spot_img
lunedì 27 Settembre 2021
lunedì, Settembre 27, 2021

VILLANOVA CANAVESE – Inaugurazione della nuova presa e dello sbarramento gonfiabile nel Torrente Stura

VILLANOVA CANAVESE – Giornata importante quella di Sabato 14 Ottobre dove il Consorzio di II Grado Delle Valli di Lanzo e il consorzio Riva Sinistra Stura hanno presentato la conclusione dei lavori per la realizzazione della nuova presa di Villanova Canavese, a servizio dei Canali di Cirié, San Maurizio e Malagheno, e dei lavori per lo sbarramento gonfiabile sull’Alveo del Torrente Stura di Lanzo Torinese.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Ad introdurre la giornata è stato Claudio Masciavè Presidente Consorzio Valli di Lanzo “ Innanzitutto voglio porgere a voi tutti i miei più sinceri ringraziamenti per essere qui oggi. Siamo Molto soddisfatti dei risultati raggiunti. Le opere portate a termine sono di grande importanza per la messa in sicurezza del territorio. Gli eventi climatici degli ultimi hanno richiesto di pensare alle infrastrutture, utilizzando al meglio i progressi tecnologici per poter affrontare i frequenti sbalzi nella portata idrica dei nostri corsi D’acqua”.

A presentare questa importante opera è il presidente del Consorzio Riva Sinistra Stura Ersilio Troglia “ Presentiamo oggi questa nuova opera importantissima per tutto il territorio, che ci permetterà di migliorare la gestione delle portate idriche prelevate dal Torrente Stura di Lanzo e di conseguenze il miglioramento del sistema irriguo. Il continuo verificarsi nel corso degli ultimi decenni di eventi alluvionali, basti pensare alle alluvioni del 1994 e del 2000, ha profondamente modificato la conformazione geomorfologica del Torrente stura di Lanzo modificandone l’assetto planoaltimetrico, facendo diventare sempre più complesso e oneroso l’approvvigionamento della rete consortile idrica.”

[su_slider source=”media: 125676,110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Per questo – continua Troglia – che il Consorzio delle Valli di Lanzo ha provveduto, con il supporto e il sostegno del consorzio di irrigazione e Bonifica Est Sesia ad elaborare un progetto per la costruzione della nuova deviazione del Torrente Stura di Lanzo nel comune di Villanova Canavese e la ristrutturazione del Nodo idrico di San Vito Di Nole nel comune di Nole Canavese.”

Questa importante struttura è stata realizzata in due lotti: il primo lotto di Euro 501.481,64 realizzato nel periodo 2011 / 2012, il secondo lotto di Euro 411.500,39 è stato realizzato e finito nei primi mesi del 2017. Per la copertura finanziaria è stata in parte garantita da fondi propri del consorzio e in parte dall’accesso ai finanziamenti della Regione Piemonte ( L.R.21/1999art.59 comma 2 Bis).

Nel primo lotto si è proceduto a canalizzazione sotterranea delle acque mediante elementi in calcestruzzo mentre nel secondo lotto sono state realizzate le opere a cielo aperto, si è partiti dalla costruzione dell’area di presa vera e propria, il ripristino per un tratto di 90 metri a monte del ponte della strada provinciale, dalla scogliera in massi sulla sponda sinistra del torrente Stura atta alla messa in sicurezza del territorio del comune di Villanova Canavese, l’istallazione di un misuratore di portata, e la dismissione totale della vecchia presa.

[su_slider source=”media: 124101″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”730″ height=”180″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″ speed=”0″]

Questo importante intervento ha permesso di raggiungere l’aumento della Sicurezza idrica e il conseguente aumento dell’efficenza idrica stessa e un incremento sostanziale delle condizioni di sicurezza nella gestione dei canali.

Dopo la presentazione delle opere l’assessore all’agricoltura della Regione Piemonte Giorgio Ferrero a portato i saluti di tutto il consiglio regionale del presidente Sergio Chiamparino, ha poi elogiato questi interventi che rendono più sicuro il territorio da eventi alluvionali che nel corso degli anni hanno flagellato il territorio canavesano.

Al termine il taglio del nastro da parte del presidente Claudio Masciavè, del presidente Ersilio Troglia e di tutti i sindaci e amministratori erano presenti a questa importante opera idrica.

 

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA LE FOTO

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img