CALCIO / SAN FRANCESCO AL CAMPO – Basta leggere il risultato per capire il tipo di gara disputata dall’Ardor sull’ottimo campo in erba di Rondissone: La Rondinese – Ardor 5-0.

Per dovere di cronaca è sicuramente meglio dividere l’incontro in due fasi distinte, un primo tempo terminato in svantaggio di quattro reti e una seconda frazione di gioco più equilibrata con gli ospiti più presenti in campo, poche conclusioni e beffa finale in contropiede dei padroni di casa che arrotondavano il già umiliante risultato in corso.

ilbere
coferbanner

Turno di campionato sicuramente da dimenticare perché i ragazzi scesi in campo sono apparsi la sbiadita fotocopia di quelli che conosciamo, con tutto rispetto per gli avversari che hanno disputato un incontro perfetto sotto tutti i punti di vista. Riepiloghiamo in sintesi le azioni principali con relative segnature: al 4’ azione sulla sinistra con palla per lo scatenato Secou che saltava la difesa e infilava sul secondo palo e quattro minuti dopo azione fotocopia con lo stesso giocatore che non concedeva scampo all’intera difesa e depositava in rete sull’uscita di Chiodo.

Al 14’ discesa di Carraro sulla sinistra con traversone al centro per Grandinetti anticipato dal portiere e due minuti dopo, sugli sviluppi di una rimessa laterale di Carraro, palla nell’area piccola per Iozzino anticipato dai difensori mentre al 21’ scambio Amorese, Boi con palla in mezzo preda dei difensori. Al 25’, su errato disimpegno difensivo, ne approfittava Giovannini che non aveva difficoltà a trafiggere Chiodo in uscita mentre cinque minuti dopo Iozzino veniva anticipato dal portiere con palla sul fondo.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg
growupcerimonie

La quarta rete al 37’ con azione di rimessa e palla a centro area dove l’opportunista Giovannini deviava di misura in rete. Nel secondo tempo gioco più equilibrato con sterile supremazia Ardor e proprio in chiusura micidiale contropiede del nuovo entrato Dosso che saltava una difesa tutta sbilanciata in avanti e infilava sulla disperata uscita di Chiodo.

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here