lunedì 10 Maggio 2021

CUORGNÈ – Premiati i vincitori del concorso fotografico “Belmonte, un Sacro Monte aperto al mondo” (FOTO e INTERVISTE)

CUORGNÈ – Mercoledì 18 ottobre, nell’ex Chiesa della Santissima Trinità, la premiazione del concorso fotografico promosso nell’ambito del progetto “Belmonte, un Sacro Monte aperto al Mondo”.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dopo una dura selezione ad aggiudicarsi il primo posto è stata Ivana Mughetto con lo scatto dal titolo “Pace, Azzurro e Nuvole”. Al secondo posto la fotografia realizzata da Massimo Colombo dal nome “Sorella Neve”. Gradino più basso del podio invece per l’istantanea “Giochi di luce”, realizzata da Manuela Lessio.

“E’ stato difficile metter d’accordo tutti i componenti della giuria – spiega Franco Carapelle organizzatore del progetto – proprio perchè si partiva da un punto di vista tecnico ma grande importanza rivestiva il piano artistico e l’intuizione personale dei partecipanti”.

Con la premiazione del concorso fotografico si conclude così il riuscito progetto “Belmonte, un Sacro Monte Aperto al mondo”, partito un anno fa e realizzato dall’Ente di Gestione dei Sacri Monti e dall’Associazione Teatro e Società; con il sostegno dalla Compagnia di San Paolo, in collaborazione con i comuni dell’Unione Montana Val Gallenca . Un laboratorio diffuso di creatività, di elaborazione culturale che ha coinvolto le varie realtà del territorio nell’ottica di promuovere e far riscoprire Belmonte, culminato con i suggestivi “Notturni al Sacro Monte” dello scorso luglio.

[su_slider source=”media: 125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Ci auguriamo che il progetto giunto ormai alla conclusione abbia fatto apprezzare Belmonte a chi non vive sul territorio e che questo dia luogo ad un’attenzione anche di tipo economico da enti pubblici o privati, in modo tale che si promuova la conoscenza di quella meraviglia che è Belmonte- afferma il regista di Teatro e Società Claudio Montagna – Ci spiace lasciarci ma la speranza è quella di rivederci, con i ragazzi delle scuole con gli adulti che hanno lavorato con noi, con i volontari. Con tutte le persone che abbiamo incontrato in questi mesi”.

GUARDA IL VIDEO


[su_slider source=”media: 119356,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA LE FOTO

[su_slider source=”media: 100996,100993″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img