Fiammata rovente

Roma, 29 ago. (AdnKronos) – Ancora una parentesi estiva, da Nord a Sud, grazie all’alta pressione africana, con temperature nuovamente elevate per il periodo. Entro domani la colonnina di mercurio potrà tornare su valori decisamente alti, soprattutto al Centro-Nord e sulla Sardegna, con punte di 34°C tra Bologna, Ferrara, Mantova, fino a 32°C a Milano e 31°C a Torino. A Firenze poi si potranno raggiungere addirittura i 35°C, anche afosi al mattino e in serata, mentre sulla Sardegna i termometri potranno superare i 32°C in molte località. Un po’ meno caldo al Sud dove, salvo rare eccezioni, non si salirà al di sopra dei 31°C.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito iLMeteo.it, avvisa che questa fiammata rovente tuttavia avrà vita breve: a partire da venerdì 31 agosto un nuovo, intenso, vortice ciclonico piomberà sull’Italia portando una fase di acuto maltempo: l’aria fresca proveniente dal mare del Nord associata al transito perturbato porterà così un calo dei valori termici piuttosto importante su buona parte del Paese. Insomma, l’estate prova a fare la voce grossa, ma il cambio di stagione è sempre più vicino.

2018-08-29 07:08
Migranti: Grasso, strumentali le proteste a Rocca di Papa

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – Le proteste di ieri sera all’arrivo a Rocca di Papa dei cento migranti provenienti dalla nave Diciotti “mi sembrano strumentali”. A dirlo è l’ex Presidente del Senato Pietro Grasso, oggi leader di Leu. “Abbiamo la ‘Carta di Palermo’ che esprime il rispetto per i diritti umani – dice – sotto questo profilo penso che ci siano molte persone che la pensano come noi, ma che forse in questo momento non riescono a farsi sentire insieme con noi”. “A Milano, ad esempio, ieri, c’è stata una partecipazione che ha visto tanta partecipazione”, ha aggiunto.

2018-08-29 08:30
Migranti: Grasso, Orban? Non ci si può alleare con chi è contro l’Italia

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – “Non ti puoi alleare con chi è contro i valori e, soprattutto, contro gli interessi dell’Italia”. Lo ha detto Pietro Grasso, leader Leu ed ex Presidente del Senato commentando l’incontro di ieri tra il Presidente ungherese Orban e il ministro dell’interno Matteo Salvini. “Ci sono delle contraddizioni – spiega Pietro Grasso a margine della commemorazione dell’imprenditore Libero Grassi – perché non ci si può alleare con chi ha un’idea dell’Europa diversa da quella che ci potrebbe aiutare a superare certi momenti, a partire da quelli economici, ma anche per lo stato sociale. Sotto questo profilo c’è una contraddizione che è difficile superare”.

2018-08-29 08:35
Migranti: Orlando, protesta a Rocca di Papa ulteriore conferma inquinamento pozzi

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – La protesta di alcuni esponenti di destra contro l’arrivo di un gruppo di migranti a Rocca di Papa “è l’ulteriore conferma dell’inquinamento dei pozzi”. Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, commenta quanto accaduto ieri sera nel Lazio. “Questo populismo dell’intolleranza sta indebolendo la tradizionale cultura dell’accoglienza dell’Italia”, dice Orlando.

2018-08-29 08:38
Migranti: Orlando, incontro Salvini-Orban? Positivo perché governo ha gettato maschera

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – L’incontro di ieri tra Matteo Salvini e il Presidente ungherese Orban “è un fatto positivo perché getta la maschera dell’ambiguità”. Lo ha detto all’Adnkronos Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, parlando del vertice a Milano. “Siamo in presenza di quella destra estrema – dice il primo cittadino – che qualcuno può definire ‘fascista’ ma che certamente è prefascista. In tutti i paesi d’Europa, ma è una minoranza, esiste una presenza prefascista, come in Francia e Germania. E ora c’è in Italia”. E conclude: “Paradossalmente è un elemento di chiarezza così la smettono di dire che questo è un governo democratico…”.

2018-08-29 08:42
Mafia: Alice Grassi, molti pagano ancora il pizzo e le denunce sono poche

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – “L’omicidio di mio padre è una ferita ancora aperta sia per me che per una parte dei cittadini di questa la città. Non so se lo è per tutti, visto come stanno le cose…”. E’ la denuncia di Alice Grassi, figlia di Libero Grassi, l’imprenditore ucciso il 29 agosto 1991 a Palermo perché si oppose al pagamento del pizzo. “Ancora molti continuano a pagare il pizzo e le denunce, rispetto al fenomeno, sono poche”, dice ancora Alice Grassi a margine della commemorazione in via Alfieri. “Mio padre – dice – ha dato un esempio importante, se avesse anche insegnato qualcosa oggi le denunce sarebbero molte di più. Come sappiamo bene le associazioni antiracket sono nate molto dopo”. “Sì, la consolazione è che a tanti anni di distanza – spiega ancora Alice Grassi – gli imprenditori sanno che possono denunciare e che non corrono gli stessi rischi che correva mio padre”.

2018-08-29 08:51
Scontro fra auto e tir sull’A1: due morti

Roma, 29 ago. (AdnKronos) – Incidente mortale sull’A1 Milano-Napoli nel tratto compreso tra Orvieto e Fabro in direzione Firenze: un’auto e un tir si sono scontrati e due occupanti dell’autovettura hanno perso la vita. Nell’incidente – riferisce Autostrade per l’Italia – il mezzo pesante si è ribaltato e incendiato.

Sul posto, al km 430, sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco e i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione quinto Tronco di Fiano Romano.

Agli utenti diretti verso Firenze, oltre a consigliare l’uscita di Orvieto ed il rientro a Fabro dopo aver percorso la viabilità ordinaria, per le lunghe percorrenze si consiglia di uscire ad Orte per poi raggiungere Perugia e riprendere l’A1 dalla Perugia Bettolle all’altezza di Valdichiana.

2018-08-29 09:00
Mafia: Grasso, Libero Grassi fu abbandonato da tutti

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – “Io ho un ricordo personale di Libero Grassi, ma quello che più colpisce dell’imprenditore è il suo ricordo pubblico, quando con la sua lettera e le sue apparizioni pubbliche ha fatto nascere il problema della solitudine dell’imprenditore a Palermo, abbandonato da tutti gli altri imprenditori, anche dalla politica locale. E tutto ciò lo ha portato alla morte”. E’ la denuncia di Pietro Grasso, l’ex Presidente del Senato, che oggi ha partecipato alla commemorazione di Libero Grassi, l’imprenditore ucciso dalla mafia il 29 agosto 1991 per essersi opposto al pizzo.

“Dobbiamo mantenere la memoria – dice Grasso – per continuare la lotta al pizzo che a Palermo è ancora in atto, anche se ha avuto molti successi”. “Io da Procuratore di Palermo ricordo ancora la nascita dell’associazione Addiopizzo”.

2018-08-29 09:00
Mafia: Grasso, l’antimafia deve tornare alle sue origini

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – “L’antimafia sociale, quella spontanea, disinteressata, deve tornare alle origini”. A chiederlo è l’ex Presidente del Senato Pietro Grasso, leader di Leu, a margine della commemorazione di Libero Grassi a Palermo. “Purtroppo, i problemi nascono laddove ci sono problemi economici, di finanziamenti, di attività, di posizioni che si reggono sull’antimafia per risolvere anche problemi quotidiani – dice ancora Grasso – Io sono un ritorno all’antimafia come Palermo Anno Uno, il comitato dei lenzuoli, le catene umane che davano la spontaneità ma senza la sovrastruttura di interessi che poi rovina tutto”.

2018-08-29 09:07
Palermo ricorda l’imprenditore Libero Grassi

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – Uno spruzzo di vernice sul marciapiedi nello stesso luogo in cui, il 29 agosto di 27 anni, fu ucciso a colpi di pistola l’imprenditore Libero Grassi, per essersi opposto al racket del pizzo. A spruzzare la vernice, alle 7.40, l’ora dell’omicidio, è stata Alice Grassi, la figlia del commerciante ammazzato da Cosa nostra. Alla cerimonia per ricordare l’imprenditore Libero Grassi hanno partecipato, oltre alla figlia Alice e il figlio Davide, l’ex Presidente del Senato Pietro Grasso, oggi leader Leu, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il prefetto di Palermo Antonella De Miro, il vicepresidente della Regione siciliana Toto Cordaro, ma anche il deputato regionale Pd Antonello Cracolici. Presente anche il prefetto Domenico Cuttaia, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura. Sul luogo della commemorazione, tra gli altri, anche la Presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio, Giuseppe Antoci e Tano Grasso, oltre al Presidente di Addiopizzo Daniele Marannano. Pochi, invece, i cittadini presenti.

2018-08-29 09:23
Migranti: nave Diciotti, slitta invio atti Procura Agrigento a pm Palermo

Palermo, 29 ago. (AdnKronos) – Slitta di qualche giorno, come apprende l’Adnkronos, l’invio degli atti da parte della Procura di Agrigento, che ha iscritto il ministro dell’Interno Matteo Salvini nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sull nave Diciotti della Guardia costiera, alla procura di Palermo che dovrà poi girare gli atti al tribunale dei ministri, competente visto il coinvolgimento di un membro dell’esecutivo. I reati contestati a Salvini, coindagato col suo capo di gabinetto, il prefetto Matteo Piantedosi, sono sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio. La trasmissione degli atti al tribunale dei ministri dovrà avvenire entro 15 giorni dalla ricezione della carte dalla Procura di Agrigento.

2018-08-29 09:43
Benzina e diesel, torna la calma sui prezzi

Roma, 29 ago. (AdnKronos) – Dopo il giro di rialzi di ieri, torna questa mattina la calma sui listini dei prezzi consigliati dei carburanti, mentre sui prezzi praticati alla pompa iniziano a vedersi gli effetti degli aumenti. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 14mila impianti: benzina self service a 1,635 euro/litro (+1 millesimo, pompe bianche 1,614), diesel a 1,508 euro/litro (+2, pompe bianche 1,489). Benzina servito a 1,750 euro/litro (+2, pompe bianche 1,659), diesel a 1,627 euro/litro (+1, pompe bianche 1,533). Gpl a 0,658 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,645), metano a 0,963 euro/kg (invariato, pompe bianche 0,953).

Quanto ai prezzi nelle diverse Regioni, a Bolzano e Trento troviamo il gasolio più caro (media a 1,582 euro/litro e 1,549 euro/litro), seguono Basilicata e Friuli Venezia Giulia (1,526 euro/litro). Il diesel meno caro è nelle Marche (1,492 euro/litro), in Veneto e Campania (1,494 euro/litro). La “classifica” viene stilata sulla base del prezzo del gasolio perché in diverse Regioni è in vigore un’imposta addizionale sulla benzina che “falsa” il confronto.

2018-08-29 09:56
Scandalo abusi, Papa: “Rimediare ai fallimenti del passato”

Città del Vaticano, 29 ago. (AdnKronos) – “In Irlanda c’è gente di fede ma sapete una cosa: ci sono poche vocazioni al sacerdozio. Come mai? Per questi problemi, scandali”. Papa Francesco, all’udienza generale in piazza San Pietro, torna a parlare della piaga della pedofilia. E ripercorre il dolore e l’amarezza per le sofferenze causate dal clero in Irlanda da dove è appena tornato: “Questa mia visita in Irlanda, oltre alla grande gioia, doveva anche farsi carico del dolore e dell’amarezza per le sofferenze causate in quel Paese da varie forme di abusi, anche da parte di membri della Chiesa, e del fatto che le autorità ecclesiastiche in passato non sempre abbiano saputo affrontare in maniera adeguata questi crimini. Un segno profondo ha lasciato l’incontro con alcuni sopravvissuti; erano otto”.

“A più riprese – dice il Papa – ho chiesto perdono al Signore per questi peccati, per lo scandalo e il senso di tradimento procurati. I Vescovi irlandesi hanno intrapreso un serio percorso di purificazione e riconciliazione con coloro che hanno sofferto abusi, e con l’aiuto delle autorità nazionali hanno stabilito una serie di norme severe per garantire la sicurezza dei giovani. E poi nel mio incontro con i Vescovi, li ho incoraggiati nel loro sforzo per rimediare ai fallimenti del passato con onestà e coraggio, confidando nelle promesse del Signore e contando sulla profonda fede del popolo irlandese, per inaugurare una stagione di rinnovamento della Chiesa in Irlanda”. Il Pontefice ha invitato fedeli e pellegrini in piazza San Pietro a pregare per avere sacerdoti santi: “Dobbiamo pregare perché il Signore invii sacerdoti santi in Irlanda, nuovi sacerdoti. Lo faremo insieme pregando un’Ave Maria alla Madonna di Knock”.

2018-08-29 10:47
Ilva, Martina: “Basta rinvii”

Roma, 29 ago. (AdnKronos) – ”Taranto, le famiglie e i lavoratori dell’azienda meritano risposte serie e non propaganda”. Lo ha detto il segretario del Partito Democratico, Maurizio Martina, a Taranto di fronte ai cancelli dell’Ilva, dove si è recato questa mattina prima dell’inizio del turno delle 6 per un volantinaggio promosso dal Partito Democratico tarantino.

“In questi anni noi – ha detto – abbiamo garantito la continuità produttiva salvaguardando i posti di lavoro, seppur in una situazione molto delicata. Il governo attuale – ha sottolineato – la smetta di perdere tempo e di giocare allo scaricabarile. La tutela ambientale, della salute e del lavoro ora esigono responsabilità e scelte precise. Noi ci associamo all’iniziativa delle organizzazione sindacali e dell’impresa perché ora – ha concluso – non è più tempo di rinvii”.

2018-08-29 11:09
Ponte Morandi: Deutsche Bank, moratoria di un anno su rate mutui

Milano, 29 ago. (AdnKronos) – I clienti di Deutsche Bank colpiti dal crollo del ponte Morandi a Genova avranno a disposizione, oltre alla possibilità di richiedere una moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui, una cassetta di sicurezza a titolo gratuito per un anno in uno degli sportelli di Genova della banca. Lo comunica Deutsche Bank.

2018-08-29 11:15
Ponte Morandi: Intesa Sp cancella mutui in zona rossa, 50 mln per ricostruzione

Milano, 29 ago. (AdnKronos) – Intesa Sanpaolo ha deciso di procedere con la remissione unilaterale dei mutui prima casa a favore di tutti coloro che devono pagare un finanziamento per un immobile sito nella ‘zona rossa’ del ponte Morandi di Genova, che verrà dichiarato inagibile e non più abitabile oppure abbattuto. La banca per questo scopo ha stanziato un plafond di 4,5 milioni di euro. A tale importo si aggiunge l’attivazione della moratoria dei finanziamenti che prevede la sospensione di 12 mesi gratuita e volontaria dei finanziamenti a privati ed imprese.

Il gruppo ha inoltre messo a disposizione di famiglie e imprese un plafond di 50 milioni di euro di finanziamenti dedicati alla ricostruzione e al ripristino delle strutture danneggiate, come abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigiani e aziende. Tutti i minori di età che nell’evento hanno perso uno o entrambi i genitori beneficeranno di una polizza vincolata fino al raggiungimento della maggiore età che prevede un capitale garantito di 100mila euro nel caso di perdita di un genitore e di 200mila euro se sono mancati entrambi i genitori. Inoltre, il capitale garantito verrà incrementato del 50% nel caso in cui il ragazzo completerà il percorso di studi fino al conseguimento della laurea, coerentemente fino a un massimo di 300mila euro.

“La nostra banca è legata in maniera profonda alla città di Genova e alle persone colpite dal crollo del ponte Morandi -dichiara Stefano Barrese, responsabile della divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo- abbiamo riflettuto su quale tipo di intervento potevamo compiere per aiutare in modo concreto e diretto le famiglie e le imprese che vivono e operano nella cosiddetta ‘zona rossa’. Cancellare completamente il debito residuo e gli interessi del mutuo acceso sulla propria abitazione resa ormai inagibile ci è sembrato il gesto più efficace per coloro che rischiano di perdere la propria abitazione. Noi siamo una banca e possiamo solo fare la banca, ma con la responsabilità di chi si sente vicino alle famiglie e a chi fa impresa”.

2018-08-29 11:29

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.