RIVAROLO CANAVESE – I carabinieri di Rivarolo Canavese hanno arrestato in flagranza del reato di estorsione una donna di 52 anni residente a Rivarolo.

Alcuni giorni fa la donna, fingendosi un’altra persona, ha inviato dei messaggi dal proprio telefono cellulare ad un suo conoscente, un pensionato di Rivarolo, scrivendogli che il telefono cellulare era stato rubato e che, per poterlo restituire alla donna, l’amico avrebbe dovuto pagare 150 euro, minacciandolo ripetutamente di morte qualora non avesse pagato e costringendolo a inserire tre banconote da 50 euro in una busta da lasciare nei pressi dell’abitazione della donna.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Quando la 52enne ha prelevato la busta contenente il denaro che l’uomo aveva lasciato nel luogo indicato, sono intervenuti immediatamente i carabinieri di Rivarolo, che l’hanno bloccata a condotta in caserma, restituendo il denaro al legittimo proprietario. M.A. è stata dichiarata in arresto per estorsione e, dopo le formalità di rito, è stata ristretta agli arresti domiciliari.

Il giorno successivo la Procura di Ivrea ha disposto la sua liberazione in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, fissata per il prossimo 17 ottobre innanzi al Gip di Ivrea.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here