CASALE MONFERRATO – La tradizione sarà rispettata anche quest’anno, per la settantaduesima volta. Alle ore 18 di venerdì 16 marzo, quasi a voler seguire un rituale antico, ma al tempo stesso sempre ricco di novità, ci sarà il taglio del nastro dell’edizione 2018 della Mostra Regionale di San Giuseppe a Casale Monferrato.

L’evento, che si svolgerà sino al 25 marzo sarà ancora una volta l’occasione per “mettere in vetrina” Casale, il Monferrato, il suo tessuto socio – economico, le tante peculiarità di un territorio che è a cavallo tra più province e due Regioni, Piemonte e Lombardia, ricche di potenzialità per il futuro e di ricordi del passato.

ilbere
gymtonic

“Quella del 2018 è un’edizione all’insegna della continuità nella tradizione ma con lo sguardo ben fisso, in prospettiva, verso il domani, E questa continuità, come organizzazione, si rileva dalle presenze degli espositori che la contraddistinguono da sempre con operatori del commercio, dell’artigianato, dell’industria e dell’area agricola” sottolinea Carlo Manazza, amministratore, con grande esperienza nel settore fieristico, della D&N Eventi srl, la società di Casale Monferrato, che organizza la Mostra. Manazza ringrazia poi l’Amministrazione comunale di Casale Monferrato, “per aver creduto nella nostra impresa”.

L’edizione 2018, infatti, ha il patrocinio del Comune di Casale Monferrato, ed il supporto di due importanti associazioni di categoria, Confartigianato Alessandria (che presenterà in Mostra la sua App, ConfiApp) e la Federazione Coldiretti di Alessandria. “Mi congratulo per il raggiungimento di questo importante risultato di continuità ma anche di valorizzazione della nostra identità – dice il Sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti – La Mostra di San Giuseppe da sempre parla di identità monferrina cui quest’anno si aggiunge il grande impegno che è stato profuso nel dedicare alla cultura la visione per un futuro verso il 2020: essere Capitale Italiana della Cultura significa anche valorizzare la tradizione con uno sguardo all’innovazione e al domani come la Mostra fa da sempre”.

 

A farle da eco è il Vice Sindaco ed Assessore a lavoro, innovazione ed attività economiche, Angelo Di Cosmo: «La Mostra è un importante appuntamento di aggregazione sociale che la città ripropone da ben 72 anni; un’iniziativa nata per valorizzare e promuovere le realtà economiche del territorio. Si tratta di un’occasione per le imprese che hanno la possibilità di presentare le novità, di fare rete e di incrementare i rapporti commerciali, offrendo una considerevole dose di vitalità all’economia locale». Infine Daria Carmi, Assessore a cultura, turismo e manifestazioni ritiene che «La San Giuseppe giunge alla sua 72esima edizione proponendo elementi storicamente legati al territorio e uno sguardo all’internazionalismo.

Il made in Italy resta il grande protagonista, declinato nei prodotti locali di tutte le regioni d’Italia, con attenzione alla solidarietà, espressa con l’invito a diverse realtà marchigiane, ma anche grazie alla partecipazione degli enti e delle associazioni di Casale e del Monferrato: agricoltura e prodotti tipici, volontariato sociale, sport, cultura, patrimonio paesaggistico e attenzione alle famiglie scandiscono il tempo degli stand come degli appuntamenti dedicati allo spettacolo dal vivo nella sala intrattenimento. Arteinfiera offre la produzione artistica del territorio, il baby parking cura i più piccoli lasciando libero il tempo della visita e degli acquisti agli adulti, mentre la presenza di Lego Italia fa tornare tutti bambini. Si tratta di un appuntamento fisso ma che non smette di stupirci. Non ci rimane che viverlo!».

growupcerimonie
giuanun
Allianz 2 modifica jpeg

Un riconoscimento all’importanza della Mostra di San Giuseppe, arriva anche dalla Provincia di Alessandria con il Presidente Gianfranco Baldi ed il Vice Presidente Federico Riboldi che evidenziano come “In questi oltre settant’anni di storia la “San Giuseppe” è cambiata con il mutare dei tempi, segno inequivocabile di una società e di un’economia in continua metamorfosi. E in questo i vari organizzatori che si sono succeduti negli anni, si sono dimostrati indubbiamente all’altezza nel restare al passo con i tempi”. L’edizione 2018, che si svolgerà sino al 25 marzo, al PalaFiere nel Quartiere Fieristico della Cittadella e vedrà, come negli anni dal 2011 in poi, l’ingresso gratuito per tutti i visitatori ed il percorso obbligato a giorni alterni.

Quest’ultimo accorgimento consentirà a tutti i visitatori di prestare la necessaria attenzione a tutte le proposte innovative che verranno presentate dagli espositori nei vari settori merceologici, agricolo, industriale, artigianale, commerciale, terziario e dalla qualificata presenza di enti ed istituzioni a partire dal Comune di Casale Monferrato. Un punto “catalizzatore” nell’arco del percorso mostra, sarà la Piazzetta del Gusto, attorno alla quale ci saranno un nutrito numero di alimentaristi con un’offerta enogastronomica da tutta Italia. Piemonte (e, tra loro, naturalmente, quelli di Casale e del Monferrato), Liguria, Lombardia, Veneto, Puglia, Sicilia, Sardegna, quali si aggiungono quest’anno anche operatori della Calabria e del Molise sono le regioni che saranno protagoniste per i dieci giorni di mostra.

 

E poi c’è il ritorno di un “unicum” nell’ambito delle manifestazioni fieristiche. Si tratta di “Arteinfiera”, esposizione di arte ed artisti contemporanei in uno spazio appositamente dedicato, momento nato ventiquattro anni orsono da un’idea dell’artista e critico d’arte Piergiorgio Panelli, che ancora oggi ne tira la fila. La rassegna sarà arricchita da una performance in collegamento con la rassegna “Vestiti d’artista”, nata dalla collaborazione tra lo stesso Panelli, la fashion designer Cinzia Sassone e la Scuola Arte e Moda di Rita Corino. Il ricco calendario di momenti collaterali, a tuttoggi in costruzione, prevede diversi momenti. Domenica 18 marzo ce ne sono addirittura due, con a cura del Gruppo Artisti Canori: alle ore 16 ci sarà il Festival Canoro San Giuseppe, con l’attivissimo direttore artistico Federico Marchese, e alle ore 18 il Concerto di Primavera, con tre giovani e valide cantanti. Tra le presenze in Mostra c’è da ricordare anche il ritorno, con un proprio stand espositivo di “Coniolo Fiori”, la rassegna che per il terzo anno riporta con i suoi produttori ed ambienti florovivaistici, in particolare i Vivai Varallo la San Giuseppe alla tradizione di Fiera dei Fiori per cui era nata, quello dell’Unione dei Comuni della Valcerrina con tante iniziative e proposte per promuovere quella parte di territorio del Monferrato.

Infine, grazie a FairApp, una apposita app dedicata, già lanciata ed utilizzata lo scorso anno, i visitatori avranno tutti gli espositori a portata di mano, direttamente sul loro smarphone. E’ sufficiente scaricarla sul proprio smartphone, gratuitamente, da Google Play o da App Store.

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.