spot_img
lunedì 27 Settembre 2021
lunedì, Settembre 27, 2021

RIVAROLO CANAVESE – Accordo tra Comune e Unicredit Leasing per chiudere la questione “Teatro” (Rivarolo Futura)

Pagherà 120mila euro al posto del milione e 400mila che era condannato a pagare

RIVAROLO CANAVESE – Il Comune di Rivarolo Canavese ha deciso di accettare la proposta di accordo inoltrata da Unicredit Leasing, finalizzata alla transazione della causa dovuta al decreto ingiuntivo emesso nei confronti del Comune dal Tribunale di Bologna il 10 febbraio 2010, confermato con il respingimento delle opposizioni il 13 febbraio 2015 e attualmente pendente avanti dalla Corte di Appello di Bologna, con udienza fissata il prossimo 28 novembre.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

A comunicarlo è il Sindaco Alberto Rostagno, che, in una nota, scrive:

“Il decreto ingiuntivo, emesso contro il Comune di Rivarolo, generato dalla “lettera di patronage” che l’ex Sindaco Fabrizio Bertot sottoscrisse il 28 luglio 2006, impegnando direttamente il Comune stesso in caso di inadempienza di Rivarolo Futura nel pagamento delle rate di leasing, circostanza poi effettivamente verificatasi, condanna pesantemente il nostro Comune.

Il Comune di Rivarolo a fronte di una sentenza di condanna di euro 905.939, più le spese accessorie, le compensazioni e gli interessi di legge, con un totale stimato in circa 1.400.000 euro, è riuscito ad ottenere una proposta transattiva con una somma a saldo e stralcio omnicomprensiva di euro 120.000.

[su_slider source=”media: 125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La trattativa ha inoltre consentito di trovare un accordo trasattivo tra Unicredit Leasing e il liquidatore di Rivarolo Futura per quanto riguarda la vertenza della società partecipata al 51% dal Comune di Rivarolo e al 49% dal consorzio Asa in liquidazione, permettendo così la chiusura della società Rivarolo Futura in bonis.

A distanza di sette anni dal decreto ingiuntivo e dopo quasi tre anni dalla sentenza di condanna di Rivarolo, l’accordo transattivo particolarmente favorevole per l’ente comunale, è motivo di soddisfazione per l’amministrazione cittadina, consapevole di aver risolto una delicata situazione (originata negli anni 2006/2009) che avrebbe potuto, in caso contrario, compromettere il futuro della Città.

[su_slider source=”media: 119356,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Per il buon risultato ottenuto a favore della collettività cittadina – conclude Rostagno – ringrazio quanti hanno contribuito (avvocati, assessori, consiglieri, segretario e funzionari comunali) alla positiva soluzione della vertenza.”

[su_slider source=”media: 100996,100993″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img