Se l’ esistenza dei Mostri è un fatto noto, non si parla spesso dei complici ovvero di tutti coloro che assistono da spettatori silenziosi, quasi ci fosse uno spettacolo.


Potrei fare mille esempi ma qui ne faccio solo uno preso dal libro “Mostri!” Conosco di vista un individuo con comportamenti da vero Mostro. Talvolta ne faccio parola con qualcuno che lo conosce e la risposta é stata sempre più o meno la stessa: “Ah si, quello lì, pensi che lo conosco da bambino, andava sempre per mano con la mamma! “
Generalmente rincaro la dose replicando: “Ma le sto parlando di un soggetto che fa cose da Mostro!”

Paonessa
nfimpiantibanner


In genere spiego le azioni nel dettaglio, specifico cosa fa di quel soggetto un Mostro ma la risposta é sempre quasi la stessa da parte di ciascuno/a, e, pur dopo aver ascoltato perbene, mi viene detto: “Ma io vedo in lui il bambino di cinquanta anni fa, quello di cui conoscevo la mamma e il papà quando erano fidanzati tanti anni fa!”
É chiaro che non vogliono parlare con me del Mostro ma solo divertirsi ad ascoltarlo perché lui, con gli altri, appare un insipido chiaccherone che tiene banco con i suoi innumerevoli pettegolezzi al bar.

ilbere
Tritapepe

Ho poi saputo che alcune persone si confidano tra loro ed ammettono la spregevole natura del soggetto Mostro ma non lo dicono a me in quanto non sono io partecipe delle loro chiacchiere da bar.
In più, cosa di non poca importanza, le stesse persone che sembrano voler buttare acqua sul fuoco menzionando la mamma, il papà o la nonna del Mostro in realtà sono persone ipocrite che vorrebbero anche divertirsi ed assistere, da spettatori, ad una tragedia. Ovviamente basta che il Mostro non colpisca certe persone che a lui non interessano, allora può agire in tutta tranquillità nei confronti delle vittime, tanto lui sa di trovare un gran numero di ipocriti che lo appoggiano.


Questi soggetti che, non appena vengono a sapere delle azioni del Mostro, non lo condannano, almeno moralmente ma lo incitano, con la loro indifferenza, ad infierire sulla vittima, io li definisco Complici del Mostro, nel senso che lui agisce e loro si divertono, dietro le quinte!
Anche vigliacchi, dunque.
Ovviamente ho menzionato solo un caso di un Mostro davvero pieno di rabbia e cattiveria, uno dei tanti di cui parlo nel libro “Mostri!”
Ma la cattiveria di chi si diverte a vedere un Mostro
all’ opera non é di minor conto, non solo lo incita in tal modo ad essere spietato ma ne prova piacere. Come si dice, la vittima conosce oltre il danno la beffa!


Per informazioni:
Il vero male non proviene tanto dal malevolo che conoscete quanto da colui che credete di conoscere, colui del quale vi fidate, un male molto più atroce!
https://www.youcanprint.it/fiction/fiction-generale/mostri-9788827806005.html

ASCOLTA L’AUDIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.