CANAVESE – Per i giudici il “fatto non sussiste”. Sono stati tutti assolti i condannati per i tumori e le morti provocate dall’amianto negli stabilimenti dell’Olivetti, dal 2008 al 2016.

Carlo De Benedetti e Franco De Benedetti, che furono rispettivamente presidente e vicepresidente del gruppo con le funzioni di amministratori delegati, furono condannati a 5 anni e 2 mesi di carcere e con loro fu condannato a un anno e 11 mesi, Corrado Passera. Pene più leggere per una decina di altri ex dirigenti dell’azienda.

ilbere
coferbanner

 

Ora le difese attendono che venga depositata la sentenza per poter dare battaglia.

Potrebbe essere stata la controversia scientifica sul tema del cosiddetto “effetto acceleratore” nelle malattie provocate dall’amianto a far cadere le accuse al processo Olivetti ossia il fatto che “il dirigente è considerato responsabile solo per i primi due anni di esposizione del lavoratore all’amianto”, e l’esposizione dei lavoratori alle fibre letali risale a prima dell’assunzione delle cariche dei fratelli De Benedetti.

 

 

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg
growupcerimonie
Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here