SANTHIÀ – Poco più di un anno fa l’Amministrazione comunale inaugurava, presso l’ufficio di via Bonafè, lo Sportello “INTERAZIONE SOCIALE – Servizi al cittadino”, articolato negli sportelli:

SPORTELLO INSIEME per i Servizi per Pari Opportunità e da Famiglia a Famiglia (aperto lunedì 15.30-18.30 e giovedì 15.30-18.00 e seguito dall’assistente sociale Claudia Ulliana di Armonia dell’Essere)

SPORTELLO ORIENTALAVORO (LIFT) per Orientamento e Servizi al lavoro (aperto mercoledì 9.30-11.30 e giovedì 9.00-13.00 e seguito dal consigliere comunale Alessandra Ferragatta, con deleghe all’Orientamento e alle politiche del lavoro, in collaborazione con COVERFOP)

SPORTELLO DIALOGHI per il servizio di facilitazione linguistico-culturale (aperto martedì dalle 14 alle 17 e venerdì dalle 9 alle 12 e seguito da Bouchra El Kissan e dal consigliere comunale Simonetta Todi, con deleghe alla Comunicazione e Mediazione culturale)

ilbere
gymtonic

Giunti al termine del primo anno di attività è il momento di fare dei bilanci per verificare l’andamento del servizio e le eventuali migliorie.

Cominciamo con SPORTELLO ORIENTALAVORO (LIFT) per Orientamento e Servizi al lavoro, in collaborazione con COVERFOP.

A fine gennaio 2018, l’operatrice ha effettuato un totale di 226 colloqui orientativi. Un colloquio consiste in un servizio di valutazione della situazione dell’utente, con discussione sulle competenze possedute e sulle azioni da intraprendere al fine di aumentare l’occupabilità della persona. A seguito di questi colloqui, 111 persone sono state “prese in carico”. La presa in carico comporta un approfondimento successivo della posizione della singola persona con almeno un altro colloquio mirato che vuole provare a orientare la persona verso un corretto modo di presentarsi all’azienda (scrittura di un CV), verso una candidatura ad una determinata azienda oppure verso una rivisitazione delle competenze possedute valutando eventuali periodi di formazione.

Una fotografia sociale del target dice che esiste una perfetta simmetria tra il numero di uomini e donne che sono stati presi in carico (54 uomini e 57 donne). La maggior parte degli utenti risulta possedere un titolo di studio che non va oltre la terza media, in rari casi si sono presentate allo sportello persone in possesso di una laurea. La maggior parte degli utenti ha residenza nel comune di Santhià. Per quanto concerne l’età media questa risulta superiore ai 35 anni.

Negli utenti disoccupati da molto tempo si possono notare alcuni punti caratteristici in comune: titolo di studio basso che non prevede nessun tipo di specializzazione, persone afferenti provenienti dal settore edilizio o persone che dopo la chiusura della ditta o la cassa integrazione non sono più riuscite a ricollocarsi a causa di un basso indice di occupabilità. Da un monitoraggio effettuato sulle 111 persone prese in carico, 42 hanno sottoscritto successivamente un contratto di assunzione; mentre altre 23 hanno avuto accesso a percorsi di Politiche Attive per il Lavoro.

growupcerimonie
Allianz 2 modifica jpeg

Dal punto di vista dei servizi offerti dallo sportello i più richiesti sono: la compilazione del curriculum, la ricerca attiva online delle offerte di lavoro con una spiegazione della job-description, la risposta agli annunci supportata dall’operatore.

“L’OrientaLavoro ha fatto nascere uno scambio proficuo con lo sportello dedicato all’assistenza sociale in quanto è stato possibile indirizzare a percorsi di Politiche Attive e ricerca di occupazione persone che in precedenza confluivano soltanto allo sportello socio-assistenziale – osserva il consigliere Alessandra Ferragatta.”

“La nostra conoscenza della situazione della città permette di progettare politiche puntuali aggiunge il sindaco Angelo Cappuccio – Proprio per questo lo Sportello ospita, di norma il mercoledì mattina, operatori delle diverse Agenzie per il Lavoro del territorio non solo Vercellese, che raccolgono le candidature dei Santhiatesi e forniscono informazioni aggiornate riguardo alle varie offerte di lavoro attive”.

“L’attività del 2018 – prosegue Ferragatta – sarà sempre in collaborazione con CO.VER.FO.P. per quanto riguarda le attività di Orientamento del giovedì mattina, ma sarà soprattutto volta a creare un maggior interesse da parte delle aziende del territorio, cercando di innescare un “gioco” domanda/offerta efficace. Le richieste pervenute direttamente allo sportello da parte delle aziende del territorio sono state fino ad ora pochissime, ma speriamo che si intensifichino. Per cercare di creare interesse lo Sportello ha già svolto un’iniziativa seminariale rivolta alle aziende focalizzata su informazioni utili operative sulla L.68/99 e sul Buono Servizi Disabili. Da tali intenti occorrerà ripartire per l’attività del 2018”.

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.