IVREA – Anche quest’anno il Club di Ivrea, rispettando le finalità dell’Inner Wheel, ha sponsorizzato una campagna di educazione alla sicurezza, prevenzione e responsabilità nell’utilizzo dei veicoli e della strada, dedicata agli studenti dell’ultimo anno di scuola superiore, anno in cui in genere si prende la patente di guida.

La campagna è stata progettata da “I DO” ONLUS (http://www.ido-associazione.it), un’associazione di disabili diventati amici durante il primo ricovero presso il Centro di Riabilitazione Funzionale, ora Unità Spinale Unipolare, di Torino. Si tratta di persone che hanno subito un trauma al midollo spinale, nella maggior parte dei casi, in seguito ad un incidente stradale. I membri di quest’associazione partecipano agli incontri organizzati nelle scuole testimoniando con la loro esperienza quanto sia importante, essere attenti e responsabili durante la guida.

gymtonic
giuanun
Paonessa

L’Istituto di Istruzione Superiore “Giovanni Cena” di Ivrea ha aderito all’iniziativa di quest’anno. Giovedì 1 e giovedì 8 marzo si sono svolte due lezioni di tre ore sulla sicurezza stradale, riservate agli studenti delle classi quinte.

Un pilota, istruttore di guida sicura, Stefano Airoli, ha catturato l’attenzione dei ragazzi e dato spunti di riflessione sui molti atteggiamenti sbagliati che spesso in modo automatico e inconscio si tengono quando ci si mette al volante. Ha spiegato ai ragazzi quali sono le cause principali che provocano un incidente, e quali le abitudini sbagliate che si mantengono durante la conduzione di un veicolo, sottolineando che cosa succede al veicolo e al nostro corpo in seguito a un impatto. Stefano Airoli ha parlato anche di quali possono essere le conseguenze legali ed economiche di un errato comportamento come conducente o come passeggero.

growupcerimonie
primocontattolungonuovapertura
Pandolfini

Poiché tra le maggiori cause di traumi alla colonna vertebrale e al midollo spinale spiccano gli incidenti stradali, ecco che questi incontri si rivelano un’occasione unica per invitare a riflettere sugli atteggiamenti nei rapporti con il mezzo di locomozione, sull’utilizzo della strada, e infine per conoscere gli sconvolgenti dati che arrivano dalle statistiche sugli incidenti e le loro reali conseguenze  sulle persone.

A ogni incontro, oltre all’istruttore, hanno partecipato alcuni membri della Onlus I DO ,

È stata molto forte la testimonianza di Adrian Marcus un ragazzo tetraplegico in seguito ad un incidente stradale. Adrian attualmente vive solo, guida l’automobile e lavora, e da solo, ogni volta che si sposta, sale in auto, smonta la sedia a rotelle e la carica in macchina e poi si avvia verso la sua destinazione. Ed ha fatto tutto questo anche per raggiungere Ivrea e dare la sua testimonianza. Ha confidato che l’inconveniente maggiore negli spostamenti è trovare lo spazio necessario per salire in macchina quando non è rispettata la segnaletica dei parcheggi per disabili.

Banner_730x100
Original Marines
Monalisa Ozegna ok 700×100

Il coinvolgimento e l’interessamento degli studenti è stato notevole, l’attenzione non è mai caduta durante le tre ore ininterrotte di lezione. Anche gli insegnanti presenti hanno apprezzato l’evento.

La Presidente dell’ Inner Wheel Ivrea, Sabina Chiodi Ferraris si augura che questa iniziativa a favore dei giovani si possa ripetere e che in futuro si possa estendere anche a chi guida da tempo.

Tritapepe
aronne
burgerbanner

Allianz 2 modifica jpeg
mafish nuovo 730×100
Monalisa Ozegna 700×100 2

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here