mercoledì 3 Marzo 2021

AGLIÈ – All’Alladium “Fools” di Neil Simon: un’esilarante commedia che mette in luce fino a dove può arrivare la stupidità degli uomini

AGLIÈ – Venerdì 3 novembre, il Liceo Artistico “Renato Cottinidi” di Torino, il Comune di Agliè e la Pro Loco cittadina propongono uno spettacolo teatrale presso il Salone Alladium tratto da Fools di Neil Simon.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Due gli spettacoli in programma: alle 10:00 (per le scuole) e alle 21:00 (aperto a tutti), con ingresso libero.

Lo spettacolo teatrale parla di un piccolo paese sperduto nella steppa russa, Kulyenchikev, dove vive una comunità di brava gente che conduceva la propria esistenza senza intelligenza. Vittime di una maledizione vecchia di due secoli, tutta la popolazione non è in grado di compiere alcun ragionamento sensato.

Finchè un discendente del Conte Yousekevich non sposerà una discendente del medico condotto del paese, dottor Zubritsky, tutti gli abitanti del villaggio nasceranno e moriranno nell’ignoranza. Un volenteroso insegnante venuto da Mosca, il maestro Leon, cercherà di porre rimedio a tanta dilagante stupidità, risvegliando tutti gli abitanti da un torpore durato secoli.

[su_slider source=”media: 130297,125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Fools, che debutta all’Eugene O’Neil Theatre di New York City nel 1981, si ispira ad un racconto popolare russo ambientato alla fine del 1800 a Kulyenchikev, un piccolo villaggio ucraino. Neil Simon la definita una “favola comica” che possedeva al suo interno appena un “baluginio di stupidità” e che ti faceva pensare che da un momento all’altro i personaggi avrebbero cominciato a cantare e danzare, come in un qualsiasi musical di Broadway.

In Fools si indaga su quel confine sottilissimo fra ilarità di situazioni e dramma dei singoli personaggi: può la stupidità preservare dall’infelicità? Simon si rifà al classico schema della commedia degli equivoci, qui però innescati dalla “foolishness” stessa dei personaggi, che non essendo in grado di andare al di là del loro naso, non riescono di conseguenza neppure ad oltrepassare la barriera del significato letterale delle parole.

[su_slider source=”media: 119356,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Un’esilarante commedia che mette in luce fino a dove può arrivare la stupidità di tutti gli uomini…. esclusi gli spettatori, naturalmente!

[su_slider source=”media: 130212″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

[su_slider source=”media: 100996,100993″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...