FELETTO – Ancora un episodio di violenza a Feletto.

Dopo l’aggressione avvenuta in Comune al vice Sindaco Fabio Forneris, un altro sconcertante episodio è avvenuto a Feletto, venerdì sera durante la Festa Patronale di San Vittorio, dove, a subire un’aggressione, è stato un Volontario della Protezione Civile La Fenice, che si trovava in servizio durante la manifestazione. Un altro volontario è stato strattonato.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Andiamo per ordine. Durante la serata è scoppiata una piccola rissa. I due volontari, restando a debita distanza, hanno contattato via radio la Polizia Municipale. La litigata è subito cessata. A quel punto un ragazzo minorenne, si è avvicinato al primo volontario e gli ha sferrato un pugno sul volto. Il volontario non ha reagito e si è girato per allontarsi, a quel punto il ragazzo l’ha colpito una seconda volta sulla testa. Subito bloccato da alcune persone, mentre lo stavano allontando, ha strattonato il secondo volontario di Protezione Civile.

Ancora una volta un’aggressione immotivata, che crea un enorme sconcerto.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

“Sono addolorato per quanto è accaduto – dichiara Leonardo Capuano in duplice veste: quella di Presidente del gruppo La Fenice e quella di vice Presidente del Coordinamento Territoriale –
Il volontario aggredito non si è comportato da codardo, ma ha obbedito alle mie raccomandazioni, quelle di non lasciarsi trascinare dall’istinto di una reazione che capovolge la situazione portandolo dalla ragione al torto. I volontari indossano una divisa, prestano un servizio volontario e gratuito e devono essere tutelati e protetti. Noi abbiamo le porte aperte per ricevere le dovute scuse, in caso contrario dovremo procedere legalmente. Non è possibile che una persona che mette il proprio tempo, volontariamente, a disposizione della cittadinanza, debba essere aggredito. Questo è un atto deplorevole che non deve assolutamente capitare. Non intendo dare adito all’interpretazione che aggredire un volontario possa passare come gesto impunito. E questo vale per tutti i volontari. Il volontario non deve sentirsi demotivato per questi avvenimenti.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here