domenica 22 Maggio 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

TORINO – Arrestato a Rotterdam latitante

TORINO – La Polizia olandese, a seguito delle indagini della Squadra Mobile della Questura di Torino e del raccordo sinergico dello SCIP – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha arrestato a Rotterdam, nella giornata di sabato scorso, Z.B, 30enne albanese, in esecuzione del Mandato d’Arresto Europeo emesso in data 19.05.2015 dal GIP di Torino, per i reati di omicidio volontario e rapina aggravata.

In particolare i fatti risalgono alla notte del 12 gennaio 2015, quando unitamente ad altre sei persone, avrebbe pestato a morte il 24enne cittadino marocchino Said Waddoud, reo di aver infastidito alcune prostitute delle quali l’uomo e i suoi fungevano da ‘protettori’.

La vittima si trovava a bordo dell’ auto di un suo amico che venne prima tamponata, poi inseguita e infine bloccata da alcune auto. Da queste, era sceso un gruppo di stranieri dell’Est Europa, che aggredì i due. Mentre l’amico riuscì a fuggire, Said Waddoud venne violentemente percosso a morte. Due persone, un trentenne albanese e un ventinovenne bulgaro, furono fermati dalla Polizia poco dopo l’aggressione. Le successive indagini condotte dalla Squadra Mobile di Torino permisero di identificare tutti gli aggressori, tra i quali Z.B arrestato la scorsa settimana a Rotterdam.

La localizzazione ed il susseguente arresto sono frutto dell’attività di raccordo con le law enforcement olandesi da parte della SOI – Sala Operativa Internazionale e della Divisione S.I.Re.N.E. della Criminalpol che hanno permesso in tempo reale lo scambio informativo e la corretta identificazione dello Z.B.

Sono state già avviate con l’autorità giudiziaria olandese le pratiche di estradizione per il rientro in Italia.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img