giovedì 4 Marzo 2021

Notiziario Italia ed Estero di venerdì 20 luglio

Fonte agenzia AdnKronos; aggiornamenti durante la giornata

07:28 CRONACA – Migranti: Trapani, sbarco nella notte di 66 tunisini

Palermo, 20 lug. (AdnKronos) – Sono sbarcati nella notte al porto di Trapani i 66 tunisini soccorsi poche ore prima davanti alle coste dell’isola di Pantelleria. I migranti, che erano in difficoltà, sono stati trasbordati su due motovedette, della Guardia costiera e della Guardia di Finanza, e dirette al porto di Trapani. L’arrivo in nottata.


08:03 CRONACA – Mafia: Dia Messina sequestra patrimonio noto imprenditore

Palermo, 20 lug. (AdnKronos) – Dalle prime ore del mattino, la Dia di Messina, supportata dal Centro Operativo di Catania, su disposizione del Tribunale Misure di Prevenzione di Messina, che ha accolto la proposta di applicazione di misura di prevenzione patrimoniale a firma dal Direttore della DIA, Generale di Divisione Giuseppe Governale, sta sequestrando “l’ingente patrimonio nella disponibilità di un noto imprenditore operante nel settore della macellazione e commercializzazione del pellame”.

L’esecuzione è tuttora in corso e interessa il capitale sociale di imprese e relativi compendi aziendali, immobili, terreni e vari rapporti finanziari, anche intestati a soggetti terzi individuati.


08:22 ECONOMIA – Alitalia: EasyJet, ribadiamo interesse per compagnia

Roma, 20 lug. (AdnKronos) – “Ribadiamo il nostro interesse per una parte di Alitalia”. A confermarlo, dopo le parole del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli su un’Alitalia al 51% italiana, Johan Lundgren, ceo di Easyjet, la compagnia low cost britannica che ha presentato un’offerta per il lotto aviation di Alitalia. “Non abbiamo ancora parlato con il governo e non abbiamo ricevuto alcun messaggio su questo argomento”, dice il top manager al ‘Corriere della Sera’. “Dovremmo discutere con loro la proposta e capire a cosa stanno pensando”, dice.


08:29 ECONOMIA – Salini Impregilo: collaudato Skytrain Bridge a Sydney

Roma, 20 lug. (AdnKronos) – E’ stato collaudato con successo lo Skytrain Bridge, realizzato a Sydney da Salini Impregilo, che è stato attraversato per la prima volta da un treno automatizzato. Ad annunciarlo è il gruppo in una nota. Il ponte rappresenta la parte principale del Sydney Metro Northwest, il più importante progetto infrastrutturale di trasporto pubblico attualmente in corso in Australia ed il maggiore a Sydney dalla costruzione dell’Harbour Bridge, avvenuta quasi 100 anni fa.

“E’ un momento storico. Le persone del nord-ovest del paese hanno atteso per anni un servizio di trasporto pubblico così importante, e vedere in funzione un treno di questa portata dimostra loro che dall’anno prossimo tutto questo sarà realtà”, ha dichiarato Andrew Constance, Ministro del New South Wales Transport. “E’ un grande cambiamento per la città, per i suoi abitanti e per lo stato del New South Wales, qualcosa di davvero fenomenale”, ha proseguito Constance, sottolineando come il collaudo dello “Skytrain” ricordi per importanza il passaggio della prima auto sull’Harbour Bridge.

Il progetto Sydney Metro Northwest, che sarà inaugurato entro la metà del 2019, consiste nella realizzazione della nuova linea metropolitana a nord-ovest di Sydney, che collegherà la stazione di Chatswood con Cudgegong Road. Strallato e costruito in curva, lo “Skytrain” è parte di un viadotto lungo quattro chilometri che ha visto all’opera oltre 4.000 persone. Il ponte è il primo del suo genere in Australia ed è formato da due torri alte 45 metri, ciascuna con 16 colonne contenenti cavi di sostegno e con un piano che include 88 segmenti di cemento, ciascuno tra i 70 e le 140 tonnellate.

(AdnKronos) – L’eccellenza dell’opera è stata premiata anche lo scorso maggio, quando Salini Impregilo ha ricevuto una valutazione “Leading As Built IS”, la più alta su una scala di tre rating assegnata dall’Infrastructure Sustainability Council of Australia (ISCA), che già nel 2015 aveva definito il progetto “Skytrain” il più sostenibile a livello ambientale. L’ente, pubblico-privato non profit, gestisce l’unico sistema di rating nel Paese per la valutazione della sostenibilità dei progetti infrastrutturali, dal punto di vista ambientale, sociale, economico o di governance. Riconoscimenti che testimoniano il focus sulla sostenibilità che il Gruppo persegue in ogni progetto, con lo scopo di migliorare la vita delle persone.

L’Australia, con un piano di investimenti in infrastrutture del valore di diversi miliardi di dollari australiani, rappresenta un mercato sempre più importante per Salini Impregilo. A Perth, il Gruppo sta lavorando in joint venture ad un collegamento ferroviario di 8,5 chilometri che unirà la periferia orientale al centro città, contribuendo a ridurre traffico e inquinamento atmosferico.

Salini Impregilo è inoltre impegnata nella realizzazione di alcuni dei più grandi progetti al mondo di trasporto pubblico per la mobilità sostenibile, come la rete ferroviaria e metropolitana Grand Paris Express a Parigi, la linea 3 della metro di Riyad, la metro Cityringen a Copenaghen e la Red Line North Underground a Doha.


 

Leggi anche...