giovedì 13 Maggio 2021
giovedì, Maggio 13, 2021
spot_img

SUSA – Controlli ad alta quota dei Carabinieri a tutela dell’ambiente montano (FOTO)

SUSA – Il territorio alpino piemontese è sicuramente fra i più interessanti ed invitanti per le migliaia di turisti ed escursionisti che, nei mesi estivi, orientano la scelta delle vacanze verso la tranquillità e la bellezza della montagna.

[su_slider source=”media: 140168,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

La quiete ed il relax di una passeggiata lungo la miriade di sentieri tracciati sulle Alpi sono, a volte, disturbati da indisciplinati amanti del fuoristrada a due e quattro ruote che, incuranti delle norme previste per tale attività, non seguono i percorsi prestabiliti per provare l’ebrezza di una guida “più impegnativa” o raggiungere più comodamente le visuali più ambite. In tal modo viene danneggiato il territorio oltre ad infastidire e mettere a repentaglio l’incolumità degli escursionisti che a piedi o con mezzi più ecologici percorrono i medesimi sentieri.

[su_slider source=”media: 147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Il mancato rispetto delle regole provoca danni al territorio, evidenziati nel fastidio alla fauna selvatica, nella rottura del cotico erboso e nell’erosione del terreno, sono prodotti dal rumore dei motori e dal ripetuto passaggio delle ruote dentate e sono quelli che, una volta innescati, arrivano anche a produrre fenomeni di dissesto idrogeologico ed aprono nuove piste in ambienti incontaminati.

I Carabinieri hanno intrapreso una serie di azioni diffuse sul territorio, che saranno ripetute nel corso della stagione turistica, per controllare le aree di alta montagna in cui si snodano i più bei sentieri escursionistici e contrastare il fenomeno del fuoristrada “selvaggio”.

[su_slider source=”media: 147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

I Carabinieri Forestali del Gruppo di Torino, supportati dai militari della Compagnia di Susa, dislocandosi in gran parte della rete sentieristica di alta quota dei territori dell’alta Val Susa raggiungendo (fino a 2500 metri slm), hanno proceduto ad eseguire controlli straordinari per contrastare il fenomeno. Ha sorvolato la zona dei controlli un elicottero AB412 del 1° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Volpiano.

Di seguito i risultati della prima giornata di controlli sulle strade dell’Assietta SP 173, Str. militare Fenil-Pramand-Föens-Jafferau, Colle delle Finestre SP172,strada del Colomion.

46 persone controllate su 42 mezzi, (in gran parte stranieri) e 9 sanzioni amministrative elevate per un valore di oltre 900 euro (violazione della Legge Regionale n. 32 del 1982; Norme per la conservazione del patrimonio naturale e dell’assetto ambientale e violazioni a norme del nuovo codice della strada).

L’azione di controllo verrà riproposta nelle principali aree montane della provincia in modo da scoraggiare i comportamenti vietati,così tutelando il delicato ecosistema montano,la tranquillità degli escursionisti e garantendo la presenza dell’Arma nelle zone più remote della Provincia.

[rev_slider alias=”urb”]

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img