PONT CANAVESE – “La spesa per l’illuminazione pubblica a carico del Comune di Pont è eccessiva ed insostenibile: 150mila euro.”

Commenta così il Sindaco Paolo Coppo, sulla disattivazione dei punti luce.

LETTI QUI LA NOTIZIA DELLA DISATTIVAZIONE DEI PUNTI LUCE

“Con la Spending Review il Ministero ha ridotto di circa 45mila euro i trasferimenti  a causa di spese che ha ritenuto eccessive per il nostro Comune e proprio la spesa per illuminazione pubblica/energia elettrica è quella che ha maggiormente inciso alla riduzione.
Anche con la collaborazione della minoranza abbiamo fatto una valutazione sul come procedere per ottenere un consistente risparmio e così  abbiamo eseguito una mappatura di tutti i punti luce.”

ilbere
coferbanner

“Sono emersi parecchi punti luce superflui – prosegue il primo cittadino – e su questi abbiamo tenuto una linea costante nelle valutazioni fra quelli da tenere o eliminare; nel dubbio si è scelto il mantenimento.
Sono anche emersi punti luci installati in strade, aree e cortili privati, probabile frutto di “marchette elettorali” degli anni passati, ora non più in uso.”

 

E aggiunge:  “Sarebbe moralmente insostenibile destinare risorse pubbliche per interventi in solo favore di privati; resta comunque la possibilità di un eventuale mantenimento del  punto luce con richiesta motivata da almeno tre nuclei familiari, previa valutazione dall’Amministrazione e con spese a carico dei privati. Purtroppo – conclude Coppo – con le sempre minori entrate per mantenere i servizi ci sono solo due possibilità: aumentare le tasse o ridurre la spesa corrente. l’Amministrazione ha scelto la seconda, quella che attualmente le consente di avere una tassazione fra le più basse della zona.”

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

Tritapepe
Pandolfini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here