METO - CONFERMATO ARRIVO MALTEMPO

10:07 CRONACA – Crepe sull’estate

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – Italia divisa in due. Infiltrazioni atlantiche transitano sul nostro Paese e provocano qualche crepa sul promontorio anticiclonico africano Caronte, con conseguenze soprattutto al Nord. Questo comporta un’instabilità decisamente in aumento sulle regioni settentrionali, con rovesci e temporali che interesseranno sicuramente le Alpi e le Prealpi ma che potranno estendersi fino alle pianure circostanti, fanno sapere gli esperti de ‘iLMeteo.it’. Qualche rovescio a carattere irregolare potrà interessare inoltre l’Appennino emiliano, i rilievi toscani e umbri, nonché il medio versante adriatico. Situazione diversa sul resto del Centro e soprattutto al Sud, sempre ben protetti da Caronte, che garantirà ancora tanto sole e un clima quasi tropicale: picchi fino a 38/39°C e caldo afoso, specie nelle grandi città e nelle zone interne. Domani e giovedì s­aranno due giornate molto simili con il sole e il caldo africano che regneranno al Centro-Sud mentre al Nord temporali e grandinate, in formazione sulle aree montuose, potrebbero localmente avere la forza di raggiungere i settori di pianura.

Venerdì i temporali interesseranno maggiormente il Nordest e il medio Adriatico, a carattere irregolare, ma comunque frequenti e localmente di moderata intensità. Il tempo sarà invece decisamente più stabile altrove. Nel weekend del 7/8 luglio, invece, i fenomeni temporaleschi risulteranno meno incisivi, interessando quasi esclusivamente i settori alpini occidentali del Piemonte, con l’anticiclone che dunque tornerà a riprendersi pienamente la scena anche al Nord. Sostanzialmente stazionarie le temperature, molto calde al Centro e soprattutto al Sud, più in media invece sulle regioni settentrionali.


11:25 POLITICA – Mafia: Salvini, lotta senza quartiere, li prenderemo a bastonate

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “Se c’è qualcuno di questi delinquenti che mi guarda, il mio messaggio è che i bastardi camorristi e i mafiosi in Italia non avranno più vita facile. La lotta è senza quartiere. Vediamo di prenderli veramente a bastonate”. Lo dice il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, in un’intervista a RaiNews24.

“Vorrei che questi signori – aggiunge – sparissero o cambiassero mestiere”. A chi gli ricorda le parole del boss Totò Riina, che era solito ripetere che la mafia prolifera grazie alla politica, “è cambiato il tempo – replica Salvini – io ce la metterò tutta”, ma anche sui beni confiscati alle mafie, rimarca, “bisogna essere più veloci e incisivi”.


11:31 POLITICA – Migranti: Salvini, pronto a restituire controlli a Brennero, ci guadagnamo

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – L’Austria è pronta a chiudere i confini? “Per noi sarebbe un affare. Sono più quelli che tornano in Italia di quelli che vanno in Austria. Sono pronto già da domani a restituire i controlli al Brennero perché l’Italia ha solo da guadagnarci”. Lo dice il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, intervistato da Rainews24.


12:06 ECONOMIA – Governo: Furlan, bene cambiamento ma coltivare confronto

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “il Governo del cambiamento, lungi dallo spaventarci, può aprire nuovi orizzonti; ad una condizione di metodo fondamentale: che sappia coltivare il confronto, ognuno per il suo ruolo e per le sue responsabilità”. Così il leader Cisl, Annamaria Furlan, dal palco della conferenza dei servizi, rivolta al vicepremier e pluriministro, Luigi Di Maio in platea ad ascoltare la relazione.

12:36 ECONOMIA – In Italia smart working per più della metà dei lavoratori

Milano, 3 lug. (Adnkronos/Labitalia) – Anche il mercato italiano segna la tendenza che si registra a livello globale, dove è sempre più smart working. Dalle imprese multinazionali alle start up sino ai freelance, il quadro che si va delineando depone a favore di una maggiore richiesta di spazi di lavoro flessibili. Il dato è confermato anche da una recente ricerca condotta in Italia da IWG, gruppo primario di aziende fornitrici di spazi di lavoro flessibile, tra cui Regus e Spaces.

Più in dettaglio, dalla ricerca emerge il 56% degli intervista dichiara di lavorare abitualmente in un luogo diverso dalla sede principale dell’azienda, il 41% sostiene di utilizzare spazi di lavoro flessibili una volta alla settimana. Addirittura l’80% degli interpellati indica nel fattore produttività la chiave vincente del lavoro flessibile: lavorare in luoghi diversi rispetto al classico ufficio, sembra aumenti l’efficienza produttiva. Produttività che va di pari passo con la soddisfazione del lavoratore, che aumenta, per il 71%, lavorando da remoto.

Smart working significa anche adeguarsi con tempestività alle richieste del mercato: dal campione intervistato, si evince che, tra i motivi principali per cui si ricorre allo smart working vi è la capacità di rispondere rapidamente alle tempistiche dei mercati in cui si sviluppa o si contrae il business, sfruttando il fattore competitività, garantito da ‘uffici flessibili’, che garantiscono una presenza capillare sui mercati internazionali, mantenendo un filo diretto con la sede principale dell’azienda.

Da non trascurare, tra i motivi che depongono a favore del lavoro flessibile, anche gli aspetti legati ai costi di gestione degli uffici. Infatti, secondo gli intervistati, questa modalità di lavoro comporta minori costi di gestione immobiliare, con conseguente capacità di liberare capitali da investire nella crescita. Tra i fattori positivi che depongono a favore di spazi alternativi in cui lavorare sono da annoverarsi, sempre secondo il campione demoscopico, l’ottimizzazione dei costi, la riduzione dei tempi improduttivi legati al pendolarismo e, laddove gli utilizzatori sono nuove imprese e start up, il minor rischio legato agli investimenti iniziali.

“Regus -spiega Mauro Mordini, country manager di Regus in Italia- sulla scia di questa tendenza, porta avanti un piano di crescita che testimonia una significativa accelerazione nel cambiamento delle abitudini di lavoro nel nostro Paese. Dalla ricerca emerge a gran voce, da parte di tutti gli attori coinvolti nella filiera, una richiesta sempre maggiore di lavoro flessibile. Anche se ancora spesso quando si parla di lavoro agile si tratta di lavoro da casa, penso che il punto di svolta non sia poi così lontano e presto parleremo di lavoro flessibile come della forma più utilizzata. In questo scenario ovviamente i cambiamenti nella tecnologia e nella digitalizzazione hanno favorito la richiesta di servizi on demand, con le imprese che tendono sempre più a esternalizzare le attività non core”.

Attualmente in Italia, Regus dispone di circa 50 sedi in 13 città italiane, tra cui di Milano, Verona, Torino, Genova, Bologna, Bergamo, Brescia Padova, Roma e Napoli, ed entro la fine del 2018 il primo fornitore al mondo di spazi di lavoro flessibili è pronto ad aprire in Italia oltre 10 nuove location, arrivando ad un totale di 60 unità, pari a circa 109.000 m2.

Regus, insieme a Spaces, No18, Basepoint, Open Office e Signature, è un brand di IWG, operatore globale tra i principali fornitori di spazi di lavoro flessibili, che ha superato a livello mondiale la soglia dei 50 milioni di piedi quadri (oltre 4,6 milioni di m2) di superficie totale destinata ad ufficio.

IWG ha aggiunto 314 nuovi spazi uso uffici al suo network nel 2017, per un valore di 5,5 milioni di piedi quadri (circa 511mila m2). Il totale di spazio aggiunto è maggiore del 36% rispetto al 2016, facendo superare complessivamente la quota di 50 milioni di piedi quadri. Questo è l’equivalente di 116 Stadi di Wembley, 261 Sydney Opera House o 3.718 piscine olimpiche.


12:38 ECONOMIA – Lavoro: Di Maio, concertazione è strada migliore

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “La concertazione è la strada migliore per arrivare ad una soluzione” . Così il vicepremier e ministro dello sviluppo e del lavoro, Luigi Di Maio, rilancia dal palco della conferenza dei servizi della Cisl, il dialogo sociale. E ripercorrendo la trattativa avviata ieri tra aziende, sindacati, lavoratori e governo ribadisce:” potremo fare un buon lavoro insieme- prosegue- Lo ribadiamo a tutti e speriamo poterlo ribadire il prima possibile anche alle altre confederazioni”.


12:59 ECONOMIA – Lavoro: Confartigianato, su contratti termine rigidità e aumenti costi per imprese

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “Le misure sui contratti a termine contenute nel decreto dignità confermano i nostri timori: si introducono rigidità e costi per le imprese senza peraltro creare benefici per i lavoratori. Non è così che si favorisce l’occupazione”. E’ il giudizio espresso dal Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti, il quale, in attesa di conoscere il testo definitivo del provvedimento, sottolinea che “il diritto a un lavoro dignitoso non si difende con nuova burocrazia e nuovi costi a carico delle imprese”.

La manodopera, rileva Merletti, “è una risorsa fondamentale per garantire la competitività delle aziende: per questo, anziché alzare barriere, occorre piuttosto puntare sulla qualificazione dei lavoratori. Il mondo del lavoro è profondamente cambiato e l’occupazione non si crea per decreto: ribadiamo la nostra disponibilità a confrontarci con il Governo e ad approfondire le nostre proposte per creare occupazione stabile e fornire ai giovani le competenze indispensabili per entrare nel mercato del lavoro”.

Merletti esprime poi giudizio positivo sulla stretta per le imprese che delocalizzano: “si tratta di un segnale importante per difendere il valore della produzione e del lavoro realizzati in Italia”.


13:55 CRONACA – Padova: calci e pugni alla madre 91enne, carabinieri arrestano la figlia

Padova, 3 lug. (AdnKronos) – I Carabinieri del Comando Provinciale di Padova hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia una donna 67enne dell’alta padovana che a più riprese, durante le quotidiane visite alla madre 91enne, la insultava pesantemente percuotendola con pugni e schiaffi al viso e al capo.

La consueta attenzione dei militari dell’Arma per la tutela delle fasce più deboli, quali sono appunto gli anziani, ha consentito ai militari di una stazione della Compagnia Carabinieri di Cittadella, di raccogliere voci fondate circa i presunti maltrattamenti posti in essere da una figlia nei confronti della genitrice non convivente. I militari, dopo aver individuato l’immobile, in cui le due donne vivevano in appartamenti separati, da subito iniziano dei servizi di osservazione al fine di acclarare la notizie per poi riferirla all’A.G..

Una volta raccolti diversi obiettivi indizi, e avuto il nulla osta dall’Autorità Giudiziaria, i Carabinieri, con l’ausilio di sofisticate tecnologie, iniziavano il monitoraggio in diretta 24 ore su 24 al fine di riprendere e fotodocumentare i maltrattamenti.


14:55 ECONOMIA – Fieg: Fnsi, auguri buon lavoro a presidente Riffeser

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “La Fnsi augura buon lavoro ad Andrea Riffeser Monti, neopresidente FIEG. La sua esperienza e la profonda conoscenza del settore maturate alla guida di uno dei più importanti gruppi editoriali italiani contribuiranno a tenere vivo il confronto sulle criticità e sulle riforme necessarie per il rilancio del sistema e, auspicabilmente, a dare impulso alla trattativa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico”. Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Federazione nazionale della Stampa italiana, Raffaele Lorusso.

“Una trattativa – sottolinea Lorusso – che dovrà mettere al centro l’inclusione, la lotta alle disuguaglianze e il rafforzamento dei diritti di tutti i giornalisti, siano essi lavoratori dipendenti, precari o autonomi, nella consapevolezza che il ruolo dell’informazione professionale è essenziale per la crescita dell’opinione pubblica e la tenuta delle istituzioni democratiche. Un saluto e un ringraziamento vanno al presidente uscente, Maurizio Costa, per aver alimentato, nel corso del suo mandato, una dialettica costruttiva tesa ad affrontare i problemi strutturali che affliggono l’editoria italiana”.


16:01 ECONOMIA – Lavoro: Flai a Centinaio, no a deregolamentazione in agricoltura

Roma, 3 lug. (AdnKronos) – “Anche oggi in una intervista il Ministro Centinaio insiste sul reintrodurre i voucher in agricoltura, ma lo ripetiamo i voucher ci sono e si possono usare per studenti, pensionati e disoccupati. L’insistenza del Ministro, che vorrebbe far intendere che in agricoltura non ci sono i voucher, nasconde dell’altro: cioè si vuole destrutturare e deregolamentare il lavoro agricolo”. Lo dichiara Ivana Galli, segretaria generale Flai Cgil. “Se stiamo alle dichiarazioni del Ministro, poiché con i voucher già oggi si possono pagare alcuni soggetti ben definiti, l’obiettivo è pagare tutto il lavoro stagionale con i voucher, una cosa assurda e vergognosa per un settore come quello agricolo in cui la stagionalità è strutturale e insita nel lavoro stesso delle campagne”, dice Galli.

“In pratica il lavoro agricolo contrattualizzato e con diritti potrebbe scomparire, è una vergogna su cui non taceremo; in questo modo altro che contrastare il lavoro nero si andrebbe ad una sua ufficializzazione, nascondendo dietro ai voucher un lavoro che non è affatto occasionale”, avverte Galli.

Quanto alla Legge 199/2016, prosegue Galli “il Ministro si attivi per intervenire sul collocamento; e quanto a perseguire chi commette reato, ricordiamo al Ministro che se c’è un caporale c’è anche un datore di lavoro che a questi si è rivolto per trovare braccia al più basso costo possibile, quindi bene che la legge intervenga sul caporale e su chi se ne serve: non cogliere questo collegamento ovvio e diretto tra caporale e impresa disonesta che ne fa uso significa non vedere la realtà o fare finta di non vedere”.


16:55 ESTERI – Gb, otto morti sospette tra neonati: arrestata

Londra, 3 lug. (AdnKronos) – Svolta nell’indagine sulle morti sospette di neonati al Countess of Chester Hospital. La polizia del Cheshire, riporta la Bbc, ha arrestato un’operatrice sanitaria, sospettata di avere ucciso 8 neonati e di aver tentato di uccidere altri sei bambini. L’indagine della polizia riguarda le morti di 17 neonati, avvenute nell’unità neonatale dell’ospedale, tra il marzo 2015 e il luglio 2016.

L’arresto, ha riferito il detective Paul Hughes, rappresenta un “significativo passo in avanti”, anche se è presto per dichiarare chiusa l’indagine, che riguarda anche 15 casi di “collassi non fatali” per altrettanti neonati.


18:58 ECONOMIA – Ferrovie: Bussolati (Pd), trattativa Trenord-Fs priva di trasparenza

Milano, 3 lug. (AdnKronos) – Quella tra Regione Lombardia e Fs sul futuro di Trenord è “una trattativa priva della minima trasparenza”. Lo afferma Pietro Bussolati, consigliere del Partito democratico in Regione Lombardia, commentando l’annuncio dell’incontro di lunedì prossimo tra il governatore Attilio Fontana e l’amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, per decidere sulla controproposta presentata dalla Regione per il controllo di Trenord.

“Siamo di fronte a due soggetti pubblici che stanno tenendo una trattativa segreta, se non privata -afferma Bussolati-. Benvenuta trasparenza. Il Consiglio regionale ha diritto di sapere, così come hanno diritto di sapere i pendolari che ogni giorno vivono sulla propria pelle i disagi che derivano da scelte politiche mancate”.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here