mercoledì 30 Settembre 2020

TORINO – Intensificati i controlli nelle aziende che trattano rifiuti, per scongiurare gli incendi

SPECIALE ELEZIONI

L'affluenza, gli aggiornamenti in tempo reale dei risultati, le curiosità e tutto ciò che riguarda le elezioni.

TORINO – Negli ultimi due mesi il Nucleo Operativo Ecologico di Torino ha intensificato i controlli presso le aziende che operano nel settore della gestione dei rifiuti con particolare attenzione a quelli plastici.

Tale potenziamento dei controlli in questo specifico settore va inserito in una più ampia campagna che ha interessato il Nord Italia, disposta dal Comando Gruppo Tutela Ambientale di Milano, nella prospettiva di delineare e prevenire il fenomeno degli incendi presso impianti che operano nel settore della raccolta, dello stoccaggio, del trasporto e dello smaltimento di diverse tipologie di rifiuti.

[su_slider source=”media: 147401,143165″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Torino controlli noe aziendeI maggiori controlli hanno permesso di individuare i punti deboli e le situazioni ritenute favorevoli allo sviluppo degli incendi , come per esempio il notevole conferimento dei rifiuti presso gli impianti, spesso ben oltre ai limiti di capienza e sicurezza indicati in autorizzazione, inadeguatezza dei sistemi antincendio, vulnerabilità e facile accessibilità dall’esterno delle aree di stoccaggio.

A queste fattori vanno aggiunti il diffuso fenomeno, posto in essere dai titolari delle aziende, di accumulare rifiuti in attesa delle migliori condizioni di mercato sui prezzi fluttuanti delle materie prime derivanti dal trattamento dei rifiuti stessi e, soprattutto in relazione alle plastiche, la variata situazione internazionale a seguito della quale molte tipologie di rifiuti prima diretti in Cina non vengono più esportati nella nazione asiatica, rimanendo in giacenza nei piazzali e richiedendo ingenti spese per il loro corretto smaltimento.

[rev_slider alias=”maf”]

 

Nelle undici aziende controllate dal NOE di Torino, sono state rilevate, per la non completa tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti, 10 sanzioni amministrative per un totale di circa 40.000 euro, e presso cinque depositi sono in corso gli accertamenti relativi alla contestazione di sanzioni penali per la mancata osservanza delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione ambientale.

Questi controlli nell’articolato settore della gestione dei rifiuti dell’area del torinese, nelle prossime settimane continueranno in altre zone del Piemonte.

[su_slider source=”media: 146114,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”monnal”]

 

 

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

regioneaprile
NuovaLocandinaPaonessacortinalocandmaggio2cofer1Original Marinescortinamaggio2
- Advertisement -

Leggi anche..

TORINO – Gigantesca frode alimentare: oltre 10 tonnellate di alimenti sequestrati

TORINO - Riso, fagioli, fecola di patate, miglio, tutto destinato ai numerosi ristoranti “All you can eat” sparsi in città e...

TORINO – Accoltella, picchia e minaccia l’ex fidanzata, arrestato

TORINO - I carabinieri del Nucleo Radiomobile, la notte scorsa, hanno arrestato per minacce e lesioni un italiano di 39 anni,...

TORINO – Indicazioni di pietre preziose, ma in realtà erano artificiali; sequestrati ingenti quantitativi

TORINO - Perla di Boemia, Zircone, Corallo, Argento, Madreperla. Queste alcune delle indicazioni riportate sul milione di articoli sequestrati dalla Guardia...

TORINO – Individuata una piantagione di marijuana a Pralormo e arrestato 6 pusher

TORINO - Nell’ambito dei servizi di controllo antidroga del territorio, i carabinieri del Comando provinciale hanno individuato una piantagione di marijuana...

TORINO – Evadono dai domiciliari per bere una birra, arrestati dai Carabinieri

TORINO - I Carabinieri della Stazione di Torino Pozzo Strada hanno arrestato due italiani di 21 e 42 anni, per evasione...

Ultime News

RIVAROLO CANAVESE – Gtt non risponde all’Amministrazione rivarolese sulla richiesta di incontro

RIVAROLO CANAVESE - Nessun cenno di riscontro da parte dell’Ad di Gtt Foti alla richiesta del sindaco Rostagno di un incontro...

Covid, Zaia: “In Veneto non c’è più emergenza”

"In Veneto ora non c'è più emergenza sanitaria. Abbiamo 28 persone in terapia intensiva, contro le centinaia di prima. Solo l'1,8 per cento dei...

TORINO – Gigantesca frode alimentare: oltre 10 tonnellate di alimenti sequestrati

TORINO - Riso, fagioli, fecola di patate, miglio, tutto destinato ai numerosi ristoranti “All you can eat” sparsi in città e...

M5s, Fico “Guida collegiale più giusta, non penso scissioni”

ROMA  - "Credo che una guida collegiale sia oggi più giusta per il M5S, un movimento che è cresciuto molto velocemente e si è...

Coronavirus, Speranza “Non ci sono condizioni per lockdown totali”

ROMA - "Dobbiamo lavorare giorno e notte con grande sintonia tra i livelli istituzionali per evitare i lockdown totali perchè arrivare a un lockdown...
X