti nel sollievo

Venezia, 21 set. (AdnKronos) – “La ricerca ha ancora molta strada da fare per dare una risposta a demenze e Alzheimer, ma intanto la nostra sfida quotidiana è dare sollievo alle famiglie e ai malati, offrendo loro occasioni di incontro, socializzazione e riabilitazione. Una sfida possibile, attraverso l’impegno congiunto di Regione, Ulss, Comuni e associazioni e volontari”. E’ il messaggio che l’assessore al Sociale della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, ha voluto lanciare oggi, in occasione della 25° giornata mondiale dell’Alzheimer, inaugurando il nuovo Centro Sollievo di Rosà, in piazza Mazzini, e intervenendo al convegno a Sarmeola di Rubano “Insieme. Molto è ancora possibile” promosso da associazioni, strutture e servizi padovani per l’Alzheimer. 

In Veneto continua a crescere la ‘rete’ regionale dei Centri Sollievo, sostenuta e finanziata dalla Regione: con 155 strutture presenti nelle diverse province venete (erano 106 nel 2015), la rete dei Centri Sollievo mobilita 153 associazioni, oltre 1200 volontari, e offre assistenza ad un migliaio di persone affette da Alzheimer e da patologie di decadimento cognitivo. La Regione Veneto, dal 2013 ad oggi, ha investito 4.650.000 euro per consolidare i progetti di ‘Sollievo’ e sviluppare nuovi centri e servizi.

“Sono in arrivo nuove linee guida regionali per incrementare i servizi di Sollievo e di accompagnamento dei malati e delle famiglie – ha annunciato l’assessore – Con gli ultimi provvedimenti si è inteso rafforzare le forme di integrazione tra i servizi delle aziende sanitarie competenti in materia e i centri sollievo per riqualificare i protocolli di presa in carico degli assistiti e la formazione dei volontari negli interventi di riabilitazione”.

2018-09-21 12:08
Ciclismo: Moretti (Pd), Mondiali a Vicenza, altro fallimento del governo gialloverde

Vicenza, 21 set. (AdnKronos) – “I mancati Mondiali di ciclismo a Vicenza sono un altro fallimento del Governo gialloverde, quello ‘amico dei veneti’. È inutile che ora Zaia, ora l’assessore Corazzari, continuino con la logica dello scaricabarile: il Pd non governa più da febbraio, spettava a Lega e Cinque Stelle, insieme alla Regione, il ruolo di promotore e sostenitore. Come avevano fatto durante la campagna elettorale per le Comunali a sostegno di Rucco sia Zaia che Salvini. Invece, ‘passata la festa, gabbato lo santo’”. Lo afferma Alessandra Moretti, Consigliera regionale del Partito Democratico, che interviene con una nota “sui Mondiali assegnati all’Italia, ma rimasti in sospeso per mancanza di garanzie e adesso saltati perché i soldi del Governo sono arrivati fuori tempo massimo. Non si tratta di una novità dell’ultima ora, le scadenze erano note, ma si è preferito decidere di non decidere, con questi risultati. E Zaia non ha detto una sola parola. Non bastava il pasticcio delle Olimpiadi con la candidatura di Cortina sbandierata ai quattro venti e rimasta prigioniera delle liti tra leghisti e grillini per una spartizione politica che non ha niente a che vedere con lo sport”.

“La smettano di fare propaganda – conclude la Consigliera Moretti – e a ripetere ‘e allora il Pd’ per mascherare la propria incapacità di governare. Un’incapacità che sta già facendo danni non solo al Veneto ma a tutto il Paese”.

2018-09-21 12:07
Foa bis, via libera del Cda Rai

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Via libera dal Cda della Rai al Foa bis. Il consiglio d’amministrazione riunitosi a Viale Mazzini ha votato la nomina di Marcello Foa, con 4 voti a favore, un voto contrario e un astenuto.

Ora, per diventare effettiva, la nomina del presidente dovrà ottenere il parere favorevole di una maggioranza qualificata (almeno i due terzi) della commisisone di Vigilanza.

È la seconda volta che Marcello Foa viene votato per la presidente della maggioranza del Cda. Era già accaduto il 31 luglio scorso (sempre con voto a maggioranza) ma poi il primo agosto la nomina non aveva ottenuto il placet della Vigilanza, dove sia Pd che Leu e Forza Italia non avevano votato.

La nomina di oggi segue l’approvazione, avvenuta mercoledì scorso, di una risoluzione della stessa Vigilanza che invitava il Cda di Viale Mazzini a procedere alla nomina del presidente dell’azienda entro mercoledì prossimo, senza escludere la candidatura di Marcello Foa. La risoluzione, approvata con i voti a favore di Lega, M5S e Fratelli d’Italia, l’opposizione di Pd e Leu e l’astensione di Forza Italia, invitava anche il presidente in pectore a presentarsi in audizione a San Macuto prima del nuovo voto che dovrà rendere effettiva la nomina. Questa volta dovrebbero essere i voti di Forza Italia a permettere l’approvazione del parere positivo su Foa con una maggioranza dei due terzi della commissione.

2018-09-21 12:05
Foa bis, via libera del Cda Rai

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Via libera dal Cda della Rai al Foa bis. Il consiglio d’amministrazione riunitosi a Viale Mazzini ha votato la nomina di Marcello Foa, con 4 voti a favore, un voto contrario e un astenuto.

2018-09-21 12:00
Di Maio: “Reddito cittadinanza solo a italiani”

Roma, 21 set. (AdnKronos) – Il reddito di cittadinanza? Sarà solo per i “cittadini italiani”. Lo assicura il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, che in un’intervista a Radio Anch’io ha deciso di rispondere così al titolare dell’Economia, Giovanni Tria, che ieri in audizione al Senato aveva specificato come la misura sarebbe stata rivolta anche agli stranieri.

“Noi abbiamo corretto la proposta di legge che avevamo presentato anni fa, nel 2014. E’ singolare che ritorni in auge. Già nel 2016 l’abbiamo modificata. Stiamo lavorando sulla platea. E’ logico che la devi restringere ai cittadini italiani”, ha detto Di Maio, perché per l’assegnazione del reddito “è chiaro che è impossibile, con i flussi migratori irregolari, non restringere la platea e assegnare il reddito di cittadinanza ai cittadini italiani”.

”Ormai – ha poi continuato il minsitro del Lavoro parlando di deficit nel giorno del vertice di governo sulla manovra – diamo per scontato che la politica non fa quello che promette in campagna elettorale. Noi, invece, faremo quello che abbiamo promesso. Oggi si tiene una riunione sulla legge di bilancio. Il tema non è sforare il deficit, ma invece quante risorse ci servono per fare le cose che abbiamo promesso in campagna elettorale. Lo faremo con tagli agli sprechi, ma anche se facciamo un po’ di deficit, poi cresceremo il prossimo anno e rilanciamo l’economia. Questo governo lavora ad una legge di bilancio che mette al centro gli italiani e non le lobby e le banche”.

2018-09-21 11:05
Ciclone spazza estate

(AdnKronos) – Conto alla rovescia per l’equinozio e tempo proiettato all’ormai prossimo autunno. L’estate, ahinoi, sta davvero finendo e questo week end darà l’inevitabile avvio alla nuova fresca stagione, anche se non in tutta Italia. A dirlo gli esperti de ilMeteo.it, che spiegano come le conseguenze di un mini ciclone mediterraneo in formazione proprio in queste ore tra il basso Tirreno e il Canale di Sardegna andranno esaurendosi proprio in concomitanza con l’inizio del weekend. Esattamente quando l’anticiclone di matrice mista tra Azzoriano e africano tornerà protagonista su buona parte dell’Italia.

SABATO – Analizzando nel dettaglio la situazione per la giornata di domani, avremo una prevalenza di tempo stabile, con tanto sole su buona parte del Paese. Vista la provenienza della massa d’aria dalle coste africane, il caldo sarà ancora molto intenso soprattutto in considerazione della fase dell’anno in cui ci troviamo: ci attendiamo, infatti, valori prossimi ai 30°C soprattutto in Romagna, Marche, Puglia e Lazio.Attenzione però, avvertono gli esperti, al nuovo colpo di scena: il campo di alta pressione subirà infatti un cedimento, e subito ne approfitteranno le correnti più fredde nord orientali che entreranno impetuose dalla porta della Bora con raffiche a 70km/h da Trieste verso Venezia e l’alto Adriatico fino in Romagna e Marche innescando temporali, colpi di vento e grandinate dal Friuli Venezia Giulia verso il Veneto. Successivamente, spiega ancora ilMeteo.it, si avvertirà inoltre un notevole abbassamento delle temperature di 5/10 gradi circa che dilagherà dal Nordest verso il resto del Nord e del Centro a partire dalle coste adriatiche.

DOMENICA – Per la domenica, gli esperti non escludono la possibilità di qualche rovescio sulle zone interne tra Romagna, Marche e Abruzzo, in locale sconfinamento fin sulle coste. Sul resto dell’Italia, invece, ancora tanto sole. Farà ancora caldo al Centro e soprattutto al Sud, dove localmente si potrebbero toccare anche i 32°C sulla Puglia.

2018-09-21 11:00
Nautica: +12% fatturato nel 2017

Genova, 21 set. (Adnkronos) – “I dati sul 2017 hanno visto un 12,8% di crescita del fatturato globale dell’industria nautica, comprensivo di cantieristica, accessori e produzione dei motori”. Così Stefano Pagani Isnardi, responsabile ufficio studi di Ucina – Confindustria nautica, nel presentare i dati di ‘Nautica in Cifre’ durante la giornata inaugurale della 58esima edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova.

“Come ogni anno Nautica in cifre ci fa vedere l’andamento del mercato nell’anno precedente – continua Pagani Isnardi – Andando a vedere la crescita negli ultimi anni, che continua dal 2013, siamo a un +60% in questi 4 anni, quindi un dato estremamente positivo che speriamo venga confermato dal buon andamento dei saloni nautici autunnali in modo che anche il 2018 sia positivo come gli ultimi”.

“Puntiamo sulla conferma del prodotto made in Italy all’estero – ha concluso  – che è il numero uno al mondo, ma per crescere ulteriormente è necessario riprendere il mercato interno che è mancato negli anni di crisi. Abbiamo ottimi dati sul leasing nautico, uno strumento essenziale per lo sviluppo e il finanziamento dei contratti di vendita delle barche in Italia, solo nel 2017 c’è stato un +58% e ci sono dati positivi fino ad agosto di quest’anno e siamo convinti sia un buon inizio per riprendere il mercato in Italia”.

2018-09-21 10:42
Di Maio: “Quest’anno deficit, poi la crescita”

Roma, 21 set. (AdnKronos) – ”Ormai diamo per scontato che la politica non fa quello che promette in campagna elettorale. Noi, invece, faremo quello che abbiamo promesso. Oggi si tiene una riunione sulla legge di bilancio. Il tema non è sforare il deficit, ma invece quante risorse ci servono per fare le cose che abbiamo promesso in campagna elettorale. Lo faremo con tagli agli sprechi, ma anche se facciamo un po’ di deficit, poi cresceremo il prossimo anno e rilanciamo l’economia. Questo governo lavora ad una legge di bilancio che mette al centro gli italiani e non le lobby e le banche”. A dirlo a Radio Anch’io è il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, che interviene mentre a Palazzo Chigi è in corso un vertice di governo sulla manovra. Al tavolo con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il vicepremier Matteo Salvini – nel frattempo partito per Genova, per visita il Salone nautico -, e il ministro dell’Economia Giovanni Tria. Presenti inoltre il ministro per i Rapporti con il parlamento e la democrazia diretta Riccardo Fraccaro, quello degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, e quello per gli Affari europei Paolo Savona.

2018-09-21 09:49
Morto il presidente vietnamita Tran Dai Quang

Hanoi, 21 set. (AdnKronos/Dpa) – E’ morto all’età di 61 anni, a seguito di una “grave malattia”, il presidente vietnamita Tran Dai Quang. Lo ha annunciato il governo di Hanoi, precisando che il presidente si è spento al 108 Military Central Hospital ma non fornendo ulteriori dettagli sulla malattia di cui soffriva. Da tempo in Vietnam circolavano voci sulle condizioni di salute di Quang, senza che queste venissero mai confermate, data la segretezza che tradizionalmente circonda la vita privata dei politici.

Ministro della Pubblica sicurezza nel 2011, dopo aver salito tutti i gradini della carriera all’interno dell’agenzia per la sicurezza vietnamita, era stato eletto presidente – incarico che in Vietnam ha un ruolo per lo più cerimoniale – nel 2016.

2018-09-21 08:17

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here