spot_img
sabato 23 Ottobre 2021
sabato, Ottobre 23, 2021
spot_img
spot_img

CHIVASSO – Dipendenti non invitati all’inaugurazione della nuova ala di ospedale

Nursind: "Nel rispetto di tutti i lavoratori offesi, abbiamo deciso di declinare l'invito"

CHIVASSO – Nursind, il Sindacato delle Professioni Infermieristiche, ha declinato l’invito a presenziare all’inaugurazione della nuova ala dell’ospedale di Chivasso.

I motivi sono ben illustrati nella nota inviata dal Sindacato stesso, che pubblichiamo qui integralmente:

“Apprendiamo con grande stupore e totale disappunto, che ai dipendenti dell’ospedale di Chivasso, non è stata concessa la possibilità di presenziare all’inaugurazione della nuova ala dello stesso presidio.

Infatti in una prima nota della direzione sanitaria di presidio inviata ai responsabili, si chiede di non far partecipare il personale per motivi di sicurezza. Come organizzazione sindacale, non riusciamo proprio a comprendere tale giustificazione.

Va bene che i dipendenti sono arrabbiatissimi (e ne hanno tutte le ragioni) con le istituzioni per le disastrose condizioni nelle quali sono costretti a lavorare, ma che possano addirittura essere pericolosi lo riteniamo offensivo.

Parliamo degli stessi dipendenti che quotidianamente si fanno in quattro per mandare avanti un sistema ormai al collasso; gli stessi che in questo difficile periodo dell’anno hanno sopperito alla carenza di personale e a quella disorganizzativa (mancano persino i presidi), per garantire comunque al cittadino il diritto alla salute.

Eppure non saranno le istituzioni a dover lavorare nei nuovi spazi dell’ospedale, ma gli stessi dipendenti considerati un pericolo.

Ma come se non bastasse, a seguito di alcuni malumori che ha creato la prima nota della direzione, quasi a voler rimediare per l’errore commesso, è arrivato l’invito rivolto a tutti i dipendenti per il 01/02/2018 quando le istituzioni non saranno presenti.

Comprendiamo benissimo che alle inaugurazioni non possano presenziare tutti, ma questi eventi dovrebbero essere un momento di importante condivisione, con i cittadini e i professionisti che ci lavorano e non un momento di campagna elettorale per la politica e i politici.

Infine fra gli altri aspetti, come Nursind attendiamo formale convocazione da parte dell’azienda, affinchè possa essere presentata la nuova riorganizzazione dei servizi, come richiesto da circa un anno. Nel rispetto di tutti i lavoratori offesi, abbiamo deciso di declinare l’invito.”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img