spot_img
sabato 25 Settembre 2021
sabato, Settembre 25, 2021

TORINO – Vandalizzata con scritte la lapide a Giuseppe De Masi, vittima Thyessenkrupp (FOTO)

Dolore, rabbia e amarezza per il gesto

TORINO – “Pretendo delle scuse, questo è un atto vergognoso. Sarà anche stata una ragazzata, ma non si scrivono certe stupidate su una lapide e poi magari la prossima volta non si accontentano di scrivere ma la prendono a martellate”.

[rev_slider alias=”paonessa”]

È infuriata Rosina Platì la mamma di Giuseppe Di Masi il 26 enne che perse la vita quella maledetta notte del 6 dicembre 2007, nel rogo della Thyssenkrupp di Torino.

“In questo campetto di via Ponderano mio figlio veniva a giocare a pallone e qui sorge la panchina che l’Amministrazione comunale e la Circoscrizione 5 ha voluto dedicare otto anni fa alla sua memoria”. Ieri mattina il segretario nazionale dell’associazione Libertà di Parola Marco Lo Coco ha notato le scritte e le ha segnalate alle autorità competenti.

[su_slider source=”media: 162328,150947,143165″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“I nostri genitori ci hanno donato educazione e rispetto – scrive sulle pagine social l’ex deputato e operaio della Tyssen Antonio Boccuzzi – I vostri sono stati avari e non vi hanno dato ne l’una né l’altro. Siete stati fortunati perché non siete stati beccati sul fatto dal sottoscritto o da qualche amico di Mase altrimenti avreste percorso l’intera circoscrizione di corsa e a calci nel sedere. Come avete fatto questo scempio ora siete pregati di pulirlo, se volete in silenzio, di notte dove si nascondono i codardi. Se qualcuno avesse visto qualcosa può contattarmi in privato perché vengano presi provvedimenti nei confronti di questi piccoli idioti che pensano tutto sia legittimo e concesso”.

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dura la reazione del presidente dell’associazione di quartiere “I ragazzi del campetto” Donato Villani che organizza ogni anno un torneo in ricordo di Giuseppe Di Masi “Ora i vandali che hanno deturpato una targa che ricorda un loro amico cresciuto nella zona e scomparso tragicamente è un fatto vergognoso, devono pulire questo scempio e ciò che mi rammarica e che ci avevano promesso un giardino e le cose sembrano andare a rilento”.

[rev_slider alias=”urb”]

GUARDA LE FOTO

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img