lunedì 1 Marzo 2021

CASELLE TORINESE – Dal 1 marzo torna la sosta a pagamento

CASELLE TORINESE – “Ripristineremo i parchimetri probabilmente prima del 28 febbraio, forse revocando la delibera” annuncia L’assessore al bilancio Giovanni Isabella. Nei giorni scorsi il Comune ha approvato una delibera in cui si proroga ulteriormente l’inutilizzo fino al 28 febbraio.

Ragione per cui la sosta in centro città resta gratuita ovunque, con una perdita consistente di introiti per le casse comunali. Continua Isabella: “ Per fortuna il 15 febbraio sono stati montati i nuovi macchinari. Ne saranno installati cinque. Inizialmente funzioneranno con l’introduzione delle monetine. Situazione che permanerà fino a quando la banca ci darà il via libera per utilizzare i lettori delle carte di credito e dei bancomat”.

[su_slider source=”media: 143165,125676,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Sostituendo gli apparecchi si è andati incontro all’esigenza di pagare senza denaro contante. Per l’acquisto sono stati stanziati 40 mila euro. La questione in città fa discutere perchè gli apparecchi sono fermi dal mese d’agosto del 2017. Quasi sei mesi. Il provvedimento è stato assunto lo scorso luglio dalla giunta Baracco. Con la prospettiva di ripristinare le strisce blu a inizio ottobre. Si è partiti dalla considerazione che due impianti non erano funzionanti e andavano sostituiti in piazza dell’Emigrante e Boschiassi.

A cui si è aggiunta la rimozione obbligata nella piazzetta Berlinguer per i lavori di riqualificazione di via Torino, terminati lo scorso novembre. Inoltre, è stato valutato il fatto che occorreva offrire ai contribuenti la possibilità di pagare con carta di credito. A causa di lungaggini, dovute agli ordini telematici, si è prolungato fino al 30 novembre. Quindi, giunti a ridosso del periodo natalizio dove, tradizionalmente, non si paga, le macchinette sono rimaste coperte dal sacco nero fino al 31 gennaio.

[su_slider source=”media: 144756,139264,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Da qui la terza proroga tramite delibera pubblicata all’albo pretorio. Nel frattempo quanti soldi il Comune non ha incassato? Risponde Isabella: “ Si è calcolato che si sono persi circa 15 mila euro”. Sicuramente una cifra importante ma che si conta di recuperare nel corso del 2018, quando i parchimetri rientreranno in funzione. Nei mesi primaverili, ancora, sono in programma lavori di manutenzione delle strade comunali, affidati lo scorso mese d’ottobre alla cooperativa “Valli Unite del Canavese” di Castellamonte per 35 mila euro.

Recentemente si è richiesto di subappaltarne per 10.500 euro alla società S.C.Edil. L’Amministrazione ha accettato l’istanza, con l’impegno di corrispondere la somma direttamente all’azienda impegnata negli interventi e non all’assuntore dei lavori.

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 144690,144691,144835″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Giovanni Isabella

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...