VOLPIANO – Mercoledì 5 settembre si è svolta la riunione della commissione consiliare Lavori Pubblici della Città Metropolitana di Torino; all’ordine del giorno l’esame delle criticità e delle priorità della viabilità sovracomunale di Volpiano.

All’incontro, presieduto da Mauro Fava, hanno partecipato il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne insieme al vice comandante della polizia municipale Luca Solinas, i componenti della commissione, i tecnici della Città metropolitana e i rappresentati delle aziende Autogas e Sparco.

Il sindaco di Volpiano ha illustrato le problematiche riguardanti la strada provinciale 40, in particolare l’incrocio con via Leinì di fronte alla Sparco, e la strada provinciale 500 nel tratto adiacente l’accesso all’area Eni. «L’assenza di uno spartitraffico centrale – ha sottolineato De Zuanneinduce  molti conducenti di autocisterne di Gpl ed altri combustibili infiammabili ad attraversare la strada (larga 4 corsie), per immettersi nei depositi presenti sul lato opposto, compiendo una manovra estremamente pericolosa».

Ogni giorno lungo la Sp 500 transitano decine autocisterne, il traffico è aumentato dal 2009 (quando è stato aperto il collegamento con l’autostrada Torino-Milano) e dal 2015 la polizia municipale ha comminato 185 sanzioni.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Altrettanto grave è la situazione della Sp 40 all’altezza di via Leinì; in questo tratto, dal 2015, si sono verificati 20 incidenti con 2 morti e 21 feriti. «Su questo incrocio – ha spiegato il sindaco di Volpiano – s’intersecano sei direttrici di traffico diverse, e i veicoli provenienti da via Leinì e diretti all’autostrada devono svoltare a sinistra attendendo che le quattro corsie di marcia siano libere; oltre alle condizioni di estremo pericolo, bisogna considerare che quel tratto di strada è privo di illuminazione e in zona è presente la ditta Sparco che accoglie quotidianamente decine di autocarri, ma soprattutto il carico di pericolosità aumenta con i mezzi che trasportano gas della vicina Liquigas».

ilbere
Tritapepe

Per risolvere le criticità il sindaco di Volpiano ha avanzato la proposta di realizzare una rotatoria all’incrocio tra la Sp 40 e via Leinì e di installare uno spartitraffico tra le carreggiate, in modo da obbligare i conducenti a utilizzare la nuova rotatoria e quella esistente all’incrocio tra la Sp 500 e strada della Benedetta (a est del deposito Eni) per cambiare senso di marcia. La proposta è stata valutata positivamente dai componenti della commissione, ipotizzando inoltre la riduzione delle corsie da quattro a due al fine di rispettare gli ingombri previsti dalle normative per il posizionamento degli spartitraffico. Si è deciso, quindi, di effettuare un sopralluogo prima di approvare l’intervento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here