BRANDIZZO – Rapinatore per necessità. Bandito, senza troppa fortuna, per pagare i debiti dopo essere rimasto a casa dal lavoro (era cuoco in Olanda).

Questa almeno la giustificazione fornita in caserma ai carabinieri di Chivasso da M.G., 33 anni, senza fissa dimora. Agiva a volto scoperto, con un collare la collo, armato di pistola (giocattolo) e non si preoccupava di lasciare le sue impronte digitali. Era incensurato e sconosciuto agli investigatori. Nel mese di Giugno ha messo a segno almeno tre rapine.
I militari sono giunti a lui dopo aver analizzato le immagini di videosoroveglianza e aver monitorato decine di supermercati dell zona. Agiva da solo, faceva la fila, attendeva il suo turno e rapinava la cassiera.

ilbere
Paonessa
coferbanner

 

Venerdì scorso, alle 14,30 a Brandizzo, in via XX Settembre, i carabinieri hanno individuato e arrestato l’uomo, subito dopo aver commesso la rapina ai danni del supermercato Mercatò. L’uomo è ritenuto responsabile di altre tre rapine: 13 giugno IN’S di Settimo Torinese, 25 giugno Crai di Chivasso e 27 giugno Crai di Settimo Torinese. I militari hanno sequestrato la pistola utilizzata per le rapine, una pistola giocattolo riproducente un revolver Smith & Wesson. L’uomo ha ammesso le sue responsabilità ma ha precisato che lo ha fatto per poter pagare i debiti dopo essere rimasto a casa dal lavoro.

Allianz 2 modifica jpeg
Tritapepe

 

GUARDA IL VIDEO


 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here