CUORGNÈ / CIRIÈ – Prosegue con ottimi risultati il progetto Medusa della Polizia di Stato, che ha l’obiettivo di contrastare i fenomeni predatori ai danni delle persone anziane.

La task force appositamente creata nell’ambito della Squadra Mobile, con lo scopo di effettuare un’attenta analisi del fenomeno e di esercitare una specifica azione investigativa per prevenire e reprimere furti e truffe ai danni di persone anziane, ha rintracciato nelle scorse ore Giovanni Narcisio, 43 anni, nato a Cuorgnè, senza residenza anagrafica, temporaneamente domiciliato a Torino in via Lega 50 presso campo nomadi sinti, nonché a Ciriè presso l’abitazione dei genitori.

Paonessa
nfimpiantibanner

Nei confronti dell’uomo è stata data esecuzione al Provvedimento di Esecuzione di Pene Concorrenti  Nr.1108/2018 SIEP e Nr. 482/2018 Reg. Cum., emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, datato 03.08.2018, per l’espiazione della pena definitiva di 1 anno, 4 mesi e 7 giorni di reclusione per il reato di furto in abitazione ed incendio.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.