TORINO – Marco Pucci, uno degli ex manager della Thyssenkrupp condannato per l’incendio che, il 6 dicembre 2007 a Torino, uccise sette operai, ha chiesto la grazia al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Sdegno e dolore per Rosina Platì, madre di Giuseppe Demasi, una delle vittime.

[su_slider source=”media: 147401,143165″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Marco Pucci sta scontando dal maggio 2016 la pena di sei anni e tre mesi di carcere. Nel giugno dello scorso anno aveva ottenuto la possibilità di svolgere un lavoro esterno con obbligo di rientro in cella alle 18.30.

Pucci ha più volte scritto per spiegare perché a suo avviso non è un assassino, affermando che non avrebbe ucciso nessuno poiché lui era solo componente del cda della Thyssenkrupp, con deleghe esclusivamente al “commerciale e al marketing”.

[rev_slider alias=”maf”]

 

GUARDA IL VIDEO

[su_slider source=”media: 146114,125676,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”monnal”]

 

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here