TORINO – È stato impegnativo il lavoro svolto dalla Polizia Municipale Torino e dalla Polizia di Stato, nella due giorni, 1 e 2 giugno, del concerto di Vasco Rossi allo Stadio Olimpico.

Oltre 300 Agenti di Polizia hanno presidiato la zona anche nei giorni precedenti l’evento per evitare l’installazione di abusivi. Il bilancio finale che si va ad aggiungere all’importante sforzo di assicurare regolare afflusso e deflusso degli spettatori, con molti Agenti impegnati in servizi di viabilità, consiste in 15 sanzioni amministrative per violazioni alle norme commerciali, 3 sequestri amministrativi di merce non deperibile, 5 sequestri  giudiziari, 3 denunce per inosservanza ad ordini impartiti dall’Autorità (art 650 Codice Penale),  2 denunce per violazioni agli artt.  474 e 648 Codice Penale (ricettazione e falsificazione marchi), 12 rinvenimenti di merce non deperibile, per un totale di 3.157 pezzi sequestrati o rinvenuti  di cui 297 bottiglie in vetro, 569 pezzi di merce contraffatta varia, 2.291 pezzi venduti  senza autorizzazione (scarpe-giubbotti-braccialetti, gadget e bottiglie acqua in plastica.

ilbere
coferbanner

La Divisione PAS della Questura di Torino, complessivamente, nelle due serate ha denunciato 19 persone. Undici persone sono state denunciate  per contraffazione e ricettazione, 8 per inosservanza di provvedimenti dell’autorità poiché vendevano bottiglie in vetro.

Complessivamente la Polizia di Stato ha sequestrato quasi 3500 bottiglie in vetro e 238 capi contraffatti con l’immagine del cantante Vasco Rossi.

Nelle due giornate, gli agenti della Divisione PAS hanno anche elevato 22 sanzioni amministrative: 19 per vendita ambulante senza licenza e 3 per vendita abusiva di biglietti.

 

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

 

Tritapepe
Pandolfini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here