TORINO – Compagno violento, alternava momenti di lucidità ad altri di estrema violenza. Aggrediva la convivente e poi le chiedeva scusa e lei per 12 anni non aveva sporto denuncia.

[su_slider source=”media: 147401,140168,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La storia era nata da una relazione extraconiugale, poi la donna aveva deciso di confessare tutto al marito per iniziare una nuova storia “d’amore”, nonostante il nuovo compagno si fosse da subito mostrato molto aggressivo. Era solito rientrare a casa ubriaco e la insultava anche con sms.

Nei giorni scorsi la vittima ha finalmente trovato il coraggio di chiedere aiuto, era stanca di vivere con ansie e preoccupazioni, di doverlo sempre assecondare per paura, di subire violenze fisiche e psicologiche anche per futili motivi. Rottura di piatti e bicchieri, urla di disperazione, è questa la scena alla quale hanno assistito gli agenti della Squadra Volante giunti immediatamente sul posto in seguito alla segnalazione della donna.

[rev_slider alias=”maf”]

 

[su_slider source=”media: 143165,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 144690,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here