VENARIA REALE – I sontuosi giardini della magnificenza sabauda hanno fatto da cornice, al Concorso Internazionale di “Attacchi di tradizione” che giunge alla sua quinta edizione, facendo tornare la Reggia di Venaria al passato, al tempo delle corti, degli sfarzi e della stupefacente maestosità dell’epoca settecentesca, dove l’unico mezzo di trasporto era la carrozza.

[su_slider source=”media: 147401,140168,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Ed è proprio questa la protagonista di un week end da fiaba alla Reggia. Cinquanta carrozze d’epoca trainate da bellissimi cavalli sono state le protagoniste del “Concorso internazionale di Attacchi di Tradizione”, dando prova di abilità e destrezza sotto gli occhi entusiasmanti degli appassionati e non, che hanno visto sfilare le splendide carrozze con tanto di equipaggio vestiti con i loro eleganti abiti, di stivali guanti e cilindro. Le carrozze si sono presentate ad attacco Singolo, in Pariglia, all’Eveque, Tiro a 4, persino a la Daumont. Le tipologie di carrozze sono varie: carrozze di servizio condotte dai cocchieri come Landau, Milord, Victoria, Vis a Vis; carrozze sportive, da caccia e da passeggiata come Break, Dog Cart, Buggy, Phaeton, guidate dai proprietari; carrozze di utilità come la Pistoiese, il Military, la Dottorina, la Governess car o l’Omnibus. Military un tempo utilizzate da professionisti o ufficiali.

[rev_slider alias=”maf”]

 

Notevole la presenza di equipaggi stranieri di alto livello provenienti da Francia, Polonia, Spagna, Portogallo e Svizzera, a testimoniare che l’evento si colloca ormai fra i più importanti del settore in Europa ed è sicuramente il più prestigioso in Italia nell’ambito della Tradizione. I cocchieri dopo una serie di abilità sono stati premiati con il Trofeo delle Nazioni Aiat dal presidente dell’Associazione Internazionale Attacchi di Tradizione il barone Christian De Langlade.

[su_slider source=”media: 143165,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Alcune delle carrozze sono davvero eccezionali: un landau appartenuto allo sceriffo di Cardiff, carrozza di rappresentanza nell’800, una Briska usata per l’inaugurazione della boutique di Hermes a Portofino e un incredibile sediolo del 1890, guidato da Pasquale Beretta, famoso al di là dei confini italiani, a cui è stato chiesto di rappresentare, con questa carrozza, la Russia nella Esibizione di Attacchi nella Plaza de Toros di Siviglia. Infine, in ateprima assoluta, è stata presentata la carrozza “Omnibus” di Martin Adamo che entrerà in servizio nelle residenze reali del Piemonte.

[su_slider source=”media: 144690,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here