TORINO – Ieri, 20 marzo, è stato notificato alla titolare del bar “Corazon” di Corso Giulio Cesare 125/c il provvedimento emesso dal Questore di Torino Francesco Messina che impone la sospensione della licenza per l’esercizio pubblico in questione, con conseguente ed immediata chiusura al pubblico dei locali per 15 giorni.

Il locale era stato più volte segnalato dai residenti della zona quale ritrovo abituale di persone potenzialmente pericolose per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.

ilbere
gymtonic

Ripetuti controlli effettuati nell’arco dello scorso mese da personale del Commissariato Barriera Milano hanno consentito di verificare che il bar in oggetto era stato teatro, il 4 febbraio, di una violenta rissa fra un gruppo di cittadini albanesi e un gruppo di cittadini marocchini, uno dei quali ha riportato, nel contesto, lesioni guaribili in 20 gg; inoltre, il 12 marzo, a seguito di un servizio di controllo del territorio, gli agenti del medesimo Commissariato hanno arrestato all’interno del bar un cittadino straniero sorpreso con 9 frammenti di crack addosso.

Anche all’atto della notifica, all’interno del bar erano presenti 11 persone, comprese la titolare; 8 di esse hanno precedenti di polizia. Uno di essi, di nazionalità albanese, accompagnato in Questura per accertamenti sull’identità personale, è risultato colpito da due ordini di carcerazione.

 

Il Questore ha ritenuto che la sopra descritta situazione presenti inequivocabili caratteristiche di pericolosità sociale contribuendo all’incremento dei fenomeni delinquenziali nella zona, pertanto ha sospeso per 15 giorni la validità della licenza dell’esercizio stesso con provvedimento ex art. 100 T.U.L.P.S.

growupcerimonie
giuanun
Allianz 2 modifica jpeg

 

 

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here