CORIO – Sabato 21 luglio si è tenuto il raduno della Nona Zona degli Alpini a Piano Audi, Corio. La manifestazione ha consentito ai soci anziani di prendere parte a un ritrovo delle Penne Nere.

Spiega Mario Giacomino Potachim: “ I raduni estivi si tengono in luoghi raggiungibili solo a piedi. Non tutti hanno più l’eta angrafica per recarsi al Monte Soglio o a Pian Frigerole. Perciò si è voluto mantenere in piedi l’evento partito tre anni fa”.

ilbere

A inizio anno lo svolgimento della giornata non sembrava assicurato. Alcuni componenti della Nona Zona si erano opposti. Tuttavia la perseveranza di Giacomino Potachim è stata vincente.

Aggiunge: “Ringrazio Sergio Audi, capogruppo di Rocca, che ha suggerito di interpellare le singole compagini. La maggior parte ha dato l’assenso”. Le Penne Nere si sono ritrovate per il rinfresco. Quindi si è tenuta la sfilata aperta dal vessillo sezionale portato da Giuseppe Massocco, 94 anni, decano del Gruppo Alpini di Rocca. Dopo l’alzabandiera vicino alla chiesa, si sono tenute le orazioni pubbliche davanti al monumento dei partigiani.

Paonessa

Ha sostenuto il sindaco Susanna Costa Frola: “ Quando abbiamo saputo che si poteva svolgere il raduno anche senza l’adesione di tutti i gruppi, ne siamo stati contenti. Ringrazio Mario per aver mantenuto l’evento. Spero che questo sia di stimolo e porti al ritorno degli assenti”. Carlo Chiatello, consigliere sezionale, ha concluso: “ Ho iniziato il mio mandato tre anni fa proprio in questo luogo e qui l’ho termino. Sono sicuro che sia importante portare avanti iniziative come questa”.

L’appuntamento è stato dedicato ad Aldo Casassa, vicecapogruppo onorario di Coassolo, i cui funerali si sono svolti proprio sabato 21 luglio. È seguita la Messa officiata dal Vicario episcopale don Claudio Baima Rughet. Per i visitatori è stata l’occasione di conoscere una realtà locale molto vivace. Caratterizzata dai vari cippi ai caduti della Resistenza ma anche dai vari angoli allestiti dall’Associazione Sentieri Alta Val Malone. Il cui impegno è teso non solo alla pulizia dei sentieri, ma anche al posizionamento di segnaletica e cartellonista riportante le storie locali. Come quella del Giano Bifronte

GUARDA IL VIDEO

Tritapepe

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here