TORINO – “Pretendo delle scuse, questo è un atto vergognoso. Sarà anche stata una ragazzata, ma non si scrivono certe stupidate su una lapide e poi magari la prossima volta non si accontentano di scrivere ma la prendono a martellate”.

È infuriata Rosina Platì la mamma di Giuseppe Di Masi il 26 enne che perse la vita quella maledetta notte del 6 dicembre 2007, nel rogo della Thyssenkrupp di Torino.

“In questo campetto di via Ponderano mio figlio veniva a giocare a pallone e qui sorge la panchina che l’Amministrazione comunale e la Circoscrizione 5 ha voluto dedicare otto anni fa alla sua memoria”. Ieri mattina il segretario nazionale dell’associazione Libertà di Parola Marco Lo Coco ha notato le scritte e le ha segnalate alle autorità competenti.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

“I nostri genitori ci hanno donato educazione e rispetto – scrive sulle pagine social l’ex deputato e operaio della Tyssen Antonio Boccuzzi – I vostri sono stati avari e non vi hanno dato ne l’una né l’altro. Siete stati fortunati perché non siete stati beccati sul fatto dal sottoscritto o da qualche amico di Mase altrimenti avreste percorso l’intera circoscrizione di corsa e a calci nel sedere. Come avete fatto questo scempio ora siete pregati di pulirlo, se volete in silenzio, di notte dove si nascondono i codardi. Se qualcuno avesse visto qualcosa può contattarmi in privato perché vengano presi provvedimenti nei confronti di questi piccoli idioti che pensano tutto sia legittimo e concesso”.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

Dura la reazione del presidente dell’associazione di quartiere “I ragazzi del campetto” Donato Villani che organizza ogni anno un torneo in ricordo di Giuseppe Di Masi “Ora i vandali che hanno deturpato una targa che ricorda un loro amico cresciuto nella zona e scomparso tragicamente è un fatto vergognoso, devono pulire questo scempio e ciò che mi rammarica e che ci avevano promesso un giardino e le cose sembrano andare a rilento”.

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.