AVIGLIANA – In tutta questa vicenda a rimetterci erano alla fine i giocatori, i quali ignoravano che le schede elettroniche dei videopoker erano manipolate e tarate in modo tale che le vincite fossero di molto inferiori alle percentuali previste dalle norme a tutela degli scommettitori.

ilbere
gymtonic

È quello che ha scoperto la Guardia di Finanza di Torino in un bar di Avigliana, comune del torinese, dove sono state sequestrate le due machine illegali. Le slot, ben nascoste all’interno del locale e soprattutto lontane da sguardi indiscreti, non erano tra l’altro collegate alla rete telematica dei Monopoli e sono risultate sprovviste di ogni autorizzazione.

Nel corso del controllo, i Finanzieri della Compagnia di Susa, che hanno condotto l’intervento, hanno appurato inoltre come il titolare del bar impiegava anche un lavoratore totalmente “in nero”, esposto in tal modo ad elevati rischi in termini di sicurezza e di garanzie assistenziali.

 

Al termine dell’attività, l’imprenditore è stato sanzionato per oltre 45mila euro. La tutela delle risorse dello Stato e la sicurezza dei consumatori sono compiti prioritari per la Guardia di Finanza che ricorda come il gioco illegale, privo delle garanzie previste dalla legge, oltre a sottrarre risorse allo Stato, si può tradurre di fatto in una vera e propria truffa ai danni dei giocatori, poiché riduce all’inverosimile la possibilità di vincita.

growupcerimonie
Allianz 2 modifica jpeg

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.