TORINO – Clonava le carte carburante aziendali per fare il pieno alla sua auto e a quella di amici e parenti.

La truffa è stata scoperta dai carabinieri di Moncalieri che hanno arrestato tre persone per utilizzo indebito di carte di pagamento. Sequestrato il ‘kit da clonazione’, con tanto di programmi software e carte vergini.
Le indagini hanno preso il via dalle denunce della azienda truffata, specializzata nel collaudo di prototipi, che ha riscontrato un buco di 50mila euro nella contabilità aziendale.

ilbere
Paonessa
coferbanner

 

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg
Tritapepe
Pandolfini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.