lunedì 18 Gennaio 2021

BRANDIZZO – Estesa discarica abusiva, le segnalazioni di Alternativa Civica

BRANDIZZO – “Su segnalazioni di cittadini Alternativa Civica ha effettuato sopralluogo in data 16 novembre 2017 nella zona interessata al fondo di viale Italia, nelle immediate vicinanze del polo logistico Decathlon di Brandizzo.”

Ad affermarlo è il capogruppo di Alternativa Civica Giuseppe Deluca, che aggiunge: “Durante il sopralluogo in un’ampia area, estesa per qualche migliaio di metri quadri si è constatata la presenza di un accampamento di persone abbandonato e di una estesa discarica abusiva che permane da un anno: tale superficie, risulta ricoperta da ogni tipo di rifiuto, compresi anche contenitori di rifiuti tossici e pericolosi.

L’area in questione sul territorio comunale sembrerebbe, dopo la segnalazione del novembre 2016, essere stata nuovamente frequentata e dagli oggetti presenti abbandonati al suolo risulta chiara la presenza di minori e di bambini.

Il terreno è privato ma l’area risulta nella fascia protetta del Parco del Po ed è necessaria una bonifica per ripristinare lo stato dei luoghi ed evitare nuovi insediamenti.

Con una segnalazione urgente del 16 novembre 2016, già l’anno scorso, avevamo portato a conoscenza della situazione il primo cittadino di Brandizzo e il comandante della Polizia Municipale; a seguito di risposta scritta e di colloquio con il comandante ci era stato riferito di indagini in corso in merito alla situazione ma, dal sopralluogo effettuato nel 2016 all’ultimo effettuato nel novembre 2017, l’area risulta nel medesimo stato anzi con una evidente maggiore presenza di rifiuti.

Siamo rimasti stupiti per il fatto che la grande area di accampamento e di rifiuti in tutto questo periodo non fosse stata transennata o comunque posta sotto sequestro, visto che vi è la presenza di contenitori di sostanze tossiche e pericolose e di batterie di auto abbandonate. “

In questi giorni, Alternativa Civica ha presentato una segnalazione anche ai Carabinieri della Forestale di Chivasso che sono prontamente intervenuti per un sopralluogo.

“L’attenzione all’ambiente ed al territorio per un’amministrazione deve essere prioritaria, – conclude Deluca – i cittadini si aspettavano che i rifiuti venissero rimossi dal Comune, così come prescrive la legge, per evitare nuovi accampamenti e discariche che puntualmente si sono riproposti, invece è tutto lì da un anno.

In quale modo l’amministrazione comunale ha intenzione di tutelare l’ambiente ed il territorio e soprattutto con quali azioni concrete e in che tempistiche?”

Leggi anche...