SAN FRANCESCO AL CAMPO – Doppietta di successi per le serate di Lunathica a San Francesco: venerdì 8 e sabato 9 giugno, la centrale Piazza San Francesco d’Assisi è stata affollata dagli spettatori accorsi numerosi per assistere a due coinvolgenti performances del Festival Internazionale di Teatro di Strada.

ilbere
Paonessa
coferbanner

È proprio l’afflusso di pubblico a testimoniare che l’Amministrazione comunale ha fatto bene a scommettere sulla replica dell’esperimento Lunathica raddoppiando le serate, dopo il felice esordio nel circuito di Comuni del Festival nel 2017.

“A San Francesco si sta bene” ha affermato Cristiano Falcomer dal palco, ringraziando l’Amministrazione comunale e gli uffici tecnici perché “ci aiutano a far sì che tutto sia fatto nel migliore dei modi”. Uno spunto ripreso dal Sindaco Sergio Colombatto, che ha ricordato il lavoro svolto dall’organizzazione del Festival e dagli uffici comunali per permettere lo svolgimento della manifestazione in sicurezza. Gli spettacoli hanno soddisfatto le aspettative sia del pubblico più adulto che dei più piccoli: “Nuova Barberia Carloni” e “Drôle d’Impression” sono show comici ma raffinati, in cui il linguaggio del clown si fonde felicemente con altre tecniche artistiche e performative.

Venerdì 8 giugno è stato il travolgente Teatro Necessario a scatenare le risate degli spettatori: i tre artisti parmigiani hanno inscenato le buffe vicissitudini in un’antica barberia, tra gag e acrobazie. Ma anche la musica è stata una fondamentale protagonista dello show: i membri della compagnia sono artisti completi e nei loro spettacoli utilizzano sempre i più vari strumenti, dalla batteria al contrabbasso fino al clarinetto, per rendere le esibizioni ancora più coinvolgenti. Coinvolgimento ottenuto anche con la partecipazione diretta del pubblico: due volontari sono diventati cavie degli esperimenti dei tre aspiranti barbieri, a colpi di lozione e pettine.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

Sabato 9 giugno sono stati i francesi Dedale de Clown i padroni di Piazza San Francesco d’Assisi, nella quale è stato installato un imponente muro. Compito dei due artisti bretoni nel loro “Drôle d’Impression”, ricoprire il muro con dei manifesti: attacchini improvvisati nelle loro tute blu, i due hanno portato a termine il loro dovere armati di pennelli e secchi di colla, alternando lavoro e momenti di siesta ricchi di comicità. L’occhio degli spettatori è però stato catturato dalle visionarie immagini create dai manifesti attaccati a mano a mano: le suggestioni ottiche si sono susseguite in un crescendo sorprendente. Lo spettacolo è infatti con l’intento di unire le arti sceniche alla fotografia e alle arti grafiche.

Pochi giorni di pausa, poi sarà di nuovo tempo di scendere in piazza: gli spettacoli riprendono già giovedì 14 giugno a Fiano, con la compagnia Teatro Necessario che porterà in scena la sua creazione “Clown in libertà”. Lunathica si sposterà poi a San Maurizio Canavese per un’intensa due giorni, con Le Chapitò de Nouvelle Caledonie venerdì 15 giugno e la Compagnie Avis de Tempête sabato 16 giugno. Gli spettacoli saranno come sempre a ingresso gratuito e avranno inizio alle 21.30.

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.