venerdì 26 Febbraio 2021

CUORGNÈ- Ospedale: incontro con Sindaco e Capi gruppo consiliari sull’andamento del Presidio

CUORGNÈ – Ieri pomeriggio, mercoledì 24 gennaio, si è svolto un incontro presso il Presidio Ospedaliero cuorgnatese tra la Direzione Generale dell’ASL TO4 e il Sindaco e i Capi gruppo consiliari del Comune di Cuorgnè per presentare lo stato dell’arte dei lavori del Presidio e l’andamento generale dello stesso.

[su_slider source=”media: 125676,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“L’Ospedale di Cuorgnè – ha sottolineato il Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone – rientra a pieno titolo nella rete ospedaliera aziendale come Presidio di area disagiata e con un Pronto Soccorso che conta circa 16.900 passaggi all’anno”.

“Entro il prossimo mese di aprile sarà terminata la nuova sede del Pronto Soccorso. La ristrutturazione di questo Servizio ci permetterà di mettere a disposizione degli operatori una struttura all’avanguardia rispetto agli standard di sicurezza e più funzionale rispetto alle loro esigenze, ma assicureremo anche alla comunità spazi più accoglienti e umanizzati. Entro il prossimo mese di marzo, poi, saranno completati i lavori di ristrutturazione della Medicina”.

[su_slider source=”media: 132564,138203″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il Direttore Generale ha anche risposto a una serie di domande sui Servizi offerti nel Presidio. Il potenziamento della Radiologia, che ha visto un aumento delle prestazioni nel 2017 rispetto al 2016 e l’aumento, dallo scorso novembre, di una seduta a settimana di ecografia e di TAC. L’assunzione di due nuovi medici gastroenterologi. L’assicurazione presso il Pronto Soccorso delle prestazioni di cardiologia, neurologia e ortopedia con specialisti disponibili in sede o con il trasferimento delle persone assistite presso gli Ospedali di Ivrea e di Ciriè, in una logica di sistema a rete, per usufruire di prestazioni altamente specialistiche come l’emodinamica.

E’ stato comunque sottolineato che attualmente i medici urgentisti dispongono di competenze specifiche anche per la gestione degli infarti miocardici, degli ictus cerebrali e dei traumi. L’attivazione, da maggio 2016, di un percorso breve ortopedico con due specialisti presenti in sede da lunedì a venerdì. Il potenziamento della Neurologia con il trasferimento dell’ambulatorio dal Presidio di Castellamonte a quello di Cuorgnè e con l’aumento di un giorno a settimana. L’implementazione della Cardiologia, con il passaggio dell’ambulatorio da due a tre volte a settimana.

[su_slider source=”media: 139885,134236,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il dottor Ardissone ha anche precisato che il trasferimento del Poliambulatorio da piazza Gino Viano all’Ospedale di Cuorgnè non è una prospettiva attuale, per cui non sarà realizzato.

Infine, è stato convenuto di effettuare in modo periodico incontri con l’Amministrazione comunale di Cuorgnè, perché, ha evidenziato il dottor Ardissone, “il confronto con le Amministrazioni locali, da sempre un nostro obiettivo, rappresenta un valore aggiunto”.

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...