CIRIÈ – Era nell’aria già da diversi giorni la notizia del via libera della Regione Piemonte per la costruzione del tanto sospirato sottopasso a ridosso della stazione ferroviaria di Ciriè, ma da qualche giorno, dopo un incontro tra le parti, il sogno che per tanti anni è cullato nelle menti dei tanti ciriacesi è realtà.

A riferirlo ad inizio consiglio comunale nella serata di lunedì 7 giugno è proprio il Sindaco Loredana Devietti: “L’Assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte ha comunicato l’intenzione di procedere all’avvio del progetto di eliminazione del passaggio a livello in via Torino, accanto alla stazione ferroviaria di Cirié, e la conseguente creazione di un sottopasso.

ilbere
coferbanner

Dopo un confronto frequente in questi mesi con l’Amministrazione Comunale, la Regione Piemonte ha previsto la possibilità di un importante finanziamento che darà alla Città di Cirié la possibilità di dare nuova forma alla linea ferroviaria che attraversa la cittadina. Un progetto di estrema rilevanza per Cirié perché eliminerebbe una barriera alla circolazione stradale ormai diventata causa di disagio, fortemente denunciata dai cittadini. Siamo profondamente soddisfatti che il nostro impegno di questi mesi e i continui confronti con l’Assessorato Regionale ai Trasporti abbia avuto esito positivo, come ha dichiarato l’Assessore Francesco Balocco, che ringrazio per l’attenzione e per aver compreso l’importanza di quest’opera per la nostra città.

Già a dicembre 2017, la Giunta comunale aveva adottato una delibera indirizzata alla Regione nella quale si manifestava ufficialmente l’interesse a trovare una soluzione per la messa in sicurezza e la soppressione di alcuni attraversamenti con passaggio a livello di Cirié, in particolare quello vicino alla stazione. Siamo felici che queste istanze abbiano preso forma e si siano concretizzate in una reale possibilità di finanziamento. Regione e GTT stanno oggi lavorando a una ipotesi di sottopasso della ferrovia, in quanto il suo interramento, anche se da noi richiesto in prima istanza, non è apparso sostenibile alla luce delle risorse finanziarie oggi disponibili, e hanno avviato un progetto preliminare di fattibilità per stimare i costi e per individuare la migliore soluzione possibile.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

Ricordo che questa problematica, nodale per lo sviluppo della città e per il miglioramento dei suoi collegamenti viari, era rimasta fino ad oggi irrisolta: siamo quindi doppiamente soddisfatti per questo risultato e continueremo a seguire con costanza e con impegno tutte le fasi di predisposizione del progetto”.

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.