FAVRIA – Tutto è nato da un post sul social Facebook del Sindaco di Favria, Vittorio Bellone, che annunciava l’ingresso, dall’opposizione, del Consigliere Gianluca Bruno, in maggioranza, accompagnato dalle parole: “Benvenuto a Gianluca Bruno nella Nostra Squadra! La dimostrazione che le porte sono sempre aperte per chi ha voglia di collaborare in modo costruttivo!”

ilbere
gymtonic

Nessun comunicato ufficiale alla minoranza che da quattro passa a tre consiglieri, e che afferma in una nota : “Appena finite le elezioni il Bruno, in una riunione del gruppo di Minoranza, in cui la Scandale ci avvertiva che, per motivi personali, avrebbe partecipato a poche riunioni di consiglio e poi si sarebbe dimessa, dava la sua disponibilità a farsi da parte nell’eventualità per fare spazio a Milano, che quindi avrebbe surrogato la Scandale. Quando il momento delle dimissioni della Scandale è giunto, in una riunione abbiamo chiesto al nostro di confermare la sua disponibilità di farsi da parte, trovandoci di fronte, con nostra sorpresa, al fatto che nel frattempo aveva cambiato opinione. Ci disse che comunque avrebbe partecipato a due o tre consigli per rispetto dei suoi elettori e che poi si sarebbe dimesso. Noi gli abbiamo invece chiesto di collaborare con noi da consigliere per tutta la durata del mandato, dandoci una mano nel fare opposizione attiva e severa, ma costruttiva, con primo obiettivo quello di mitigare la forte divisione che c’è nel nostro paese. Fino ad oggi, – prosegue l’opposizione – pur invitato a partecipare ai nostri incontri preparatori e ai lavori della minoranza, non si è mai presentato e ci ha fatto chiaramente notare che la nostra strategia era, a suo vedere, sbagliata e che quindi lui non la condivideva. La sua strategia, ben spiegata dal momento della sua nomina, era quella che Francesco Manfredi si dimettesse dal Consiglio per tutelare dei suoi non meglio precisati interessi dagli attacchi dell’attuale Maggioranza di Favria, pena il “ perdere tutto ciò che negli anni era riuscito a costruire con la sua associazione Favria Giovane ” e lavorasse “ da dietro ”, ma senza spiegare come e in quali termini.”

Leggi qui il comunicato integrale di Per Favria Manfredi

 

“Avevo solo consigliato a Manfredi di fare un passo indietro – replica Gianluca Bruno – perchè a mettersi contro la maggioranza aveva solo da perdere tutto ciò che aveva costruito per Favria. Il mio voleva solo essere un suggerimento imprenditoriale. Ero stato convocato da Manfredi per le elezioni del 2017 perchè, vista la mia esperienza, avrei potuto portare avanti un discorso costruttivo sullo sport. Quando abbiamo perso le elezioni il gruppo ha perso la testa, cambiando quello che era il programma e iniziando ad attaccare la maggioranza. Favria è un paese di 5mila anime, trovo inutile fare la guerra. A me non interessa fare la guerra, sono un costruttore. Non potevo restare in minoranza e portare avanti un discorso che non mi apparteneva. Mi era stato chiesto di dare le dimissioni per lasciare il posto a Milano che è maggiormente combattente.”

growupcerimonie
giuanun
Allianz 2 modifica jpeg

 

“Ci è chiaro – afferma l’Opposizione – dalle varie discussioni avute a voce con il Bruno che egli è determinato a raggiungere un qualche non meglio dettagliato obiettivo personale che farebbe crescere Favria e che, per raggiungerlo sia disposto a voltare le spalle al suo gruppo, con cui peraltro si trovava in disaccordo su tutta la strategia politica sin dall’inizio. Altre sue affermazioni però stridono con quest’ultima, in quanto spesso ci ha detto che non gli interessa di stare in comune di per sé e per il bene dei cittadini ma solo per quanto questa posizione sarebbe funzionale al raggiungimento dei suoi obiettivi.”

 

Bruno replica dicendo di essere stato lui a recarsi dal Sindaco Bellone e a chiedere di poter entrare in maggioranza perchè “Se mi fossi dimesso non avrei più avuto occasioni per portare avanti i miei progetti per Favria, e se il consigliere delegato allo sport non vorrà il mio supporto, mi occuperò di altro. Se la minoranza oggi ha un consigliere in meno non è un mio problema. A me interessa raggiungere il mio obiettivo per il bene di Favria. E se l’opposizione ora ha un consigliere in meno, passando da quattro a tre, non è un problema mio.”

“Questo non indebolisce minimamente il nostro leale impegno, – dichiara la minoranza – forse un po’ idealistico, nel procedere con la nostra opera di opposizione severa ma collaborativa, nel pieno rispetto del mandato ricevuto dai nostri elettori, senza la paura che nessuno dei “nostri interessi” (??) possa venire distrutto dall’attuale Amministrazione, forse per vendette o altro, paura che il consigliere Bruno ha più volte suggerito che dovremmo avere. Meglio con un uomo in meno, dunque, che in 4 ma con una persona che non condivide gli scopi del resto del gruppo e le modalità per raggiungerli. Auguriamo come gruppo al sig. Gianluca Bruno – conclude l’opposizione – di raggiungere i suoi obiettivi per il paese, rendendoci sempre e comunque disponibili al dialogo con tutti ed essendo consapevoli che il suo giusto posto è con chi la pensa come lui, quindi in Maggioranza.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here