08:44 CRONACA – Diciotti, fermati 4 presunti scafisti Messina, 27 ago. (Adnkronos) – Seconda notte nel centro di prima accoglienza di Messina per i migranti sbarcati sabato notte dalla, dopo dieci giorni di attesa in mare. Nell’ex caserma del rione Bisconte attendono di conoscere la loro destinazione: un centinaio saranno accolti dalla Chiesa italiana, mentre 40 dovranno essere ripartiti tra l’Albania e l’Irlanda. Intanto ieri in serata la Polizia ha fermato quattro presunti scafisti che si trovavano a bordo della Diciotti. Si tratta di tre cittadini egiziani e di uno del Bangladesh: secondo gli investigatori sono loro che hanno condotto l’imbarcazione soccorsa dalla Diciotti. Sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di persone, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, violenza sessuale e procurato ingresso illecito.  

Nel centro di Messina sono stati condotti anche sette donne, tutte vittime di violenze sessuali, e tre uomini sbarcati sabato pomeriggio per motivi sanitari dalla nave della Guardia costiera e condotti all’ospedale Garibaldi di Catania, dove restano ricoverati, invece, tre migranti: due con la tubercolosi e uno con la brocopolmonite. Altri due migranti che erano a bordo della Diciotti hanno dichiarato di essere minorenni, mentre altrettanti sono riusciti a fuggire calandosi in mare e adesso tramite il legale di un Ong hanno chiesto asilo politico.

    10:13 ECONOMIA – Arriva la Vespa elettrica

Milano, 27 ago. (AdnKronos) – Piaggio avvierà a settembre la produzione della nuova Vespa Elettrica. Lo rende noto il gruppo di Pontedera sottolineando di aver rispettato così i programmi presentati allo scorso Eicma

. “La tanto attesa declinazione elettrica dello scooter più famoso e amato al mondo – spiega la società – nascerà nello stabilimento di Pontedera, in provincia di Pisa, lo stesso dove Vespa nacque nella primavera del 1946 e che oggi rappresenta una delle avanguardie tecnologiche mondiali per la progettazione, lo sviluppo e la produzione di soluzioni avanzate di mobilità”.  

L’ARRIVO SUL MERCATO – I primi esemplari saranno già prenotabili a inizio ottobre, solamente online attraverso un sito dedicato, con formule innovative di finanziamento all inclusive che si affiancheranno ai tradizionali sistemi di acquisto. Il prezzo sarà allineato alla fascia alta della gamma Vespa attualmente in commercializzazione. Vespa Elettrica sarà quindi gradualmente immessa sul mercato a partire da fine ottobre per raggiungere la piena commercializzazione a novembre, in concomitanza col salone di Milano Eicma 2018, cominciando dall’Europa per poi essere estesa a Stati Uniti ed Asia a partire da inizio 2019. La tanto attesa declinazione elettrica dello scooter arriverà in uno dei momenti più felici della storia del suo brand, con oltre un milione e mezzo di esemplari venduti nell’ultimo decennio. Il primo semestre del 2018 si è chiuso con un incremento dei volumi di vendita di circa il 10% rispetto al 30 giugno 2017.

  LA NUOVA TECNOLOGIA – Vespa Elettrica rappresenta il primo passo del gruppo Piaggio verso nuovi orizzonti di interconnettività smart tra veicoli e persone: sarà predisposta per adottare nel prossimo futuro soluzioni attualmente in fase di sviluppo per Gita, il robot in realizzazione a Boston da Piaggio Fast Forward, e che entrerà in produzione a inizio 2019, quali sistemi di intelligenza artificiale con comportamenti adattivi e sensibili a ogni input da parte del conducente. Riconosceranno la presenza di persone e veicoli nelle loro vicinanze, contribuiranno alla capacità del conducente di anticipare potenziali rischi, segnaleranno il traffico e offriranno una alternativa per il tragitto, forniranno mappature istantanee che contribuiranno a migliorare la sicurezza e l’efficienza della circolazione urbana. Questa nuova generazione di veicoli conoscerà a fondo il suo proprietario: lo riconoscerà in modo automatizzato senza chiave o telecomando, anticiperà le sue abitudini, interagirà con altri device e con gli altri veicoli in circolazione e permetterà un grado di personalizzazione della user experience che difficilmente riusciamo a immaginare oggi.     11:10 CRONACA – Como: minaccia e perseguita ex amica con, arrestata

Milano, 27 ago. (AdnKronos) – Da tempo molestava alcuni suoi concittadini, tra i quali anche una ex amica che perseguitava con minacce e insulti. Per questo una 26enne è stata arrestata dai carabinieri, che nella mattinata di ieri hanno eseguito nei suoi confronti un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari. E’ accaduto a Turate, Comune del comasco.

La donna è ritenuta responsabile di numerosi episodi commessi nel periodo compreso tra maggio 2017 e giugno 2018. Alla base dei suoi comportamenti ci sarebbe l’abuso di sostanze alcoliche e la conseguente rottura del rapporto con la sua amica. Proprio verso di lei la 26enne aveva concentrato tutta la sua rabbia, tanto da provocarle, in alcuni casi, anche lesioni personali. Da qui la decisione della vittima di sporgere una querela, alla quale è seguita l’emessione di un provvedimento di ammonimento con divieto di avvicinamento alla vittima.

Malgrado questo però, la donna avrebbe continuato a perseguitare l’ex amica. Fino a ieri, quando è stata bloccata e arrestata.     11:17 ECONOMIA – Francia: Le Maire, non ci sarà alcun aumento di tasse entro fine mandato

Parigi, 27 ago. (AdnKronos) – “Non ci sarà alcun aumento delle tasse entro la fine del mandato” del presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron. “Non saranno create nuove imposte e anzi ci sarà un calo delle tasse”. Ad affermarlo è il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire ai microfoni della radio transalpina ‘Rtl’.

    11:19 ECONOMIA – Ferrovie: Rfi, completati interventi, stazione Brescia più accessibile

Milano, 27 ago. (AdnKronos) – È attivo da ieri, nella stazione di Brescia, un nuovo apparato centrale computerizzato per la gestione e il controllo della circolazione ferroviaria. Lo rende noto Rfi, precisando che il nuovo impianto, tra i sistemi di massimo livello tecnologico nel settore del segnalamento ferroviario, è una vera e propria ‘cabina di regia’ che, grazie alle tecnologie di ultima generazione, rende più affidabile l’infrastruttura incrementando gli standard di regolarità e puntualità dei treni anche grazie a una migliore separazione dei flussi.

Più di cento i tecnici che hanno realizzato e messo in esercizio il nuovo apparato, tra i più moderni impianti utilizzati da Rete Ferroviaria Italiana per controllare e gestire il traffico ferroviario grazie a un’interfaccia non più di tipo elettromeccanico, bensì informatico tramite software dedicato. L’intervento rappresenta un’ulteriore fase di avanzamento del programma di potenziamento infrastrutturale in corso su tutta la rete ferroviaria nazionale.

 

(AdnKronos) – Completati anche i lavori di realizzazione dei due marciapiedi a servizio dei binari 13, 14, 15 e 16 dotati di nuove pensiline e attrezzati con nuovo impianto per l’informazione al pubblico e nuova illuminazione a led. I marciapiedi, tutti innalzati a 55 cm dal piano binari, lo standard europeo previsto per i servizi ferroviari metropolitani per un più agevole accesso ai treni, saranno collegati al nuovo sottopasso Av, dotato di ascensori, zona di interscambio con la metropolitana.

I binari saranno utilizzati per il capolinea dei servizi Cremona – Brescia e Parma – Brescia nonché dai treni in transito della Bergamo – Pisa. Proseguono i lavori per l’attivazione dell’innesto della linea Alta velocità Milano-Brescia nella stazione di Brescia funzionali a ridurre le interferenze tra i servizi regionali e i servizi alta velocità.

    11:41 CRONACA – Migranti: la provocazione del sindaco Messina, metto a disposizione baracche

(AdnKronos) – Per Cateno De Luca il ministro Salvini,” al di là del fatto che su tante cose la pensiamo in maniera diversa, ha fatto bene. Badiamo bene, non per la vicenda in sé, perché quando si deve porre un tema in termini forti è ovvio che il fatto specifico rischia di essere ‘sacrificato’, ma perché c’è un tema di fondo che è lo stesso che pongo io a Messina. Io ho 10mila persone nelle baracche da 110 anni, 2.500 nuclei familiari che vivono tra i topi, sotto l’amianto, senza rete fognaria. Queste baracche sono lì dal terremoto del 1908, ecco perché dico che Messina era la città meno adatto in cui fare l’hotspot, per questa sua specificità, unica in Italia, che forse il Paese non conosce”.

De Luca ha fatto un’ordinanza di sgombero. Entro il 31 ottobre queste persone dovranno lasciare le baracche. “Ho chiesto la dichiarazione dello stato di emergenza al Governo, ma intanto devo trovare il posto per loro e sono pronto a requisire mezzo mondo perché io non tengo 10mila famiglie sotto l’amianto, non voglio i bambini che giocano tra la fogna e i ratti. Per me questa gente ha la priorità rispetto ai migranti. Mi accuseranno di razzismo? Allora facciamo così, tolgo queste famiglie da lì e le metto in albergo e sposto i migranti nelle baracche. Sono disponibili a trasferire i migranti nelle baracche di Messina? Gliele do tutte”.

 

(AdnKronos) – Dall’Europa occorre pretendere più attenzione. “L’Italia da sola non può assumersi l’onere di questo fenomeno” dice. E se a Messina dovessero arrivare altri migranti? “Dirò no. Anzi, metterò a disposizione le baracche, qualcuno mi deve dire perché un italiano può starci e un migrante no”. No comment, invece, sull’indagine a carico del capo del Viminale. “Dal momento che sono stato coinvolto e ancora in parte lo sono in vicende giudiziarie non sono la persona adatta a poter esprimere una valutazione sul rapporto politica-magistratura”.

    12:12 ECONOMIA – Ocse: nel II trimestre pil a +0,6%, stabile a +0,4% in area euro

Parigi, 27 ago. (AdnKronos) – Nel secondo trimestre dell’anno il pil nell’area dell’Ocse cresce dello 0,6%, in lieve miglioramento rispetto al +0,5% registrato nel trimestre precedente. Lo rende noto l’organizzazione internazionale con sede a Parigi in un comunicato.

Nei paesi del G7 la crescita del pil ha fortemente accelerato negli Usa a +1% (contro +0,5% nel primo trimestre) e in Giappone +0,5% dopo -0,2% nei primi tre mesi del 2018. In Germania il pil ha registrato una crescita dello 0,5% (+0,4% nel primo trimestre), nel Regno Unito dello 0,4% (+0,2% nel primo). In Francia la crescita è rimasta stabile allo 0,2% mentre in Italia ha rallentato a +0,2% contro +0,3% nei primi tre mesi dell’anno. Nell’Ue e nell’area dell’euro il pil è rimasto stabile a +0,4% nel secondo trimestre dell’anno.

Rispetto al secondo trimestre del 2017 il pil nell’area dell’Ocse ha rallentato a +2,5% (contro +2,6% nel trimestre precedente).

    12:14 CRONACA – Uccide la moglie e si suicida

Genova, 27 ago. (AdnKronos) – Prima ha sparato alla moglie un colpo di pistola, poi ha rivolto l’arma verso di sé sparandosi a una tempia. Omicidio-suicidio questa mattina alle 9 in un appartamento in via Rosselli a Camogli, nel levante di Genova. L’anziano, un pensionato ex commerciante, di 77 anni, ha ucciso la moglie dopodiché ha allertato i familiari, che a loro volta hanno dato l’allarme ai carabinieri, ma all’arrivo dei militari l’uomo era in fin di vita. Il 118 ha provato a rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Sul caso indagano i carabinieri del comando provinciale di Genova.

    12:25 ECONOMIA – Air France: Cgt, molto probabili nuovi scioperi

Parigi, 27 ago. (AdnKronos) – “Ci sono forti probabilità che rilanceremo gli scioperi” ad Air France. A sostenerlo, ai microfoni della radio ‘France Info’, è Vincent Salles, il delegato del sindacato Cgt in Air France, la compagnia aerea transalpina. La Cgt si dice “in collera” per il modo in cui è stato nominato il nuovo ad della compagnia aerea, Benjamin Smith, finora numero due di Air Canada, e che dovrebbe entrare in carica entro il 30 settembre. Salles rimprovera la nomina “di un anglosassone conosciuto per aver fatto degli accordi sindacali al ribasso, per aver contribuito alla crescita dei low cost piuttosto che sviluppare Air Canada”.

    12:51 ECONOMIA – Ponte Morandi: Ugl, opera ricostruzione deve prioritaria

Roma, 27 ago. (AdnKronos) – “L’opera di ricostruzione del Ponte Morandi deve essere prioritaria per il Governo, affinché si riporti Genova e i suoi cittadini alla normalità, più forti di prima”. Ad affermarlo in una nota è Paolo Capone, il segretario generale dell’Ugl, in merito alla ricostruzione del Ponte Morandi a Genova.

“È una emergenza che deve essere gestita nel più breve tempo possibile e con la massima attenzione, pertanto è opportuno aprire una riflessione seria sulle Privatizzazioni degli asset industriali in Italia e su il sistema delle concessioni di reti e servizi statali che, per ora, hanno portato vantaggi più ai concessionari che agli utenti”, conclude Capone.

    13:14 ECONOMIA – Ponte Morandi, Autostrade pubblica la convenzione

Roma, 27 ago. (AdnKronos) – Autostrade per l’Italiapubblica online il testo della convezione con lo Stato “per rispondere alle polemiche e alle strumentalizzazioni che dominano il dibattito pubblico sul tema”. La società, finita nella bufera in seguito al crollo del Ponte Morandi di Genova, spiega in una nota di aver reso “pubblico e accessibile a tutti i cittadini – attraverso il proprio sito web www.autostrade.it – il testo della Convenzione in essere con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (allora ANAS)”, nonché i relativi allegati, con l’obiettivo di far conoscere “tutti gli elementi che regolano la concessione”.

“La gran parte di questi documenti era stata già pubblicata sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il 2 febbraio 2018 – sottolinea Autostrade – mentre la totalità dei documenti stessi era stata già resa disponibile nella scorsa legislatura (maggio 2017) ai membri della Commissione Lavori Pubblici del Senato per consultazione”. ”E’ importante sottolineare – prosegue la società – che nessuna norma interna o prassi internazionale prevede la pubblicazione di tali documenti relativi alle concessioni autostradali. Ciò anche per assicurare parità di condizioni sul mercato tra i vari operatori del settore, anche per il caso di nuove procedure di affidamento”, conclude la nota.

La pubblicazione del documento è avvenuta a poche ore dall’audizione del ministro delle Infrastrutture Danilo Tonelli alla Camera, dove alle 15 riferirà sulla vicenda del crollo del ponte Morandi davanti alla commissioni riunite Ambiente e Lavori pubblici.

    13:19 ESTERI – Migranti: Macron, quello che succede in Italia per mancanza risposte Ue

Parigi, 27 ago. (AdnKronos) – “C’è una crisi politica in Europa” sulla questione dei migranti. “E’ soprattutto infatti una crisi politica. Nel 2015 c’è stata una vera crisi migratoria e anche un anno fa ma oggi i flussi migratori sono stati divisi per 10. E’ una crisi politica perché non abbiamo avuto la capacità di rispondere in modo adeguato alla sfida” di fronte a noi. Così il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, nel corso della Conferenza degli Ambasciatori.

Oggi, rileva Macron, “c’è una crisi politica in Europa e in particolare con l’Italia per mancanza di una solidarietà europea” sulla questione dei migranti. “Quello che succede in Italia lo abbiamo creato politicamente in Europa”. Questo, aggiunge, “non scusa i discorsi xenofobi” che si sentono in Europa. Proprio per questo “dobbiamo costruire una politica per risponde al problema migratoria in collegamento con l’Africa”.

“L’Italia è contro la mancanza di solidarietà in Europa sul tema dei migranti ma è favorevole ai fondi strutturali se si ascoltano alcuni esponenti, ma Conte ha una linea più strutturata”, rileva infine Macron.

 

(AdnKronos) – “Quello che è successo in Italia lo abbiamo prodotto politicamente con la nostra assenza di solidarietà” in Europa. “Ma questo giustifica il discorso xenofobo, semplicistico? Non lo credo. Credo che questi stessi xenofobi non apportino alcuna soluzione al male che denunciano”. Lo dice il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, nel corso della Conferenza degli Ambasciatori, secondo cui i populisti “cercano solidarietà da parte di quelli da cui vogliono separarsi. Non funziona così. E inoltre quelli che portano la voce del nazionalismo e dell’unilateralismo si trovano d’accordo per denunciare l’Europa ma raramente trovano una soluzione comune anche per loro stessi, l’asse di cui si parla non portano soluzioni”.

Macron sottolinea la necessità “che la Francia con i partner costruttivi e la Commissione Europea” facciano fronte alla questione migratoria, “creando un dispositivo permanente, che rispetti i diritti, solidale ed efficace”. Durante la crisi di quest’estate, sottolinea Macron, “la Francia ha accolto più di 250 rifugiati ed è stato uno dei paesi europei ad averne accolti di più”.

    14:08 CRONACA – Migranti: sindaco Messina, hotspot abusivo, accertamenti in corso

Palermo, 27 ago. (AdnKronos) – L’hotspot realizzato a Messina sarebbe abusivo. La denuncia arriva direttamente dal sindaco della città dello Stretto, Cateno De Luca, che oggi attraverso l’Adnkronos aveva lanciato una provocazione. “I migranti? Metto a disposizione le baracche, quelle dove attualmente vivono 10mila messinesi tra amianto, fogne a cielo aperto e sporcizia” aveva detto. Adesso la scoperta. “In base ai documenti a nostra disposizione – spiega – quella struttura risulta abusiva. Ho chiesto chiarimenti agli uffici e ho dato disposizione di accertare come stanno le cose. Se sono di fronte a una struttura abusiva da pubblico ufficiale non posso fare altro che emettere un’ordinanza di demolizione previo sgombero. Di fronte a un abuso non mi resta che agire”.

    14:31 ECONOMIA – Ponte Morandi: Toninelli, convenzione? Già dato mandato Mit venerdì

Roma, 27 ago. (AdnKronos) – “Ecco gli effetti dell’azione politica del Governo del cambiamento. Dopo quasi 20 anni dalla privatizzazione, dopo 20 anni di segreti e di omissis, Autostrade per l’Italia dice improvvisamente di voler fare trasparenza cercando di far apparire il proprio gesto come spontaneo e dettato da un autonomo desiderio di venire incontro all’interesse pubblico. Peccato che già venerdì scorso io avessi dato mandato alla dirigenza del Mit di tirare fuori tutti gli atti, gli allegati e il Piano finanziario connessi alla convenzione. E ciò malgrado le fortissime pressioni interne ed esterne in senso contrario che stavo subendo e continuo a subire, compresa la diffida inviata a suo tempo da Autostrade per l’Italia a pubblicare tutto”. Così in un post su Facebook il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli dopo che Autostrade ha diffuso sul proprio sito la convenzione.

“L’ho fatto – spiega ancora Toninelli- in modo da dare davvero trasparenza all’opinione pubblica sui numeri grazie ai quali i padroni delle autostrade si sono arricchiti gestendo beni che appartengono a tutti noi. E vi dico di più: nelle prossime ore saranno via via online sul sito del ministero tutti gli atti delle altre convenzioni”. Sul profilo Facebook del ministro si trova in allegato la copia della richiesta di Toninelli al Capo Dipartimento per le infrastrutture del Dicastero.

    15:00 POLITICA – Pd: a Milano ‘il vento soffia ancora’, Bussolati presenta Festa de l’Unità 2018

Milano, 27 ago. (AdnKronos) – Una festa itinerante, aperta a chiunque voglia offrire un contributo non solo al partito, ma anche e soprattutto a Milano e all’Italia. Così il segretario del Pd Milano Metropolitana, Pietro Bussolati, ha riassunto il senso dell’edizione 2018 della Festa de l’Unità, in programma da giovedì 30 agosto a domenica 23 settembre.

Accompagnata dallo slogan ‘Eppure il vento soffia ancora’, quest’anno la kermesse democratica sarà un evento diffuso, che arriva nei quartieri, aperto a chiunque voglia offrire un contributo, non solo al Partito democratico, ma anche e soprattutto alla città e al Paese: “Il titolo -spiega Bussolati- rievoca una canzone di Pierangelo Bertoli, una poesia dal testo forte e coraggioso, un inno alla natura e alla salvaguardia del nostro pianeta, ma anche un invito a non voltarsi dall’altra parte, a non mollare”.

“Abbiamo scelto il vento come immagine della nostra ripartenza -prosegue il segretario metropolitano del Pd- un vento di ritrovato entusiasmo e partecipazione, un vento di cambiamento più forte dei muri e dell’intolleranza, capace di spargere semi di nuove idee e progetti, per ripartire e ricostruire”. E “siamo convinti che questa festa sia l’occasione da cogliere per scrivere una pagina nuova a partire proprio dalla nostra città, che ha dimostrato in questi anni di sapere accogliere e governare sfide importanti”.

 

(AdnKronos) – In tutto saranno otto le tappe, in varie zone della città, con appuntamenti nei quartieri di Bruzzano, Olmi, Darsena, Bonola, Lambrate, Corvetto, Turro, Chiesa Rossa. Per sedici giorni, tra centro e periferia, la Festa de l’Unità offrirà, dal giovedì alla domenica, occasioni di dibattito, momenti di spettacolo e cultura.

Ci saranno momenti di confronto e approfondimento sul Partito democratico e la fase politica attuale, ma soprattutto si discuterà di ciò che riguarda da vicino la vita dei cittadini: il lavoro, la sicurezza, le periferie, i trasporti, l’ambiente e il futuro delle nostre città.

Ampio spazio, inoltre, alle presentazioni di libri, quest’anno ben 41, con importanti autori della scena culturale nazionale. A chiudere la kermesse, domenica 23 settembre, sarà il segretario nazionale Maurizio Martina.

    15:20 ECONOMIA – Ponte Morandi: Toninelli, tragedia inaccettabile che doveva essere evitata

Roma, 27 ago. (AdnKronos) – “E’ inaccettabile una tragedia come questa che poteva e doveva essere evitata”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel corso della sua audizione in Commissioni riunite alla Camera sottolineando che “il Governo sarà sempre al fianco” delle famiglie delle vittime. “Proprio a loro, ai morti e ai loro parenti, ai feriti, ai tantissimi che sono momentaneamente sfollati, e a una città lacerata e spezzata in due, dobbiamo il nostro impegno a non arretrare di un millimetro”, rileva Toninelli.

L’unico obiettivo è restituire a Genova “il più presto possibile la quotidianità perduta, fare chiarezza sulle cause del crollo del ponte Morandi e individuare le responsabilità di questa tragedia, dando piena fiducia e sostegno al complesso lavoro della Magistratura”.

Il crollo di Genova, rileva ancora Toninelli, “non è dovuto a una tragica casualità. Ma è un evento che conferma drammaticamente quello che questo Governo e questo Ministero hanno sostenuto fin dal loro insediamento. Nelle linee programmatiche lo scrivemmo chiaramente: la prima vera grande opera di cui ha bisogno questo Paese è un imponente e organico piano di manutenzione ordinaria e straordinaria del nostro territorio e delle nostre infrastrutture esistenti”.

 

(AdnKronos) – “Nel 2016 i ‘signori delle autostrade’ hanno fatturato quasi 7 miliardi. Di essi, 5,7 miliardi derivano dai pedaggi autostradali. Allo Stato sono tornati appena 841 milioni”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel corso della sua audizione in Commissioni riunite, che parla di “una montagna di extraprofitti che, purtroppo a causa di leggi sbagliate, rimangono totalmente ai privati e non tornano a beneficio dei cittadini come dovrebbero”.

Nel frattempo, secondo i dati del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, rileva ancora Toninelli, “gli investimenti sono calati del 20% rispetto al 2015 e per la manutenzione si sono spesi appena 646 milioni, il 7% in meno rispetto all’anno prima. Esistono altri modelli in Europa, che a nostro avviso funzionano molto meglio del nostro”.

 

(AdnKronos) – “In Italia si è deciso di privatizzare senza fare mercato, senza vera concorrenza. Si è trasferito un monopolio dalla mano pubblica a quella privata. Senza nemmeno istituire da subito una efficiente Autorità regolatrice”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel corso della sua audizione in Commissioni riunite alla Camera.

L’Autority dei Trasporti, infatti, rileva il ministro, “è nata soltanto nel 2011, e, malgrado l’impegno e il valore dei suoi componenti, non può incidere su vicende come quella di Genova: infatti non può far pesare le proprie prerogative sulle convenzioni già in essere. Al tempo stesso, le sue prerogative sanzionatorie sono riconosciute come ancora deboli e bisognose di interventi che le rendano più efficaci”.

 

(AdnKronos) – “Bisogna smettere di inseguire le emergenze e bisogna ricominciare a programmare gli interventi per evitare che eventi di questo genere vengano a determinarsi”. Ad affermarlo è il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel corso della sua audizione alla Camera.

“Stiamo parlando – rileva- di interventi pianificati e continui, un’azione che magari non ha grande visibilità, non accende dibattiti e non porta voti, come invece succede con cattedrali nel deserto tipo il Ponte sullo Stretto. Ma che aiuta gli italiani a vivere meglio, a viaggiare in comodità e soprattutto in sicurezza. Un’azione che, al tempo stesso, risolleva l’economia, genera tanti posti di lavoro e rende il Paese più competitivo”.

 

(AdnKronos) – “Il Governo e il Parlamento deve prendere atto della pubblicazione della convenzione da parte di Autostrade. E’ una buona notizia. Siamo passati dalla diffida a pubblicare ad una spontanea pubblicazione. E’ un bel segnale di cambiamento”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, nel corso della sua audizione alla Camera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here